Tetti e solai

La struttura portante di un edificio ha la caratteristica di essere la parte più solida della intera struttura e per proteggerla nel tempo, occorre progettare una corretta copertura ed una adeguata impermeabilizzazione di tetti e solai. Solo proteggendo in maniera uniforme l'abitazione, si potranno evitare infiltrazioni, perdite di stabilità, erosioni e cedimenti che potrebbero minare seriamente la tenuta e la durata dell'edificio stesso. Per raggiungere un livello soddisfacente di protezione, il primo passo è quello di scegliere la copertura più adatta al tipo di struttura, per tetti e solai l'importante è che oltre che nella fase realizzativa, negli anni venga svolta un'opportuna manutenzione dei componenti che maggiormente sono soggetti ad usura. Gli agenti atmosferici infatti operano una lenta e minuziosa erosione su tetti e solai, in particolar modo sui punti deboli di congiunzione e negli angoli delle coperture, ... continua

Articoli su : Tetti e solai


1          3      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
1          3      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
prosegui ... , che può non essere facilmente notata, fino a quando non compaiano segni evidenti della irreversibilità della lesione. Quindi nella fase di progettazione, a seconda dell'esposizione della casa ai vari tipi di agenti atmosferici è doveroso considerare una più o meno efficace impermeabilizzazione e una pendenza più o meno forte. Ad esempio, il miglior sistema per permettere il deflusso naturale della neve è pur sempre quello di progettar una tettoia a spiovente, piuttosto che un solaio che non facilita lo smaltimento delle acque allo stesso modo. Quando si parla di tettoie, non si fa riferimento quindi solo ad una scelta stilistica, che pure in certe zone è obbligatoria perché prescritta dai regolamenti paesaggistici comunali e regionali, ma soprattutto funzionale. Abbandonando il più risalente concetto di tettoia con tegole e legno, oggi è possibile ottenere il medesimo effetto ottico, con l'utilizzo di materiali più moderni ed efficaci. Sotto le classiche tegole in cotto, è possibile ad esempio installare dei pannelli isolanti, tra la copertura e il legno portante, che assicurano un buon livello di mantenimento del calore interno d'inverno ed evitano che il calore esterno d'estate possa penetrare facilmente nella struttura. L'impermeabilizzazione è invece ottenibile grazie a delle guaine costituite da polimeri realizzati con mescole più o meno intense anche a seconda delle temperature cui sono esposte. Ancor più importante, prima ancora della realizzazione della guaina, è l'apposizione sulla struttura portante della pellicola liquida che va a fare da collante tra il legno o l'alluminio e la guaina di asfalto stessa.

Per quanto riguarda i solai in muratura, bisogna distinguere tra solai calpestabili e non; per i primi il progetto oltre ad essere più complesso, dovrà prevedere la realizzazione di un multistrato impermeabile, poiché a causa delle continue sollecitazioni, un'unica guaina potrebbe cedere facilmente. La scelta delle mattonelle è ugualmente importante ma lo è ancora di più la realizzazione di una buona posa con l'uso di materiali di qualità, specialmente i collanti che possano garantire una tenuta eccellente tra le giunture. La cosiddetta soglia invece rappresenta per i solai il vero tallone d'Achille, poiché, è più esposta all'effetto erosivo degli agenti atmosferici e la guaina e facilmente usurabile. Spesso si utilizzano marmi e coperture delle soglie, che si pensa siano indistruttibili e impermeabili già da se, senza tenere conto del fatto che tra gli interstizi stessi di giunzione tra i marmi, l'acqua trova una facile via di fuga, andando ad intaccare le zone sottostanti. Da questo dato emerge la necessità di utilizzare una guaina multistrato che sia particolarmente ispessita e proteggerla con uno spessore di intonaco di buona qualità. Ancora, l'utilizzo di pittura per esterni, per tetti e solai, con polimeri isolanti, potrebbe sembrare una scelta anch'essa solo decorativa, ebbene il ruolo impermeabile che essa svolge sulla struttura è spesso sottovalutato molto; ridipingere le solette o anche i muri, specialmente nelle zone di scolo è invece fondamentale per una tenuta nel tempo. Le pendenze dei solai devono essere ben calcolate in funzione degli scoli, che vanno sempre lasciati puliti e liberi da ostruzioni. Una adeguata messa in opera e la scelta dei materiali giusti, può consentire di non incorrere in numerose noie, anche dispendiose e difficili da risolvere dato che spesso non è facile rintracciare l'origine delle perdite in tetti e solai.