Il frattazzo

Cos'è un frattazzo

Il frattazzo, noto anche come frattone, frettazzo o talloccia, è un attrezzo manuale ampiamente utilizzato in edilizia. In legno, o recentemente anche in materiale plastico o poliuretano, somiglia ad una cazzuola americana. Formato da una spatola generalmente rettangolare, le cui dimensioni variano a seconda delle esigenze del muratore, ha una pratica impugnatura ideale per realizzare lavori di finitura e lisciare a regola d'arte le pareti interne ed esterne. Il frattazzo rappresenta anche un comodo appoggio per piccoli quantitativi di malta da stendere sulla parete in questione. In pratica, con la cazzuola si prelevano piccole cucchiaiate di malta e si adagiano sulla superficie libera del frattazzo. In questo modo, l'impasto si può portare ad altezza d'uomo senza doversi necessariamente chinare di volta in volta. Ne esistono di diverse tipologie, tra cui alcuni di dimensioni molto ridotte, per raggiungere agevolmente punti altrimenti inaccessibili.
Frattazzo

Utensile Multifunzione, 23Q1-3 300W Velocita' Variabile con accessori per la levigatura, lame Ideale per Progetti Artigianali e Creazioni Fai Da Te:tagliare, levigare, rimuovere e raschiare

Prezzo: in offerta su Amazon a: 46,99€


Come scegliere il frattazzo

Frattazzo con superficie rigida Il frattazzo si adatta alle esigenze del muratore e chiaramente al lavoro da svolgere. Disponibile in varie dimensioni, in plastica, poliuretano e legno, fino a qualche anno fa, veniva realizzato esclusivamente con quest'ultimo materiale. Semplice e veloce da pulire, si grattano i residui di malta ancora freschi con la cazzuola e poi si passa sotto il getto dell'acqua corrente. L'unico svantaggio è il peso. Il legno è infatti un materiale pesante e ci si stanca dopo alcune ore di lavoro consecutivo. Pertanto, è meglio orientarsi su un modello molto più leggero. La plastica ad esempio è ideale ma difficile da detergere. Il poliuretano rappresenta una scelta molto più adeguata, in termini di maneggevolezza e pulizia. Per lisciare delle pareti ampie, è opportuno optare per un frattazzo dalle dimensioni grandi. Per un lavoro di precisione, invece, sceglierne uno piccolo e leggero per raggiungere anche le superfici accidentate ed apparentemente inaccessibili.

  • Un esempio di frattazzo classico Il frattazzo è uno degli strumenti immancabili nella cassetta degli attrezzi di ogni bravo muratore e, proprio per questo, è conosciuto con parecchi nomi, tra cui principalmente frattone, frettazzo, t...
  • Filo a piombo Se si desidera valutare la verticalità di una parete, in fase di costruzione, o persino già finita, sarà sufficiente fissare il filo a piombo ad un sostegno stabile, per esempio un palo, o alla parete...
  • Viti autofilettanti per calcestruzzo Le viti per calcestruzzo rappresentano un prodotto innovativo ed utile, adatto non solo per cemento armato, ma anche per materiali come pietre calcaree e naturali, arenarie, marmo ed altro ancora: mat...
  • Esempio di viti Torx. Le viti Torx sono state sviluppate nel 1967 dalla Camcar LLC di Acument Global Technologies e hanno rappresentato una novità assoluta per quel periodo, in quanto non esistevano ancora modelli di viti ...

Makita ZMAK-HM0871C/2 Demolitore AVT

Prezzo: in offerta su Amazon a: 413,98€
(Risparmi 6,85€)


Come utilizzare il frattazzo

Utilizzo del frattazzo Il frattazzo viene impiegato per lavori di finitura. In tal senso, esistono diverse metodologie di lavorazione. La più comune prevede l'applicazione del rustico di malta con la cazzuola sulla superficie libera dell'attrezzo. L'impugnatura quindi va verso il basso. Bisogna attendere alcuni minuti prima dell'utilizzo. La malta, infatti, deve cominciare a tirare. Successivamente, si inumidisce la parete da trattare con dell'acqua e si procede con la lisciatura. Il lavoro richiede movimenti circolari con una buona dose di forza per modellare adeguatamente la superficie. Il frattazzo va tenuto leggermente inclinato (a 20°) rispetto al muro. In questo modo, si facilita lo scorrimento dell'attrezzo e si appiattiscono eventuali parti accidentate. Se necessario, si può ricorrere ad un frattazzo speciale con una tavoletta di adesione in materiale spugnoso. In questo modo, il lavoro viene semplificato e reso più efficace.


Il frattazzo: Tipologie e prezzi

Frattazzo plastica In commercio è possibile reperire diverse tipologie di frattazzo. Senza dubbio, il più comune è quello con superficie dura, impugnatura in legno, di colore arancione oppure blu. In realtà, esiste anche il frattazzo elettrico ideale per lavori di finitura molto lunghi. Se ne trovano specifici per le decorazioni, ideali per ottenere texture particolari e quelli per l'edilizia pura. I prezzi chiaramente variano in base al materiale utilizzato. Si possono spendere 3€ per un frattazzo in plastica; dalle 8 alle 9€ per uno in poliuretano. Per un buon attrezzo in legno Made in Italy potrebbero volerci anche 30€; invece optando per marche straniere o cinesi se ne trovano anche a 15€. In ogni caso, nella scelta del frattazzo non bisogna mai perdere di vista la qualità dei materiali. Un attrezzo scadente potrebbe compromettere la buona riuscita del lavoro e la durata dello strumento stesso.



COMMENTI SULL' ARTICOLO