Prezzi pannelli fotovoltaici

Vantaggi e svantaggi di un impianto fotovoltaico domestico

Mettere un impianto fotovoltaico è, innanzitutto, un vantaggio per chi vuole risparmiare sulla bolletta della luce. La produzione di energia elettrica consentita da un impianto fotovoltaico domestico permette, infatti, di consumare durante il giorno, sopratutto energia autoprodotta, riducendo il prelievo dalla rete e quindi di ridurre i costi della bolletta energetica. Un altro vantaggio importante di un impianto fotovoltaico è la detrazione del 50% della spesa dalle tasse, inoltre produrre energia con i pannelli fotovoltaici permette indubbi vantaggi ambientali diminuendo l'inquinamento. Ovviamente l'installazione di un impianto fotovoltaico comporta dei costi che, però, con il tempo, saranno recuperati grazie ai notevoli risparmi conseguiti sulle bollette e sulle tasse. Di fatto, la spesa di installazione di un impianto fotovoltaico è un investimento che a lungo termine, verrà completamente recuperato e permetterà un vero e proprio guadagno successivo, nonostante non siano più in vigore gli incentivi.
Casa con impianto fotovoltaico

Pannello Solare 100W Monocristallino per Camper. Kit completo di Accessori per il montaggio e di Regolatore 10A

Prezzo: in offerta su Amazon a: 189€
(Risparmi 40€)


Com'è fatto e come installare un impianto fotovoltaico

Rappresentazione di impianto fotovoltaico Installare un impianto fotovoltaico non è un'impresa particolarmente difficoltosa ma necessita di un minimo di cognizioni tecniche, inoltre, per collegarlo alla rete e accedere agli sgravi fiscali previsti, sono necessarie alcune certificazioni. In ogni caso, per installare un impianto fotovoltaico sul tetto di casa propria è opportuno avere una buona esposizione a sud e, per prima cosa, è importante montare una struttura di supporto e sostegno che consenta ai pannelli di avere la giusta inclinazione a circa 30°. La potenza in chilowatt installabile dipende esclusivamente dallo spazio disponibile sul tetto e dal proprio budget, diciamo che per una famiglia media l'optimum va dai 3 ai 6 chilowatt. Una volta effettuati tutti i collegamenti i pannelli vanno collegati a un inverter per trasformare l'energia prodotta da corrente continua in corrente alternata. A questo punto la corrente è disponibile per il consumo casalingo.

    Luci Solari Esterno OxyLED Luce Solare da Muro Dual Motion,Identificazione di Movimento a 210 Gradi,Lampada Wireless ad Energia Solare,Esterno Impermeabile con Sensore di Movimento,Illuminazione di Sicurezza per Esterni a 12 LED,5 Modalità Funzione per Parete,Muro,Giardino,Terrazzino,Cortile,Casa,Corridoio,Patio ecc 1 Pezzi

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,99€
    (Risparmi 4€)


    Come massimizzare il rendimento dei pannelli fotovoltaici

    Massimo sfruttamento del tetto. La produzione di corrente elettrica da parte di un impianto fotovoltaico avviene esclusivamente di giorno e la potenza effettiva di produzione varia notevolmente in funzione posizione geografica, della stagione e del clima. Un impianto posizionato in Italia meridionale, a pari potenza, produrrà di più rispetto a uno posto, ad esempio, in Lombardia. In una giornata assolata l'impianto produrrà a piena potenza e il migliore rendimento lo si otterrà nei mesi caldi, grazie anche alle maggiori ore di sole, con il picco che sarà toccato durante il mese di giugno. Al contrario, durante i mesi freddi, quando le ore di luce sono minori e il clima è spesso nuvoloso, la produzione sarà minore, con il picco di minima nel mese di dicembre. Per mantenere costante la produzione di energia al massimo possibile è opportuno pulire periodicamente la superficie dei pannelli con appositi prodotti.


    Aumentare il risparmio grazie all'uso degli accumulatori

    Pannelli fotovoltaici a terra Come sappiamo, l'impianto fotovoltaico produce energia solo durante le ore di luce, in questo modo risparmi e vantaggi sono limitati alla sola parte diurna della giornata. Per minimizzare questa limitazione è possibile ricorrere ad alcuni accorgimenti, utilizzando, ad esempio, gli elettrodomestici a maggior consumo, come lavatrice e scaldabagno, durante le ore di massima produzione di energia da parte dei pannelli fotovoltaici. Inoltre, considerando che durante il giorno difficilmente la famiglia, tra lavoro e scuola, impegna completamente la produzione di energia, si può tentare di conseguire un ulteriore risparmio installando degli accumulatori in grado di immagazzinare la corrente in eccesso e di renderla disponibile nelle ore in cui i pannelli non producono più o hanno produzione insufficiente a coprire la richiesta. Una volta esaurita la corrente accumulata si tornerebbe a utilizzare la corrente della rete.


    Suggerimenti per guadagnare con i pannelli fotovoltaici

    Per chi possiede una casa indipendente con la disponibilità di un appartamento da affittare è possibile rifornire di energia elettrica il proprio inquilino facendosi pagare il consumo, permettendo al locatario di risparmiare sui consumi e ricavando un piccolo guadagno personale.

    È anche possibile, per chi non avesse la disponibilità economica o la voglia di installare sul proprio tetto un impianto fotovoltaico, nonostante il notevole calo dei prezzi dei pannelli fotovoltaici, mettere il proprio tetto a disposizione di un soggetto terzo che volesse farne uso, che provvederà a installare l'impianto, sostenendone le spese.

    Si potrà ricavare da questa possibilità o una condivisione dell'energia prodotta o, in alternativa, un piccolo canone per l'affitto della superficie impegnata dai pannelli fotovoltaici.


    Prezzi pannelli fotovoltaici: I prezzi attuali dei pannelli fotovoltaici

    pannelli Con la fine degli incentivi statali in denaro, il mercato dei pannelli fotovoltaici è diventato particolarmente conveniente, poiché la domanda di impianti fotovoltaici è considerevolmente diminuita, provocando un ribasso dei prezzi.

    Per molti, negli anni passati, l'installazione di un impianto fotovoltaico sulla propria casa o sui propri terreni è stata, grazie ai generosi incentivi concessi dallo stato, una vera e propria speculazione economica.

    Grazie alla fine degli incentivi, però, i costi di installazione di un impianto fotovoltaico sono notevolmente diminuiti, al punto che oggi installare un chilowatt costa mediamente tra i 2000 e i 2500 euro, contro gli oltre 7000 di soli 4 o 5 anni fa.

    In effetti, il costo dei pannelli è oggi molto conveniente e permette, a fronte dei risparmi conseguiti e delle detrazioni fiscali in ragione del 50% della spesa, un rientro dell'investimento in poco più di sei o sette anni.


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO