Piastrelle bagno

Le piastrelle per bagno

Anche se oggi sono disponibili molti altri materiali di rivestimento, sono spesso utilizzate le piastrelle per bagno. I materiali costituenti sono i più vari, anche se particolarmente apprezzato è il gres porcellanato: si tratta di un materiale compatto, praticamente privo di porosità, molto adatto al rivestimento di pareti e pavimenti del bagno. Le piastrelle per bagno possono essere anche di altri materiali, ma si preferiscono prodotti molto durevoli e resistenti. Questo perché il bagno è soggetto ad un elevato utilizzo quotidiano, da parte di tutti gli abitanti della casa. Le piastrelle sono pertanto soggette ad un regolare contatto con l'acqua e anche con detergenti di ogni tipo. Del resto in bagno si usano saponi solidi e in crema, ma anche diversi prodotti utili per mantenerne l'igiene. Un rivestimento delicato, che non sopporti il contatto con il cloro o con altri prodotti disinfettanti sarebbe rapidamente danneggiato, in modo anche irreparabile.
Bagno con piastrelle

Tile-makeover - Confezione da 10 adesivi a mosaico per piastrelle da bagno, colore: Lilla e prugna Per cambiare rapidamente l'aspetto del bagno o il rivestimento della cucina, autoadesivo, rapido, nessun caos eseguendo il lavoro

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,52€


Rivestimenti per il bagno

Rivestimento per il bagno I rivestimenti per il bagno coprono la gran parte della superficie della stanza, in modo da evitare che l'umidità, costantemente prodotta in questo ambiente, venga assorbita dalle pareti, causando la proliferazione di muffe e batteri. La scelta del tipo di rivestimento dipende essenzialmente dal gusto di proprietari, anche perché ognuno dei materiali disponibili oggi sul mercato presenta un'elevata qualità e durevolezza, senza manifestare in modo eccessivo l'usura e il trascorrere del tempo. Quando si progetta il rivestimento per il bagno, che si tratti di un nuovo ambiente o di una ristrutturazione, è bene valutare quale parte della superficie andrà ricoperta. La presenza di piastrelle, o di altro rivestimento, permette anche di semplificare di molto la pulizia, soprattutto nelle vicinanze dei sanitari: se si lascia il solo intonaco civile, si dovrà ridipingere ogni pochi anni, a causa di schizzi e macchie dovuti all'uso. Quindi conviene sempre rivestire la pavimentazione e buona parte delle pareti, decidendo di posizionare il rivestimento sino ad una certa altezza, oppure utilizzandolo solo intorno ai singoli sanitari.

  • Rivestimento per bagno I rivestimenti da bagno devono avere delle peculiarità fondamentali, che permettono una lunga durata. Il bagno è una delle stanze più utilizzate della casa, dove spesso è presente un'elevata umidità, ...
  • Sarà necessaria una selezione Un trasloco può costituire anche un'occasione per fare una cernita tra le cose che ci occorrono veramente. Ci si potrà liberare di vestiti dimenticati, giocattoli non più usati, regali finiti nel dime...
  • Sanitari di appoggio Per fissare i sanitari d'appoggio in bagno è necessario appoggiare i nuovi sanitari al muro, e con una matita segnare la loro base sul pavimento. Una volta spostati è possibile applicare del silicone ...
  • esempio di tenda per vasca da bagno La vasca da bagno offre la possibilità di godere di molti benefici, ma non è molto pratica per chi desidera fare una semplice e veloce doccia. Le tende per vasca da bagno rappresentano una valida alte...

