miglior materasso

Perchè si deve scegliere il miglior materasso

Scegliere il miglior materasso possibile è fondamentale per avere un riposo perfetto, uno dei requisiti basilari per la propria salute fisica e mentale: infatti riposare bene vuol dire essere attivi, freschi e capaci di affrontare la scuola o il lavoro al meglio. Infine serve per condurre uno stile di vita equilibrato e sereno. Una delle avvisaglie del fatto che il modello scelto non sia il miglior materasso per le proprie esigenze è svegliarsi con il mal di schiena: ciò è dovuto a una posizione sbagliata durante il sonno perché si sente il materasso troppo duro o troppo morbido o al fatto che il letto non sia adatto alla rete. Resta da tenere a mente che ogni caso è individuale, soprattutto per patologie della colonna come le ernie al disco. In queste circostanze si consiglia un materasso a molle insacchettate, ma bisogna valutare anche le caratteristiche del guanciale e della rete. Comunque adottare il miglior materasso previene il mal di schiena o non peggiora le proprie condizioni di salute.
Esempio di materasso

Polti Vaporetto Lecoaspira FAV50 Pulitore a Vapore e Aspirapolvere con Filtro ad Acqua, 5 Bar

Prezzo: in offerta su Amazon a: 349€
(Risparmi 200€)


Le caratteristiche e la scelta del miglior materasso

Miglior materasso Non esistono regole universali per la scelta del miglior materasso: la decisione è individuale e deve tener conto delle proprie esigenze dal punto di vista della salute fisica e mentale. Dato che sul mercato si trovano decine e decine di modelli, per restringere il campo si devono valutare sia la tipologia più adatta al proprio caso che il proprio budget. I materassi più venduti sono quelli a molle, cioè quelli tradizionali, che si caratterizzano per la propria robustezza piuttosto che per la propria morbidezza. Al contrario, i materassi in lattice e in memory foam si adattano maggiormente al corpo ma danno anche la sensazione di sprofondarvi dentro. Tuttavia il miglior materasso a molle deve essere di qualità: è necessario che sia in tessuto sfoderabile e che abbia una rinforzatura sul perimetro e imbottiture antiacaro. In questo modo durerà a lungo.

  • Materassi ergonomici. Arredare la casa significa anche scegliere reti e materassi di qualità, seguendo il proprio gusto o il budget economico a disposizione. Fondamentale prima di procedere all'acquisto informarsi sulle ca...
  • Materasso Eminflex in Memory foam. I materassi Eminflex sono ergonomici e confortevoli, studiati accuratamente per rendere il riposo notturno comodo e salutare. I vari strati che compongono i materassi sono realizzati con una speciale ...
  • Esempio di materasso matrimoniale Il materasso è un oggetto immancabile in ogni casa. Il suo nome ha origine araba e significa letteralmente "posarsi su", riferendosi proprio all'atto del dormirci o, comunque, di riposare. Il materass...
  • Materasso in lattice naturale Il lattice è una sostanza collosa e lattiginosa di colore biancastro, ricavato da alcune varietà di piante e funghi. È da ormai quaranta anni che viene utilizzato nel settore dell'industria, grazie al...

DIVANO CUCCIOLOTTO PRONTO LETTO PER RIPOSO QUOTIDIANO...CON MATERASSO IN MEMORY (TESSUTO BLU, RETE E MATERASSO MATRIMONIALE 160 CM)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 557€


I materiali di cui sono fatti i materassi: le caratteristiche

Come scegliere il materasso I materassi presenti sul mercato si differenziano non solo per marca ma per materiale, imbottitura, altezza e tessuto. Quelli in memory form ricordano la forma del corpo e vi si adattano: sono composti da una base gommapiuma o di materiali espansi e da uno o più strati superiori di 6 centimetri. Maggiori sono gli strati e migliore sarà il materasso: una buona scelta è quando sono presenti almeno tre strati, ma in questo caso il prezzo sarà più alto. I materassi in lattice possono essere realizzati con il materiale naturale (ricavato dall'albero) o con quello prodotto artificialmente: nel secondo caso si parla di schiuma di lattice. La resa è la stessa ma i costi sono minori con il materiale artificiale, tuttavia a causa di aziende scorrette nell'opinione comune i materassi in lattice vengono considerati poco resistenti e affidabili. Infine i materassi a molle indipendenti si differenziano da quelli a molle tradizionali perché utilizzano un nuovo tipo di molle, ognuna chiusa in un sacchetto molto resistente di tessuto tecnico.


Ogni quanto cambiare il proprio materasso

La struttura del materasso Il miglior materasso è quello che si adatta al corpo di chi lo usa notte dopo notte, ma che mantiene al tempo stesso il più a lungo possibile la propria elasticità e le proprie caratteristiche. Tuttavia anche il miglior materasso della categoria più adatta alle proprie esigenze deve prima o poi essere cambiato. Avere dei problemi alla schiena dopo aver dormito è uno dei principali segnali di allarme, ma prima che ciò accada si hanno anche altre avvisaglie: ad esempio un cattivo stato strutturale del materasso (presenza di avvallamenti o cattive condizioni del rivestimento esterno) significa che il prodotto ha fatto il suo tempo e che si deve sostituirlo. Va però considerato che con il passare del tempo, notte dopo notte, il materasso diventa più rigido perchè perde la propria elasticità e i punti di pressione aumentano. In genere anche il miglior materasso va sostituito dopo 7-8 anni.




COMMENTI SULL' ARTICOLO