Il cartello di cantiere

A cosa serve esporre il cartello di cantiere

Il cartello di cantiere è un importante strumento messo a disposizione della legge per consentire ad ogni cittadino di conoscere la tipologia di lavori in corso presso un determinato luogo nonché tutti i soggetti coinvolti nelle opere. La sua funzione viene spesso sottovalutata tanto che non è raro vedere cartelli di cantiere non compilati, sbiaditi oppure del tutto assenti. Nelle intenzioni del legislatore questo particolare cartello ha il compito di rendere edotte le persone circa gli aspetti più importanti della costruzione affinché sia i funzionari di polizia sia i privati possano svolgere il loro compito di controllo e tutela civica. In questo modo è possibile supervisionare le attività svolte, conoscere anticipatamente i lavori che saranno realizzati ed avere dei referenti in caso di necessità.
Operai lavorano in cantiere

T.E.G. METALLI S.R.L. Pannelli Sandwich Isopar Coibentati Isolanti Larghezza 1 Metro per Parete (1, 30)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 17,38€


Quando è obbligatorio esporre il cartello di cantiere

Direttore lavori in cantiere L'obbligo di esposizione del cartello di cantiere sussiste ogni volta che i lavori da svolgere necessitano di un' autorizzazione edilizia. Che si tratti di una SCIA o di un permesso di costruire, il cartello deve essere sempre esposto sulla pubblica via come stabilito dal D.P.R. 380/2001 Art.27 Comma 4. Quanto detto riguarda i lavori privati, ma a maggior ragione tale adempimento deve essere svolto anche in caso di opere pubbliche che sono soggette a regole ancora più severe. Come spesso accade in Italia, alcuni importanti aspetti relativi alle caratteristiche del cartello, sono soggette anche a normative locali, come ad esempio comunali o regionali. Onde evitare di incorrere in costose sanzioni è sempre consigliabile chiedere informazioni presso gli enti locali circa le modalità di esposizione.

  • Obbligatorio il cartello di cantiere A seconda dell'utilizzo, esiste una distinzione fra le varie tipologie di cartello di cantiere, già a partire dalle sue dimensioni. E' il capitolato speciale d'appalto a stabilirle nei cantieri riguar...

ScarTek® Scarsetta Tecnica Accessorio Professionale Brevettato per Stadia Alluminio, Misure 30x60/40x80, Livella Sottofondi e Massetti con un Punto d'appoggio, Uso Orizzontale e Verticale

Prezzo: in offerta su Amazon a: 39€


Quali dati deve contenere

Costruzione immobile residenziale In base alla tipologia di lavori da realizzare il cartello deve contenere dati specifici. Per quanto riguarda le opere private, quali la costruzione di un'abitazione o le ristrutturazioni di edifici privati, i dati da riportare sul cartello di cantiere sono regolati dal D.L. 81/08 Art. 90 Comma 7 e dal D.P.R. 380/2001. In particolare esso deve riportare la tipologia di lavori da eseguire, tutti i riferimenti dell'autorizzazione per eseguirli, il nome dell'impresa che realizzerà i lavori e delle eventuali imprese in subappalto. Inoltre deve essere riportato il nome del committente, del direttore lavori, del responsabile per la sicurezza e del coordinatore in fase di esecuzione e progettazione. In buona sostanza, il cartello di cantiere deve contenere i riferimenti di tutti i soggetti coinvolti, così come riportati all'interno del Piano Operativo di Sicurezza relativo al cantiere.


Il cartello di cantiere: Quali sono le sanzioni per la mancata esposizione

Responsabile sicurezza cantiere Cosa può accadere quando il cartello di cantiere non viene esposto correttamente ? Il Testo Unico dell'Edilizia D.P.R. 380/2001 prevede una sanzione fino a 20.658€ per mancata esposizione. Generalmente il controllo sui cartelli di cantiere viene eseguito dalle autorità comunali, ma può essere fatto da qualunque soggetto operante nell'autorità giudiziaria. Più complicato invece è capire a quale soggetto sarà notificata l'ammenda perché in questo caso la normativa nazionale demanda la competenza anche agli enti territoriali, ovvero ogni Comune o Provincia potrebbe avere regole leggermente diverse. In linea generale, l'obbligo di esposizione del cartello di cantiere è a carico del committente, del titolare dell'autorizzazione edilizia, del direttore lavori e dell'impresa realizzatrice dell'opera.



COMMENTI SULL' ARTICOLO