Cacciavite

Le caratteristiche del cacciavite

Il cacciavite è un elemento indispensabile per costruire un mobile fai da te. Esso permette, appunto, di avvitare e svitare le viti che tengono insieme le varie parti di una struttura. Ruotandolo in senso orario si procederà all’avvitamento, mentre in senso antiorario allo svitamento. È normalmente costituito da un’impugnatura che ne facilita la presa e da un tondino d’acciaio temperato incastrato nell’impugnatura stessa. La punta del tondino può assumere varie forme, a seconda delle quali il cacciavite prenderà un nome diverso e sarà in grado di operare su diversi tipi di viti. Un cacciavite può essere acquistato singolarmente o in set composti da esemplari di varie dimensioni. In entrambi i casi, comunque, il prezzo d’acquisto non sarà eccessivamente elevato. Sono sempre più comuni, infine, i cacciaviti d’importazione venduti all’incirca ad 1,00 euro l’uno, ma che non garantiscono una durata apprezzabile.
Set di cacciaviti

KIT 10 PEZZI ADATTATORE PORTALAMPADA PER BOTTIGLIA COMPLETI CON ASSE FILATTATO 40MM

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,9€


I tipi più comuni di cacciavite

Esempio di cacciavite “Pozidriv” Tra i molti modelli di cacciavite in commercio, tre sono quelli più conosciuti ed utilizzati. Il primo è quello “spaccato”. Questo vuol dire che la punta del tondino è piatta e sottile (appunto chiamata “a taglio”) e permette di avvitare le cosiddette viti “spaccate”. È disponibile in varie misure, le quali indicheranno la larghezza della punta espressa in millimetri. Il secondo tipo è quello “a stella”, conosciuto anche con i nomi “a croce” e “Phillips”. In questo caso la sezione della punta è a croce e permette di lavorare sulle omonime viti “a stella”. Infine un ultimo modello molto conosciuto è quello chiamato “Pozidriv”. Esso è molto simile al cacciavite a stella, ma invece di una sola croce, ne presenta due, avendo così quattro tagli supplementari. Questa caratteristica permette di aumentare la presa sulle viti e di operare con più facilità (è utile soprattutto sulle viti che non vengono svitate da molto tempo).

    BLACK+DECKER PS7525-QS Sega Potatrice a Filo 800 W, Barra 25 cm

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 89,99€
    (Risparmi 9,92€)


    Cacciaviti poco conosciuti

    Esempio di cacciavite a brugola Esiste poi tutta una serie di cacciaviti poco conosciuti, ma ugualmente molto utili. Essi si differenziano sempre in base alla punta. Il primo si chiama cacciavite Robertson ed è conosciuto anche con il nome di “a punta quadrata”. Esso, appunto, permette di avvitare viti dalla testa quadrata (poco comuni, ma comunque presenti in commercio). Il secondo modello è il cacciavite a brugola. Permette di lavorare sulle omonime viti a brugola, ovvero con la testa a sezione esagonale. Un altro tipo è il cacciavite torx. Anche per questa variante esistono viti con lo stesso nome e sono facilmente individuabili perché sulla testa hanno una stella a sei punte. Per le viti tri-wing, invece, servirà l’omonimo cacciavite. Esso presenterà sulla punta una stella stilizzata a tre punte, sfalsate però rispetto al centro della chiave. Molto simile a questo è poi il cacciavite torq-set, con l’unica differenza di presentare una stella con quattro punte (sempre però non passanti per il centro).


    Cacciavite: Altri 4 cacciaviti poco noti

    Set di cacciaviti spanner head Infine esistono altri quattro tipi di cacciaviti poco conosciuti e dalle forme alquanto strane. Il primo tipo è chiamato spanner head. La sua punta è molto simile ad una forchetta, con l’unica differenza di avere solo due denti. Le viti su cui è possibile lavorare presenteranno quindi due piccoli fori sulla testa. Un altro modello è il triple square. La sua punta è un’evoluzione di quella del cacciavite torx. Presenta però una stella a dodici punte anziché a sei. Lo svantaggio di questo modello è che i dentini sono così piccoli da rovinarsi facilmente, rendendo inutilizzabile il cacciavite. Vi è poi il double hex, ovvero un’altra evoluzione del cacciavite torx, sempre a dodici punte, molto arrotondate però rispetto al modello triple square. Esistono infine le viti polydrive avvitabili con l’omonimo cacciavite. La sua punta ricorda molto il distintivo a sei punte di uno sceriffo. Tutti i modelli saranno reperibili in un fornito negozio di ferramenta o di fai da te.



    COMMENTI SULL' ARTICOLO