Bonsai hibiscus

Il bonsai Hibiscus: caratteristiche

Il bonsai Hibiscus (o Ibisco) è una pianta da esterni, che presenta un'abbondante fioritura in primavera inoltrata e estate, mentre durante la stagione invernale è completamente priva di foglie. Nonostante sia una pianta da posizionare all'esterno e che non teme situazioni estreme come gelo e siccità, dovrà essere ugualmente protetta dalle condizioni climatiche come pioggia e vento che potrebbero indebolirla, e posizionarla in un luogo ben luminoso e soleggiato. Nella coltivazione del bonsai Hibiscus, bisogna fare particolarmente attenzione alla possibilità di marciume radicale, soprattutto se il vaso non fosse abbastanza traspirante e alle infestazioni degli Afidi e Cocciniglie; quest'ultime in particolar modo, lasciano sulle piante delle incrostazioni biancastre che dovranno essere rimosse manualmente con l'aiuto di un poco di olio di pino ed uno spazzolino.
Bonsai Hibiscus con fiori rossi

Rose creare 2 pz 10,2 cm bianco vasi bonsai, mini ceramica piante succulente vaso per fiori con ganci – Confezione da 2

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,49€


Annaffiatura, concimazione e potatura

Pianta bonsai Hibiscus L'annaffiatura del bonsai Hibiscus deve essere fatta in tutte le stagioni (intensificandola durante quella vegetativa) e adeguandola alle condizioni climatiche, alle caratteristiche drenanti del terriccio, alla grandezza del vaso e, naturalmente, alla necessità specifica della pianta. L'acqua deve essere fornita alla pianta in maniera lenta con l'aiuto di una doccetta e ripetendo l'azione dopo pochi minuti, per facilitarne l'assorbimento da parte del terreno e favorirne il drenaggio. La concimazione del bonsai Hibiscus va effettuata all'inizio della stagione autunnale o in primavera, oltre che nei periodi caldi, preferibilmente con concimi liquidi. La potatura di formazione del bonsai invece, va eseguita durante la stagione primaverile, mentre durante la fase intensa di fioritura e vegetazione si effettuano interventi di cimatura e defogliazione. Anche durante gli altri periodi dovranno essere fatti degli interventi di mantenimento per consolidare la struttura della pianta.

  • Bonsai di pesco in fiore Il bonsai di pesco è caratterizzato da un fusto eretto molto resistente e da foglie lanceolate aventi una colorazione verde brillante. In primavera i suoi fiori rosa creano una chioma appariscente e b...
  • Bonsai Ficus Ginseng Il Ginseng Ficus, chiamato anche Banyan fico o Ficus Retusa, è una delle varietà più comuni di Ficus Microcarpa. Si tratta di un bonsai tra i più amati, non solo perché è facile da curare, ma anche pe...
  • La cura di un bonsai La tecnica del bonsai è molto antica ed ha origine in Cina, per poi essere perfezionata in Giappone. Il termine bonsai significa piantare in ciotola, poiché infatti tale metodologia di giardinaggio co...
  • Il Bonsai Serissa Il tipo di potatura dipende dallo stile che si è scelto per il bonsai. Con la potatura vanno eliminati tutti i rami che crescono verticalmente, verso l’interno, o che si incrociano e quelli doppi, cio...

|8 pezzi | Set per Irrigazione a Goccia LBELL Sonde di auto-irrigazione, Irrigazione Automatica per Interno Bonsai Impianto Fiore

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,99€
(Risparmi 5€)


Bonsai hibiscus: Rinvaso e applicazione fili e tiranti

Ibisco bonsai Il rinvaso è una fase molto delicata, anche più della potatura in sè, poiché si va ad intervenire sulle radici, per questo motivo deve essere effettuata durante il periodo di riposo vegetativo. Il rinvaso è un'operazione che va effettuata più volte nel corso della vita del nostro bonsai, ed in relazione alla sua età: durante i primi anni di vita, si effettua annualmente o una volta ogni due anni, poi si va diradando fino ad effettuarla ogni 5 anni una volta raggiunta l'età adulta. Il substrato ideale è sicuramente in grado di assicurare un ottimo drenaggio, e sarà perciò composto per metà da terriccio universale e per l'altra metà da torba e sabbia, mentre sul fondo del vaso adagiare uno strato sottile di pietrisco.

Nel caso di un bonsai Hibiscus è sconsigliata l'applicazione di fili e tiranti a causa della fragilità dei suoi rami, tuttavia il periodo migliore per farlo coincide con la stagione vegetativa dove si può intervenire sui rami novelli senza molta difficoltà; dopodiché i fili andranno lasciati per alcuni mesi, per abituare il ramo alla posizione.



COMMENTI SULL' ARTICOLO