Blocchi forati

Le caratteristiche dei blocchi forati

I blocchi forati prendono il nome dalla loro particolare struttura: si tratta, infatti, di elementi architettonici a forma di parallelepipedo, contraddistinti dalla presenza di cavità piene d'aria all'interno. Le dimensioni sono variabili, così come i materiali utilizzati per la fabbricazione di tali blocchi. Questi ultimi, ad esempio, possono essere realizzati in calcestruzzo, ricavato amalgamando del cemento di tipo Portland con acqua e con vari inerti come la sabbia, la ghiaia ed il pietrisco. Talvolta, tuttavia, l'impasto viene arricchito con l'argilla espansa, garante di un notevole isolamento termico ed acustico. Simili blocchi possono essere anche in laterizio, materiale ottenuto dalla cottura dell'argilla con ossido di ferro, sabbia e carbonato di calcio ad una temperatura di circa 1.000 °C.
I blocchi forati

Ancorante Chimico Fissaggio Chimico Poliestere. Indicato Per Calcestruzzo, Mattone Pieno, Semipieno, Forato, Blocco Forato Poroton, Blocco Forato Cemento, Pietra Compatta. Ad Alte Prestazioni, Con Beccuccio Miscelatore.

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,59€


I principali utilizzi

Blocco forato in calcestruzzo I blocchi forati vengono utilizzati prevalentemente per l'edificazione delle pareti. Queste ultime possono essere di varie tipologie: ad esempio, i blocchi in questione sono ottimi per i muri portanti, a condizione che la percentuale di foratura non sia eccessivamente elevata. Per le pareti non portanti, ovvero per quelle che non devono reggere il peso di eventuali strutture sovrastanti, la foratura dei blocchi può essere invece anche notevole. Sia i muri perimetrali, il cui scopo è dividere gli ambienti interni da quelli esterni, sia quelli che separano le stanze possono essere fabbricati con questi particolari blocchi. Questi ultimi, se contraddistinti dalla massima foratura, compresa cioè tra il 60 ed il 70%, vengono efficacemente impiegati per la realizzazione dei tramezzi e dei muri di tompagno.

  • Bitume allo stato liquido Il bitume viene ricavato dal petrolio, in seguito alla sua raffinazione. A temperatura ambiente ha un colore scuro che va dal nero al bruno scuro ed ha come caratteristiche principali quelle di essere...
  • Calce idrata La calce è uno dei materiali più antichi che ancora oggi viene adoperato nell'edilizia. Basti pensare che questo materiale è stato rinvenuto come legante in una pavimentazione risalente al 7000 a.C. u...
  • esempio di ancoraggio chimico L'ancoraggio chimico è una tecnica che viene utilizzata sia nel campo dell'edilizia che dell'ingegneria, in quanto consente di fissare a una struttura solida o forata alcuni componenti strutturali. Pi...
  • Vecchio tetto in tegole di ardesia I tetti tipicamente genovesi presenti in tutta la Riviera Ligure sono ricoperti da tegole in ardesia. L'ardesia estratta in Liguria conserva la sua colorazione nera satinata se adoperata in ambienti i...

TOX 017102171 - Tasselli multiuso per telai, modello Attack 6 x 80 mm, 50 tasselli e 50 viti

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,42€


I vantaggi dei blocchi forati

Vari blocchi forati Un primo vantaggio dei blocchi forati è di carattere economico: solitamente, infatti, questi manufatti costano di meno rispetto a quelli non contraddistinti da foratura. In aggiunta, i blocchi in questione sono più leggeri rispetto a quelli dalla struttura piena e, di conseguenza, sono più maneggevoli e semplici da installare. Si tratta di elementi versatili, impiegabili per numerosi lavori, anche grazie alle loro dimensioni variabili. Non bisogna dimenticare il potere isolante, da un punto di vista sia termico che acustico, di tali blocchi. Questi ultimi consentono la fabbricazione di pareti solide, resistenti, compatte, durevoli nel tempo e perfettamente sicure. I materiali con cui questi blocchi vengono costruiti e la loro struttura garantiscono comfort e protezione anche negli ambienti caratterizzati da un alto tasso di umidità e di sismicità.


Blocchi forati: Manutenzione delle pareti in blocchi forati

Muro di blocchi forati I blocchi forati, come già evidenziato, garantiscono una notevole resistenza: periodicamente, tuttavia, è necessario eseguire un controllo della solidità della struttura, in modo da non incorrere in pericolosi crolli. Si suggerisce di affidare questo importante compito ad un esperto del settore. Per quanto riguarda la pulizia, è sufficiente rimuovere periodicamente la polvere con uno spolverino dal manico abbastanza lungo da poter raggiungere ogni angolo della parete, oppure con una spazzola dalle setole morbide: in questo modo non si rischierà di graffiare il materiale. In commercio esistono prodotti appositi per la pulizia del laterizio e del calcestruzzo, da applicare con regolarità per ottenere un migliore effetto estetico. Inoltre, questi blocchi possono essere personalizzati con intonaco, con la carta da parati oppure con specifiche vernici.



COMMENTI SULL' ARTICOLO