Pavimenti in graniglia

Come adottare i pavimenti in graniglia

I pavimenti in graniglia sono stati adottati a partire dalla fine dell'Ottocento in abitazioni di grande pregio: infatti sono soluzioni di arredo eleganti e ricercate, adatte sia agli ambienti interni che a quelli esterni come patii, bordi piscina e giardini. Derivano dalla categoria dei pavimenti in terrazzo alla veneziana adottati nelle dimore nobiliari. Si caratterizzano per la loro resistenza, la grande durata nel tempo e la versatilità, così da poter essere adottati anche anche in ambienti dallo stile moderno e che si vuole decorare con elementi raffinati. In particolare, i pavimenti in graniglia si abbinano alla perfezione ad ambienti classici, country o rustici. A seconda delle esigenze e del risultato che si vuole ottenere, il rivestimento può essere lucido, grezzo e con eleganti decorazioni. Ad esempio, gli elementi decorativi liberty presentano motivi floreali mentre quelli futuristi vedono all'interno delle marmette o ai loro bordi figure geometriche.
Esempio di pavimento in graniglia

FILA CLASSIC CERA LIQUIDA LT.1 (033210)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 19,6€


La composizione e i materiali dei pavimenti in graniglia

Pavimento in graniglia con resina I pavimenti in graniglia sono costituiti da una mistura di cemento, ossidi naturali e scaglie di marmo: i frammenti vengono aggiunti alla fine e arrotolati sulla superficie in maniera tale da livellarla perfettamente. Pressati in forme quadrate, le marmette vengono usate per comporre il pavimento. Una volta che i pavimenti in graniglia sono stati posati devono essere lucidati a specchio. Le versioni più moderne delle marmette vedono l'uso delle resine polimeriche, in particolare della resina epossidica, al posto del cemento nella composizione. Questa scelta è dovuta al fatto che il materiale si sigilla ermeticamente e di conseguenza lo sporco e le macchie non penetrano nel rivestimento. Così il pavimento è facile da pulire. Bisogna tenere a mente che i frammenti di marmo possono essere di diverse dimensioni e colori, così da far assumere al pavimento un aspetto differente a seconda della composizione. In più i frammenti di marmo possono avere la consistenza di polvere per ottenere la pastina di graniglia.

  • Piastrelle in travertino Le piastrelle sono caratterizzate da uno spessore compreso in linea di massima fra i 4 e i 15 mm e possono avere le forme più disparate: dal quadrato all'esagono, dal rombo al rettangolo. Talvolta può...
  • Esempio di piastrelle a mosaico Le piastrelle a mosaico sono uno dei rivestimenti più usati in Italia perché possono essere realizzate in qualunque materiale e si possono adottare in tutti gli ambienti interni ed esterni. Si caratte...
  • Pavimentazione in cotto Il cotto è un materiale che si ottiene mediante la lavorazione dell'argilla impastata cn acqua. Il cotto è un materiale poroso e quello destinato alla realizzazione di pavimenti spesso viene sottopost...
  • Pavimento a disegno Se una persona vuole un'atmosfera esclusiva, elegante, ma soprattutto bella da vedere, dovrà per forza optare per dei pavimenti artistici. Questi sono costituiti per esempio da raffinate ceramiche, ma...

Neve e Ghiaccio strada 2 in 1 in secchio 30 L, il granulato enteisung degli aeroporti

Prezzo: in offerta su Amazon a: 81,9€


I pavimenti in graniglia: le caratteristiche dei rivestimenti

Pavimento in graniglia lucido I pavimenti in graniglia si caratterizzano per la grande resistenza, la facilità di manutenzione e pulizia, la durabilità nel tempo e la grande versatilità. In particolare sono l'ideale per rivestire i bagni, le sale, i salotti e le cucine, ma si possono impiegare in tutta la casa. La loro composizione particolare consente l'adozione di numerosi colori sia monocromatici che mescolati tra di loro: è sufficiente aggiungere alla base di cemento o di resina frammenti di marmo di differente cromatura così da ottenere tinte diverse ma sempre molto naturali. Per quanto riguarda l'impermeabilità dei pavimenti in graniglia alle macchie, bisogna tenere a mente che l'assorbimento sarà molto più alto una volta che la messa in posa del rivestimento è stato appena completata. Man mano che il tempo passerà, questa capacità diventerà nulla, ma per accelerare il processo si può lavare frequentemente il pavimento con detergenti neutri e acqua.


Pavimenti in graniglia: La pulizia e la manutenzione dei rivestimenti in graniglia

Casa con pavimento in graniglia La normale pulizia dei pavimenti in graniglia prevede prima di spazzare il rivestimento con una scopa normale (l'aspirapolvere potrebbe graffiare la superficie) e poi il lavaggio con un detergente a pH neutro. Si tratta di prodotti appositi per pulire la pietra. Bisogna aspettare almeno 5 minuti prima del risciacquo perchè lo sporco si sciolga completamente. Nelle aree colorate si deve usare una soluzione condensata di acqua e detergente, strofinando la superficie con una spazzola a setole di nylon con energia. Per lucidare al meglio il pavimento si consiglia un passaggio finale impiegando una lucidatrice oppure applicando uno strato di cera. Quest'ultima soluzione si consiglia solo se in casa non ci sono anziani o bambini perché il pavimento risulterà molto scivoloso. Tuttavia è un'opzione da prendere in considerazione se il proprio pavimento si sporca facilmente, perché uno strato di cera impedirà il depositarsi di sporco.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO