Calce

Che cos'è la calce

La calce è uno dei materiali più antichi che ancora oggi viene adoperato nell'edilizia. Basti pensare che questo materiale è stato rinvenuto come legante in una pavimentazione risalente al 7000 a.C. ubicata al confine fra il Libano e Israele. La calce viene prodotta cuocendo in fornaci le rocce di tipo calcareo a una temperatura prossima ai 1000°C. Da questo processo si ottiene la calce viva che per poter essere impiegata nell'edilizia deve essere sottoposta a un processo atto a idratarla. La calce idrata o calce spenta, è una polvere bianca. Se impastata con acqua crea una sostanza lattiginosa chiamata grassello di calce. A seconda della reazione che ha quando viene miscelata per preparare la malta, la calce può essere suddivisa in due tipologie: calce aerea e calce idraulica.
Calce idrata

ParexGroup 0741 - Fiori di calce idrata, 5 kg

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,64€
(Risparmi 1,32€)


La malta di calce

Impasto di malta di calce idrata La malta di calce idrata, detta anche calce spenta, può essere lavorata con facilità e viene adoperata per realizzare gli intonaci ma anche come legante per i mattoni in ambienti interni. La migliore proporzione per la sua realizzazione ha la formula 1-3-1 ovvero viene preparata con una parte di calce, tre parti di aggregato che solitamente è costituito dalla sabbia e una parte di acqua. Quando si ha la necessità di preparare un impasto adatto per intonacare le proporzioni sono molto diverse. Per un intonaco rustico sono di 1-1,5-1 mentre per gli intonaci civili da stendere in spessori di pochi millimetri il rapporto ideale è di 1-1-1. Per formare un impasto qualitativamente eccellente è preferibile miscelare prima l'aggregato con la calce e solo in un secondo momento aggiungere l'acqua poco alla volta fino ad ottenere una pasta morbida.

  • Gettata di calcestruzzo per edilizia Il calcestruzzo, chiamato nel linguaggio comune cemento armato e nell'edilizia conglomerato cementizio armato, viene impiegato come materiale da costruzione. Gli usi principali riguardano la realizzaz...
  • Costruzione di un muro in cemento armato Il cemento armato, chiamato anche calcestruzzo armato, è un materiale edile impiegato normalmente per costruire edifici, pareti, fondamenta e muri di sostegno. È costituito da un'armatura di barre di ...
  • Cemento con armatura a vista Il cemento armato precompresso è un materiale utilizzato nell'edilizia composto da calcestruzzo, ovvero una miscela di sabbia, cemento, acqua ed elementi lapidei come la ghiaia, e barre di acciaio; a ...
  • Viti autofilettanti per calcestruzzo Le viti per calcestruzzo rappresentano un prodotto innovativo ed utile, adatto non solo per cemento armato, ma anche per materiali come pietre calcaree e naturali, arenarie, marmo ed altro ancora: mat...

Pittura bianca per interno traspirante a base di grassello di calce - BIANCOCALCE 5 LT BIANCA E MULTICOLOR

Prezzo: in offerta su Amazon a: 20,99€


La calce idraulica

Mattoni legati con calce idraulica Questo tipo di calce appartiene alla famiglia dei leganti idraulici ovvero ai cementi. Non a caso può essere menzionata anche con il nome di cemento povero poiché ne ha tutte le caratteristiche sia per quanto riguarda la resistenza che la struttura. I due materiali si differenziano per il tempo di cottura nonché per il quantitativo di argilla presente nei due prodotti. La calce idraulica naturale deve essere cotta a 1000°C per 36 ore mentre il cemento deve rimanere in fornace per 45 minuti a 1450°C. Per quanto riguarda il contenuto d'argilla, la calce idraulica ne ha una percentuale variabile dal 20 al 22% mentre il cemento ne può contenere dal 25 al 27%. La calce idraulica deriva dalla cottura dei calcarei argillosi ma quelle di ultima generazione possono contenere anche calcarei silicei e hanno un costo decisamente inferiore rispetto alla tradizionale calce idraulica.


Le caratteristiche della calce aerea

Malta di calce stesa in maniera meccanizzata La malta di calce aerea si ottiene miscelando un volume di grassello di calce assieme a due o tre volumi di sabbia. E' preferibile optare per la sabbia di fiume perché quella che proviene dagli impianti di macinazione sovente contiene un buon quantitativo di impurità. La malta ottenuta è plastica e garantisce un'elevata facilità di lavorazione. E' caratterizzata da una notevole ritenzione idrica e per tale ragione non è adatta da adoperare per lavori all'esterno. Assorbe bene l'energia delle deformazioni elastiche ed è molto traspirabile. Questa caratteristica permette di avere un elevato smaltimento dell'umidità presente all'interno degli ambienti domestici. In commercio vengono proposte dai vari marchi specializzati in prodotti per l'edilizia malte già pronte all'uso in sacchi in materiale plastico con caratteristiche speciali.


Malte di calce bastarde o composte

Queste malte di calce vengono ottenute aggiungendo un legante alla calce idraulica con lo scopo di migliorarne le caratteristiche principali. I leganti adoperati più comunemente sono il cemento per incrementarne la resistenza meccanica oppure il gesso che favorisce la presa ma anche la rapidità di indurimento.

Le malte di calce composte, dette comunemente bastarde, si preparano miscelando una parte di cemento con 3 parti di calce e 10 parti di sabbia. Il quantitativo d'acqua da aggiungere per ottenere un impasto ottimo è di 3 parti.

Prima di utilizzare le malte è necessario tenere in conto che hanno lo svantaggio di aggredire tutti gli elementi metallici come i manufatti anodizzati ma anche l'acciaio zincato e il piombo. Il contatto diretto fra le parti metalliche e le malte deve essere evitato proteggendo con fasciature o altri sistemi ogni elemento contenente metallo.


Calce: Utilizzi delle malte di calce

malte di calce Le malte di calce vengono adoperate per numerose applicazioni differenti in edilizia. Sono l'ideale per realizzare murature e intonaci perché hanno il vantaggio di aderire bene a tutti i materiali da costruzione creando un tutt'uno con la struttura a indurimento avvenuto.

Le malte ordinarie che hanno come base la calce aerea sono indicate per la realizzazione di pareti interne e per intonacare gli ambienti protetti dagli agenti atmosferici. C'è la possibilità di creare grandi spessori senza incorrere nel pericolo di trovare fessurazioni alla fine dei lavori. Le malte di calce idraulica invece sono più utilizzate per edificare muri esterni e di tamponatura ma anche per intonacare pareti esterne. Le malte bastarde sono eccellenti leganti per mattoni e possono essere adoperate indifferentemente in ambienti interni così come in ambienti esterni.



COMMENTI SULL' ARTICOLO