My-Furniture 6 Piastrelle a specchio quadrate per muro 30cm x 30cm - bordi smussati - bagno e cucina

Prezzo: in offerta su Amazon a: 59€


La scelta delle piastrelle

Bagno piastrellato Sul mercato oggi sono disponibili tantissimi diversi materiali per il rivestimento del bagno, molti dei quali compongono piastrelle di diverse misure. La scelta dipende dall'effetto che si intende ottenere, dal budget e dallo stile del resto della casa. Le piastrelle in monocottura sono abbastanza resistenti e propongono diverse soluzioni cromatiche; si possono utilizzare anche piastrelle in gres porcellanato, magari che simuli il parquet, o anche in pietra naturale, particolarmente resistente. Le aziende che producono piastrelle per bagno propongono anche piastrelle in cotto trattato, in modo che assorba la minore quantità possibile di acqua. Conviene in genere selezionare materiale leggermente opaco, in modo che impedisca all'acqua di causare zone scivolose. Allo stesso tempo però, almeno per le pavimentazioni, è importante evitare le piastrelle ruvide, perché sarebbero difficili da pulire e i batteri potrebbero annidarsi tra le scabrosità del materiale.


La posa delle piastrelle del bagno

Piastrelle per bagno La posa delle piastrelle per bagno deve essere effettuata in modo perfetto, in modo da evitare che l'acqua penetri tra le fughe, causando dannose infiltrazioni. In particolare le zone critiche sono quelle che si trovano vicino alle prese d'acqua, come vicino al lavandino, dietro la vasca o all'interno del box doccia. Per questo motivo è consigliabile evitare il fai da te, contattando un piastrellista esperto. In molti casi il bagno viene rivestito con colori chiari, o molto squillanti e si tratta, in genere, di una stanza non eccessivamente grande; per questo motivo è fondamentale posare le piastrelle con estrema precisione, per evitare che si formino zone non allineate, dossi o cunette; dove, per altro, potrebbe anche confluire l'acqua che fuoriesce accidentalmente dai sanitari. Il massetto deve essere idrorepellente e si utilizza del mastice specifico, che ben sopporta il contatto con l'acqua.


Arredare bagno le piastrelle

Capita spesso che in casa si ristrutturino solo i bagni, evitando gli interventi in altri ambienti della casa. Questa occasione è perfetta per migliorare l'intera abitazione, dando vita a bagni dal design molto funzionale e dall'aspetto contemporaneo. Oggi si possono notare due diverse tendenze nella scelta delle piastrelle per bagno: da un lato c'è chi sceglie materiali chiari, dai toni tenui; dall'altro lato c'è chi preferisce un bagno ricco di contrasti, con piastrelle scure o in colori accecanti. Conviene in genere evitare le tonalità più cariche e cupe nel caso in cui il bagno abbia dimensioni modeste, o si rischia che la stanza appaia ancora più piccola di quanto non sia in realtà. Per bagni ampi, o da inserire in abitazioni di lusso, si possono preferire le piastrelle in pietra naturale, magari di ampie dimensioni, che donano alla stanza un aspetto solido e imponente.


Piastrelle bagno: Pulire piastrelle bagno

piastrelle per bagno moderno In genere per il rivestimento del bagno si utilizzano le piastrelle proprio perché sono facili e pratiche da pulire. Il gres, la monocottura, la pietra, si puliscono con un panno umido, o anche con detergenti igienizzanti, che contengono candeggina, ammoniaca o lisoformio. Queste sostanze infatti non rovinano in alcun modo le piastrelle, neppure se lasciate in posa per qualche minuto. In bagno si possono effettuare le pulizie anche con una scopa a vapore, grazie alla quale si igienizzano le superfici molto rapidamente, senza utilizzare alcun tipo di detergente. Nel caso in cui le piastrelle del bagno siano in pietra naturale occorre invece fare attenzione. Alcuni di questi materiali infatti possono essere molto resistenti all'umidità e agli urti, senza però sopportare il contatto con alcune sostanze detergenti. Prima di porre in opera le piastrelle, è bene verificarne i punti deboli; ad esempio, le piastrelle in marmo non possono venire in contatto con prodotti anticalcare, che li segnano irreparabilmente.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO