Utensileria per esperti

Sia in casa che in giardino, lo strumento indispensabile per iniziare qualsiasi lavoro, anche minuto, è dato dall’utensileria. In tutte le case esistono molti attrezzi per ogni finalità. Cacciaviti, martelli, badili, rastrelli o livelle sono alcuni degli utensili che fanno parte integrante dell’abc da possedere.

Per eseguire ogni lavoro si deve partire prima dall’utensileria e, se non si possiede, va acquistata di buona qualità perché abbia una maggiore durata nel tempo. Alcuni di questi attrezzi sono davvero indispensabili per la manutenzione domestica o per quella del giardino. Sul mercato si trovano prodotti di diverse tipologie e prezzi e non è difficile trovare ciò che possa servire per diversi interventi. Ovviamente la giusta conservazione dell’utensileria ne determinerà inevitabilmente la durata nel tempo e la prestazione. Bastano pochi minuti all’anno per evitare di riacquistare nuovamente ciò che già si possiede.

Nella manutenzione ordinaria della casa si potrà dover piantare un chiodo, ... continua


Articoli su : Utensileria


1           3      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
1           3      ordina per:  pertinenza   alfabetico   data  
prosegui ... , sostituire una vite, avvitare un bullone, riavvitare una vite a brugola e così via. Gli attrezzi di base sono quindi pochi e, via via che si acquisisce maggiore abilità, se ne possono acquistare altri all’occorrenza oppure, se si è già professionisti del settore, si avranno esigenze maggiori e più mirate e si avrà bisogno di utensileria particolare.

Normalmente alla radice, quello che tutti hanno o dovrebbero avere in casa, si trovano cacciaviti, pinze, chiavi inglesi, martelli, seghetti, metri, trapano, livella…

Questa è inoltre un’ottima idea da cui partire se si vuole costruire una propria cassetta degli attrezzi, utile in tutti quei momenti in cui ci sarà bisogno di effettuare qualsiasi tipo di intervento.

I professionisti invece avranno bisogno di utensili da lavoro, per la costruzione, per la falegnameria e molto altro ancora. Fra questi si trovano tutti quegli attrezzi elettrici come seghe, trapani, frese, torni, graffatrice, chiodatrici oppure manuali come cazzuole, frattazzi, cacciaviti particolari, mandrini, scalpelli, pennelli, miscelatori e molto altro ancora. Si potrebbe andare all’infinito perché per ogni minimo lavoro particolare esiste il suo preciso attrezzo.

Anche per i lavori in giardino esiste utensileria specifica e, come nel caso di quella casalinga, va fatta la stessa distinzione fra amatoriale e professionale. Fra gli amanti del giardino sono diffusi gli utilizzi di rastrelli, vanghe, picconi, zappe, badili, forche e molto altro ancora. Il giardino ha bisogno di una manutenzione particolare rispetto a quella casalinga e interessa per lo più la terra ed eventuali alberi, piante o siepi. Per piccoli giardini il necessario sarà quindi considerevolmente meno rispetto a quelli più vasti in cui saranno utili attrezzi elettrici o a benzina come i rasaerba o i potatori.

I rastrelli servono per lo più per raccogliere le foglie o per togliere il muschio presente sul terreno. Badili, vanghe e picconi proprio per la lavorazione della terra che almeno una volta l’anno andrebbe rimescolata o si dovranno frantumare le zolle e ammorbidirle se diventate troppo dure. O, ancora, sarà necessario togliere dei sassi o scavare delle buche per innestare successivamente delle piante.

Chiunque abbia un giardino ha necessariamente un tosaerba per mantenere i fili a una misura preferita e può essere manuale, di tipo inglese, elettrico o a benzina a seconda dell’uso che se ne voglia fare. Quelli di tipo elettrico sono un po’ più difficili da usare perché prevedono il collegamento a una presa elettrica mediante delle prolunghe e con l’andare del tempo le spine perdono di aderenza rispetto alla presa del cavo. Sono tuttavia preferiti da tutti coloro che devono fare lavori brevi come rasare i bordi o per chi è attento all’ecologia vedendoli preferibili rispetto ai loro gemelli a benzina. Questi ultimi tipi di tosaerba possono essere a spinta oppure possono essere incorporati in una mini macchina con volante incorporato che permetta di gestire spazi molto ampi come giardini di molti metri quadri o parchi.

I giardinieri o chi vive il giardino in maniera più professionale, si avvarrà di scope raccoglifoglie, soffiatori, attrezzi per la semina o troncarami e tutti quegli apparecchi elettrici ed elettronici per fare grandi lavori di manutenzione per il proprio ed altrui giardino.

Anche in questo caso vale lo stesso discorso che per l’utensileria da casa: ad ogni lavoro il suo utensile.