Travi

Le travi

Le travi sono parte integrante di qualsiasi costruzione. Sono infatti chiamate in questo modo tutte le strutture che permettono di sostenere il peso dei piani superiori, trasferendolo su se stesse dalle pareti. Sono disposte tipicamente in senso orizzontale, anche perché le "travi" verticali sono generalmente detti pilastri. Più o meno in ogni abitazione si possono utilizzare delle travi, ad esempio sopra le porte o le finestre; molto spesso però si tende a ritenere che tali strutture siano presenti solo in quelle costruzioni in cui sono mantenute a vista. Le travi possono essere in diversi materiali, di solito acciaio, legno o cemento armato. Nel caso delle travi in legno molto spesso si utilizzano per sostenere interi solai o tetti, e per la loro caratteristica bellezza vengono mantenute esterne alla muratura. Le travi in cemento armato sono invece del tutto invisibili dopo la posa delle solette e delle pareti dell'abitazione. Le travi in acciaio possono essere posizionate all'interno della struttura o all'esterno, e in genere hanno struttura a T o a H. Si fa un largo uso delle travi anche nella costruzione di ponti, terrazzi e balconi.
Soffitto con travi in legno

Travi effetto legno noce 05 X 10 3 M Noma Beam

Prezzo: in offerta su Amazon a: 43,68€


Travi in legno

Tetto con travi a vista Le travi in legno sono le più antiche, utilizzate dall'uomo anche nei secoli passati. Del resto il principio di costruzione che si utilizza posizionando delle travi di sostegno è abbastanza semplice e le abitazioni che si ottengono sono molto solide e pronte contro l'attacco delle sollecitazioni esterne e di quelle dovute al peso stesso della muratura. Il legno viene molto utilizzato anche per le travi moderne; anticamente si utilizzava di preferenza il legno massello, tipicamente di quercia o di abete. Oggi molto spesso si preferisce il legno lamellare, costituito da sottili strati sovrapposti di legno. Questo materiale è più leggero del legno massello, ma al contempo più resistente alle sollecitazioni ed al passare del tempo: non vi si formano crepe o rotture, che possono minare la stabilità stessa della trave. La bellezza delle travi in legno permette, molto spesso, di lasciarle a vista, in modo che se ne possa godere anche a costruzione terminata.

  • Struttura di travi lamellari Le travi lamellari sono dotate di un'alta capacità di carico, addirittura maggiore di quella delle tradizionali travi in legno massello, e di un'apprezzabile resistenza al fuoco. Possono essere realiz...
  • Travi in legno per interni I travi in legno per interni sono elementi tipicamente rettilinei o aventi una curvatura minima che vengono utilizzati per la realizzazione di varie strutture come ad esempio solati, tetti ma anche im...
  • Tetto di travi di legno Le travi in legno sono per lo più elementi rettilinei usati per realizzare impalcature, tetti, soffitti con travi a vista, solai, scale e molte altre strutture. I prezzi sono determinati da un lato da...
  • soffitto in legno lamellare Le travi in legno lamellare sono destinate a esigenze particolari in quanto questo materiale permette di superare i limiti di lunghezza del legno massello; infatti quest'ultimo non supera i 25-30 metr...

Wolfcraft 7658010 - Punta per travi di legno ø 8.0 x 250 mm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,42€


Travi in acciaio

Travi in acciaio Le travi in acciaio sono molto diffuse, ma difficilmente sono utilizzate per sostenere i tetti e i solai delle abitazioni. Sono invece le strutture più usate nelle costruzioni di ampie dimensioni, come ad esempio grattacieli o ponti. Questo perché l'acciaio ha una grande capacità di assorbire le spinte laterali e dall'alto e permette di costruire strutture impossibili con altri materiali, quali il legno. Esistono diverse tipologie di travi in acciaio, che si differenziano tra loro per la forma: a I, a H, a L, a C, e così via; la lettera non è una mera denominazione tecnica, perché descrive perfettamente la sezione della trave. Questo tipo di travi sono in genere annegate all'interno delle strutture in muratura, in modo che non si possano notare dall'esterno. In alcune occasioni, soprattutto nel caso di loft industriali o di abitazioni di pregio, le travi sono lasciate a vista, a volte anche dipinte in colore contrastante con quello delle pareti. Si utilizzano molto spesso travi in acciaio anche per predisporre gli architravi di porte e finestre.


Travi in cemento

Travi in cemento armato Nel corso degli anni il ricorso a travi in cemento è sempre più ampio, sia in costruzioni di ponti o di strutture di ampie dimensioni, sia nelle comuni abitazioni. Si tratta di travi precostruite, che vengono inserite nella struttura per sopportare carichi superiori. Le travi in cemento armato sono costituite da lunghi tratti di tondino metallico, annegati all'interno di un impasto di cemento. Sono disponibili travi in cemento armato generalmente piatte, anche se è possibile trovarne di forme diverse, molto simili a quelle in acciaio, quindi a H o a L. Nella gran parte dei casi, soprattutto nelle abitazioni, le travi in cemento non si possono vedere dall'esterno della muratura. In altre occasioni, come ad esempio per quanto riguarda le travi di sostegno delle coperture di palestre o capannoni, le travi rimangono ben visibili anche a costruzione terminata.


Manutenzione delle travi

Le travi sono elementi di sostegno strutturale, che assorbono parte delle spinte laterali e di pressione causate da un'intera abitazione, da un solaio o da un tetto. La loro funzionalità dipende strettamente dalla loro totale integrità. Per questo conviene valutare periodicamente che le travi sino in perfetto stato, senza zone erose o sgretolate. La maggiore preoccupazione si ha con le travi in legno, visto che le intemperie, o la pressione stessa, possono con il tempo rovinarle, causando una minore resistenza ai carichi. Anche le travi in altri materiali possono andare incontro a danni dovuti all'usura, per questo motivo è bene effettuare una regolare revisione delle strutture. Le travi in legno e in acciaio a vista devono anche essere periodicamente trattate, per evitare che subiscano danni dovuti all'umidità presente nell'aria.


Calcoli strutturali

trave in legno Per chi non si intende di costruzioni spesso la presenza di travi risulta esclusivamente una questione visiva, decorativa. Invece le travi sono importanti elementi strutturali in qualsiasi costruzione; se se ne togliesse anche solo una è possibile che tutta l'abitazione o il capannone crolli. Per poter posizionare in modo corretto le travi si effettua quello che, in gergo, è chiamato calcolo strutturale. Generalmente è un ingegnere edile che si occupa di questa operazione, che riguarda la valutazione del peso che ogni parete e solaio dovrà sopportare, in modo da inserire il corretto numero di travi. In questo modo si ha la certezza di posizionare le travi nei punti migliori possibili e nel numero corretto perché la struttura risultante sia duratura e solida. Le sollecitazioni cui sono soggette le travi sono in genere elevate, per questo è fondamentale che il calcolo strutturale sia effettuato con estrema accuratezza.




COMMENTI SULL' ARTICOLO