Motozappa

La motozappa: un attrezzo davvero utile

La motozappa, conosciuta anche con il nome di motocoltivatore, non è altro che l’evoluzione della zappa manuale. Quest’ultima, però, permetteva di smuovere poca terra per volta, rendendo i lavori agricoli lunghi e faticosi. Aggiungendo quindi un motore alla zappa ed aumentandone le dimensioni, si è dato vita ad un attrezzo in grado di semplificare la lavorazione superficiale del terreno. La motozappa viene impiegata sia in agricoltura che in giardinaggio, con lo scopo di preparare il terreno alla successiva semina. Per funzionare, un motocoltivatore necessita di un addetto che stia in piedi dietro ad esso e lo manovri lungo la direzione da seguire. Di qualsiasi dimensione lo si acquisti, questo attrezzo è sempre dotato di un motore a scoppio, un unico albero motore ed un manubrio in cui sono posizionati i comandi. Le ruote sono motrici e spesso hanno la possibilità di frenare separatamente, consentendo di girare la motozappa anche in spazi angusti.
Agricoltore al lavoro con la motozappa

Einhell GC-RT 1440 M Zappatrice Elettrica, 1400 W, 40 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 133,89€
(Risparmi 16,06€)


Motozappe piccole e medie

Esempio di motozappa piccola In commercio esistono sei tipi diversi di motozappe. Conoscerne le differenze sarà indispensabile durante la fase d’acquisto, in modo da comprare il modello più idoneo alle proprie necessità. Il primo tipo è rappresentato dalle motozappe a benzina serie piccola. In questo gruppo rientrano tutte le motozappe di piccole dimensioni, ideali per terreni con estensione ridotta. Sono sempre dotate di un motore a benzina a 4 tempi, una trasmissione superiore a cinghia ed una trasmissione inferiore a catena (solitamente in bagno d’olio). L’ideale è utilizzare questi modelli su terreni abbastanza pianeggianti e possibilmente già dissodati. Il secondo gruppo comprende le motozappe a benzina serie media. I modelli che appartengono a questa categoria, sono notevolmente più grandi dei modelli precedenti e permettono di lavorare su terreni più estesi. Nonostante il motore e la trasmissione siano identici ai modelli piccoli, con queste motozappe sarà possibile operare anche in terreni duri, sassosi e con la presenza di dislivelli.

    Greencut GTC9063 Motozappa compatta, a benzina, colore: arancione, 65 cc

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 172,62€
    (Risparmi 10,06€)


    La motozappa pesante ad ingranaggi

    Esempio di motozappa ad ingranaggi Altre due categorie di motocoltivatori prendono il nome di motozappe pesanti con cambio ad ingranaggi. Si differenziano appunto in due gruppi dato che uno comprende i modelli a benzina, mentre l’altro tutti i modelli che funzionano a diesel. Indipendentemente dal gruppo, si tratta in entrambi i casi di attrezzi di grandi dimensioni, destinati soprattutto ad un uso professionale. Il motore a 4 tempi è molto più potente rispetto alle motozappe di uso domestico e soprattutto la trasmissione è realizzata interamente ad ingranaggi in bagno d’olio. Il connubio tra la potenza del motore e gli ingranaggi dà vita a delle motozappe in grado di operare su qualsiasi tipo di terreno. Da notare, però, che si tratta in entrambi i casi di modelli molto pesanti da condurre, quindi servirà una certa prestanza fisica per poter manovrare una motozappa di questo tipo. Nel caso ci si orienti su questo acquisto, si dovrà prestare attenzione al motore. I modelli migliori, infatti, montano motori Honda, mentre i modelli più economici e meno duraturi sono certamente di importazione extraeuropea.


    Le motozappe elettriche

    Esempio di motozappa elettrica Un discorso a parte sono invece le motozappe elettriche. Anche in questo caso esistono due categorie ben distinte. La prima comprende le motozappe con motore diesel ad avviamento elettrico. Questi attrezzi, infatti, sono dotati sia del classico avviamento manuale a strappo, che di una chiave presente sul manubrio responsabile dell’avviamento elettrico. Ad oggi esiste solamente il modello a diesel, dato che questo motore ha una straordinaria durata negli anni, si avvia facilmente anche dopo lunghi periodi di inutilizzo ed ha consumi molto ridotti. I modelli migliori presentano un motore Lombardini o uno Hurricane (con il miglior rapporto tra qualità e prezzo). Il secondo gruppo comprende invece le motozappe elettriche, ovvero attrezzi alimentati da un motore elettrico funzionante a 220 volts. Il loro utilizzo è imprescindibile dalla presa elettrica. Si tratta di modelli molto piccoli, ideali per scopi domestici e per quanti non vogliono occuparsi della manutenzione di un motore a scoppio (cambio olio, pulizia filtri e candele, ecc).


    Motozappe a benzina medio-piccole

    L’ultimo tipo di motocoltivatori esistenti comprende le motozappe a benzina di dimensioni medio-piccole. Nonostante i modelli di questa categoria abbiano dimensioni abbastanza contenute (e quindi siano molto facili da manovrare), si è deciso di dotarle di ingranaggi a bagno d’olio, in modo da renderle molto simili alle versioni professionali (in genere molto più grandi). Questo permette di impiegarle su terreni di discrete dimensioni, anche se duri o sassosi. Sono l’ideale per chi desidera una motozappa per usi domestici, ma non vuole rinunciare alla potenza di una macchina più grande. Di solito presentano una sola marcia ed anche in questo caso le migliori montano un motore Honda, che da sempre garantisce basse emissioni nocive. La panoramica effettuata permetterà quindi di orientarsi all’acquisto, sia online che in negozio, ricordandosi però di controllare determinate caratteristiche prima di concludere l’affare.


    Motozappa: Il momento dell’acquisto

    motozappa Se dunque ci si sta approcciando all’acquisto di una motozappa, ci saranno alcune caratteristiche da valutare sui modelli prescelti. In primo luogo vi è il motore montato. Va da sé che un motore Honda o Lamborghini siano sinonimo di buone prestazioni e durevolezza nel tempo. La presenza di un motore non marchiato sul motocoltivatore, invece, farà immediatamente capire la provenienza estera del prodotto, con una conseguente incognita per quanto riguarda le prestazioni. Una volta decise poi le dimensioni della motozappa necessaria, sarà il caso di controllare il numero di zappe presenti nella parte a contatto col terreno, per capire se saranno sufficienti per far fronte al terreno che ci si appresta a lavorare. Altra caratteristica importante è la presenza della retromarcia. I modelli che ne sono forniti permettono di risparmiare un notevole quantitativo di tempo, evitando di girare la motozappa e quindi semplicemente tornare indietro. Da valutare, poi, l’acquisto di un modello usato su siti come eBay o Amazon. Si possono infatti facilmente trovare motozappe usate davvero poco e quindi in ottime condizioni di conservazione.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO