Vetrate per interni

Perché scegliere vetrate per interni

Realizzate spesso sulla base di progetti specifici, le vetrate per interni sono utilizzate sovente per dividere due ambienti senza isolarli in maniera drastica o come semplice elemento estetico e decorativo. Una vetrata colorata con fantasie astratte o liberty o qualsiasi altro stile si voglia adottare e si confaccia all’ambiente, può rendere più luminosa una stanza e ravvivare l’arredamento circostante. Immaginate, a tal proposito, l’effetto elegante che delle vetrate per interni decorate con gusto potranno conferire ad un salotto o ad un ingresso arredato con divani e mobili dai toni tenui e delicati. Il risultato che si otterrà sarà quello di separare le varie stanze o porzioni di appartamento senza rinunciare alla luce dando l’impressione che la vostra casa sia grande e luminosa. Una soluzione originale, dunque, che trae spunto dalla migliore tradizione artigiana.
Vetrata per interni divisoria

ZHANWEI Telone da Telo Occhiellato Retinato Copertura Teloni Balcone Finestra Ombra Trasparente Vetro Morbido, 5 Taglie (Colore : Pulire, Dimensioni : 4x1.8m)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 82,83€


Inserire vetrate per interni

vetrate divisorie I vetri per interni possono essere utilizzati con risultati assai suggestivi e belli nella realizzazione di porte finestre o di intere pareti. Il vetro, in questo caso e a seconda dell’ambiente che dovrà, almeno idealmente, isolare, potrà essere lasciato chiaro e trasparente, con la funzione di separare solo acusticamente gli ambienti, oppure essere satinato o decorato con disegni colorati e non. Le vetrate per interni prive di ornamenti rappresentano una soluzione spesso usata negli uffici. Nelle abitazioni, le pareti a vetro e vetrate per interni sovente ornate di disegni sono spesso installate nelle zone giorno, per dividere il salotto dall’ingresso o dalla cucina oppure per isolare la parte della casa dedicata al riposo dalle altre. Le vetrate per interni possono essere costruite da pannelli mobili oppure ricoprire solamente una porta circoscritta in un telaio in alluminio e acciaio o, a seconda dello stile dell'abitazione, entro un supporto di legno.


  • Lavorare il vetro. La lavorazione del vetro prevede molteplici tecniche: la colatura, ad esempio, è una tecnica più antica che fonde la pasta vitrea per farla colare poi all'interno di stampi chiusi. Il prodotto ottenut...
  • Detergente composto da limone e aceto Inutile dire che anziché spendere ingenti somme di denaro in detersivi ad alto contenuto chimico, è possibile lavare, pulire e disinfettare i vetri delle finestre di casa anche con i cosiddetti rimedi...
  • doppia finestra Le doppie finestre fanno al caso vostro sia che viviate in una casa di campagna o in città. Il perché? Semplice. Le doppie finestre apportano numerosi vantaggi, come in primissimo luogo l’isolamento t...
  • Pellicole oscuranti applicate sui vetri La pellicola per vetri viene realizzata con differenti metodologie e può assolvere a funzioni diverse oppure complementari fra di loro. Le pellicole più utilizzate in assoluto sono quelle oscuranti ch...

G.F. Lavabottiglie Idraulico

Prezzo: in offerta su Amazon a: 53,37€


Vetrate per interni: Realizzare vetrate per interni

vetrata decorativa Le vetrate per interni dovranno essere create appositamente da un artigiano vetraio, soprattutto se avranno anche la funzione di pareti a scomparsa o simili. A seconda della complessità del progetto, si potrà richiedere l’intervento di arredatori per interni e architetti. L’eventuale decorazione della vetrata potrà essere realizzata sia con l’antichissima tecnica della vetrofusione, che prevede di mescolare smalti e sostanze al vetro in fase di lavorazione al fine di conferire particolari sfumature di colore, sia tramite incisione su vetro. I costi di realizzazione delle vetrate per interni varieranno a seconda dell’ampiezza delle vetrate stesse e dalle eventuali decorazioni, ma l’effetto suggestivo che sapranno regalare all’ambiente ripagherà il costo che una lavorazione artigiana di tal fatta comporta.



COMMENTI SULL' ARTICOLO