Terreno calcareo

Caratteristiche del terreno calcareo

Il terreno calcareo è conosciuto per essere ricco di calcare (un sedimento costituito principalmente da carbonato di calcio) e dunque particolarmente alcalino. Esso è povero di minerali come magnesio, potassio, ferro e zinco, risulta così decisamente ostico per lo sviluppo della vegetazione, sia spontanea che da coltivazione. La consistenza del terreno calcareo è grossolana, dovuta alla presenza di sassi e pietre, decisamente compatta e tendente all'arido. Questo perchè non trattiene bene l'acqua, sia piovana che da irrigazione. A causa della scarsa umidità anche l'ossigenazione appare carente in questo tipo di sottosuolo. Risulta chiaro che, con queste caratteristiche fisiche e chimiche, non si tratta dell'habit ideale per lo sviluppo delle piante se non correggendolo con aggiunta di zolfo.
Consistenza del terreno calcareo

quadrifogli delicati a forma di cuore terreno calcareo nel formato aspetto, parete o adesivo porta 3D: 92x64.5cm, autoadesivi della parete, Stickers murali, Wanddekoratio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 27,95€


Coltivazioni adatte al terreno calcareo

Esempio di terreno calcareo Sono numerosi gli arbusti selvatici che crescono in questo tipo di suolo. Ma il terreno calcareo non è certamente il più indicato per le coltivazioni. Rappresenta però il suolo ideale per gli uliveti ed i vigneti. Gli ulivi e le viti gradiscono, infatti, terreni alcalini, grossolani e scarsamente umidificati, tutte caratteristiche tipiche della terra calcarea. Nonostante sia un terreno difficile, non solo nella composizione ma anche per la lavorazione, è impiegato con successo nelle coltivazioni di ortaggi come cavoli, broccoli e rape. Per lavorare questo tipo di terreno, dunque, è necessario ricorrere spesso all'utilizzo di concimi, composti organici e torba da depositare in profondità nel sottosuolo. Questo per rafforzarne i suoi componenti nutritivi particolarmente utili alla vegetazione.

  • Vasi da giardino decorati I vasi da giardino, ovvero i contenitori per la coltivazione di piante, fiori o anche ortaggi e verdure, sono disponibili in innumerevoli forme, colori, materiali e dimensioni. I motivi per cui si sce...
  • Esempio di prato inglese Il prato inglese è un tipo di manto erboso che deriva il suo nome dal fatto di essere stato adottato per la prima volta dai proprietari terrieri della Gran Bretagna nel Seicento. Durante i secoli le t...
  • Gardenia fiorita La gardenia è originaria della fascia tropicale africana e comprende circa 250 specie differenti. La più comune in Italia è la gardenia jasminoides, molto apprezzata per i suoi fiori particolarmente o...
  • Piante da giardino fiorite Quasi sempre le piante da giardino con fiori appartengono al genere delle angiosperme e hanno un'origine remota che addirittura risale all'era cretacea. Questi vegetali hanno la facoltà di adattarsi r...

Biogold original giapponese, NPK 5,5-6,5-3,5 (2,4 kg), concime estivo granulare per bonsai

Prezzo: in offerta su Amazon a: 53,5€


Terreno calcareo: Come riconoscerlo

Campione terreno calcareo La particolare consistenza del terreno calcareo lo rende facilmente riconoscibile. Semplicemente raccogliendo una manciata di terreno è possibile valutarne la composizione e la tipoligia. Il terreno calcareo, tipico delle zone alpine ed appenniniche, è decisamente arido e ha una consistenza grossolana, dovuta alla presenza di conglomerati e pietre di calcare. Queste ultime assumono un colore che va dal bianco al grigio, e si presentano in forme svariate ed irregolari. Facendo un piccolo esperimento chimico si potrà avere un'ulteriore conferma della sua alcalinità. Mettendo una manciata di terra calcarea all'interno di un bicchiere di aceto puro o, in alternativa, di succo di limone si dovrebbe ottenere una reazione effervescente. Se questo avviene allora ci troviamo di fronte a terreno calcareo.



COMMENTI SULL' ARTICOLO