Ceramiche per pavimenti

Che cosa sono le ceramiche per pavimenti

Le ceramiche per pavimenti sono tra le soluzioni più diffuse e apprezzate sia per gli ambienti interni che per quelli esterni: i moduli possono essere molto semplici oppure decorati superficialmente con motivi ornamentali, sfumature e colorazioni particolari. Inoltre le texture imitano in molti casi altri materiali, ad esempio il legno e le pietre naturali. Si tratta di accorgimenti che consentono di avere risultati di interior design di grande bellezza senza spendere cifre considerevoli. Queste soluzioni appartengono principalmente a due categorie, dette omogenee ed eterogenee. Nel primo caso la texture imita perfettamente qualunque materiale grazie ai pigmenti coloranti abbinati, le piatrelle sono molto resistenti e possono essere rigide o semirigide. Invece le piastrelle eterogenee sono composte di un supporto isolante, di uno strato che garantisce la ripartizione omogenea dei carichi e di uno protettivo superficiale.
Motivi ornamentali in ceramiche per pavimenti

KIT SET RIPARA PAVIMENTO PIASTRELLE MATTONI CERAMICA PIETRE MARMO CEMENTO

Prezzo: in offerta su Amazon a: 27,79€


Come scegliere le ceramiche per pavimenti interni

Ceramiche per pavimenti di grande formato Quando si scelgono le ceramiche per pavimenti interni bisogna valutare con attenzione diversi fattori, in primo luogo lo stile dell’ambiente: infatti i formati e i colori consigliati per i moduli possono essere diversi. Ad esempio in un’abitazione in stile moderno sono l’ideale ceramiche per pavimenti di grande formato, posate in senso orizzontale, soprattutto nel caso in cui la stanza non abbia un’ampia metratura. In questo modo si dà l’impressione che l’ambiente sia più grande e luminoso. Invece in contesti classici oppure shabby chic si consigliano mattonelle e piastrelle dai colori chiari e quadrate. Bisogna sempre tenere a mente che i pavimenti devono essere sempre più scuri rispetto alle pareti, quindi è bene valutare anche questa caratteristica dell’ambiente quando si devono scegliere gli elementi modulari. Infine è bene sapere che nel caso delle ceramiche per pavimenti smaltate la superficie dei moduli può essere rifinita con decorazioni varie (motivi geometrici, fiorami e colori sfumati) oppure riprodurre le texture di altri materiali. In questo modo si ottiene un effetto legno o pietra di grande valore estetico.

  • Ceramiche pavimenti Le piastrelle in ceramica sono le soluzioni più diffuse e amate per creare pavimentazioni e rivestimenti di grande effetto, adatti sia agli ambienti esterni che a quelli interni. Per scegliere la tipo...
  • Pavimentazione legno Ci sono diversi motivi per scegliere di cambiare il pavimento. Il fine principale è sicuramente quello di cambiare l’estetica del proprio appartamento. Oppure si può effettuare una sostituzione per qu...

Picobello G61457 - Set per la riparazione di pavimentazioni in piastrelle, di pareti e pavimenti

Prezzo: in offerta su Amazon a: 51,83€


Cosa tenere a mente scegliendo le piastrelle

Posa delle ceramiche per pavimenti Una volta effettuata la scelta delle ceramiche per pavimenti è necessario acquistare un numero sufficiente di piastrelle per ricoprire la superficie della stanza secondo le proprie esigenze. Si consiglia di acquistare una quantità maggiore di elementi (circa il 10% in più) così da poter ovviare a inconvenienti come la rottura di alcuni moduli oppure la sostituzione delle mattonelle successivamente per interventi di manutenzione. La posa avviene stendendo sul sottofondo uno strato di malta e applicando una a una le piastrelle, esercitando una certa pressione e facendo attenzione che siano perfettamente diritte e che le fughe tra un elemento e l’altro abbiano la stessa misura. Quindi si deve eliminare il materiale legante in eccesso per evitare che macchi la superficie delle ceramiche per pavimenti. Bisogna sempre tenere a mente che in bagno e in cucina occorrono moduli antiscivolo per una maggiore sicurezza delle persone che usufruiscono di questi spazi proprio per il maggior livello di umidità.


Ceramiche per pavimenti: Come pulirle

Particolarità piastrelle Una volta installate le ceramiche per pavimenti è necessario assicurarsi che le superfici realizzate durino a lungo e mantengano inalterata la propria bellezza. Il materiale utilizzato è molto diffuso e apprezzato perché impermeabile alle macchie e allo sporco: di conseguenza necessita di una normale pulizia per presentarsi sempre al meglio. Inoltre bastano pochi interventi di manutenzione per garantire il buono stato dei rivestimenti. È sufficiente spazzare regolarmente la pavimentazione e pulire le ceramiche per pavimenti con una miscela di acqua e detergente neutro, da passare con uno straccio o un panno morbido. Anche se le piastrelle in genere sono molto resistenti all’azione degli agenti chimici, si consiglia di non utilizzare solventi troppo aggressivi. Ad intervalli regolari è bene pulire con attenzione le fughe tra un elemento modulare e l’altro perché si tratta dei punti in cui è più facile che si annidi e si depositi lo sporco. Gli ambienti a passaggio elevato e posti vicino alle entrate (ad esempio l’ingresso, il corridoio, la cucina e il soggiorno) necessitano di interventi più ravvicinati tra loro nel tempo perché si sporcano più facilmente.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO