Il mini eolico

Il mini eolico per sfruttare l'energia del vento in casa

Per chi fosse alla ricerca di fonti di energia pulita ed economica per la propria abitazione, il mini eolico può rappresentare la migliore risposta possibile. Si tratta di impianti di piccola taglia, i quali proprio grazie alle ridotte dimensioni possono essere installati all'interno delle case. Di solito con il termine di mini eolico si indicano le installazioni la cui altezza non ecceda i trenta metri, dotati di una potenza massima sotto i 200 kW e di turbine il cui diametro vada ad attestarsi sotto la soglia dei venti metri. Impianti di questo genere sono in grado di fornire energia per una quantità direttamente proporzionale alla forza del vento cui sono sottoposti e alla loro grandezza. Va rilevato che il loro costo, ancora abbastanza elevato, è inversamente proporzionale alla taglia. Può però essere ammortizzato in tempi che variano tra i 7 e i 9 anni. Fonte foto: diytrade.com
sistema per mini eolico

HUKOER generatore di turbina eolica e di controllo del vento impermeabile 24V 400W 5 lame basso Wind Top partenza velocità nominale NSK cuscinetti giardino luci di strada turbine eoliche

Prezzo: in offerta su Amazon a: 299€
(Risparmi 300€)


Quanto costa installare il mini eolico?

installare mini eolico Il mini eolico rappresenta una tecnologia ancora relativamente giovane e i suoi costi sono di conseguenza abbastanza notevoli. Di solito un impianto per lo sfruttamento del vento nella propria abitazione può essere installato con costi che per una taglia di 5 kW si aggirano intorno ai 4mila euro per kW, mentre nel caso di una capacità di 20 kW scendono circa alla metà. In pratica alla crescita della potenza installata corrispondono minori costi per l'impianto. Oltre alle dimensioni, vanno poi ricordati alcuni fattori che possono incidere anche in maniera notevole sui costi del mini eolico, tra cui: - la distanza dell'impianto dalla rete elettrica; - il luogo di produzione delle turbine; - la tipologia di impianto, ovvero se l'asse del modello prescelto sia orizzontale o verticale; - la quantità di energia prodotta nel corso dell'anno. Si tratta di dati da tenere senz'altro nel debito conto prima di decidere se procedere all'adozione di un impianto di questo genere. Fonte foto: distributedwind.org

  • Strumentazione minima per eolico fai da te Quella di sfruttare la forza del vento è una delle migliori strategie per avere energia pulita, sempre disponibile e altamente rispettosa dell'ambiente. Gli impianti eolici sono sempre più apprezzati ...
  • Impianto eolico L'impianto eolico è stato scoperto da pochi anni e subito ha riscosso un meritato successo tanto che sono state installate delle pale eoliche in tanti comuni italiani. Questa tipologia di generazione ...
  • mini eolico pala Le tecnologie che sfruttano l'energia eolica si sono evolute notevolmente negli anni e con la messa a punto di impianti di dimensioni ridotte, ad oggi è possibile trovare soluzioni anche per uso domes...
  • pale eoliche Finora quando si pensava all'energia eolica venivano in mente solo quegli enormi pali che a fronte di un indubbio vantaggio ambientale però rappresentano un imbruttimento paesaggistico. La realtà è pe...

TOPQSC Generatore di turbina eolica asse orizzontale 400 W 12 V/24 V Generatore Eolico Generatore mulino a vento con vento Controller Low Wind Speed Starting Top Rated NSK Bearings Wind Turbine Generator & Waterproof Wind Controller-24V

Prezzo: in offerta su Amazon a: 289,99€
(Risparmi 440,01€)


Il costo si può ridurre con le detrazioni fiscali

detrazioni mini eolico Se il costo del mini eolico è ancora abbastanza elevato, va però ricordato come sia possibile ammortizzarlo in parte grazie alle detrazioni fiscali. In base alla legge, infatti, anche il mini eolico va a rientrare nell'ambito delle opere di ristrutturazione edilizia aventi come scopo il miglioramento dell'efficienza energetica. Grazie a questa caratteristica, la sua adozione viene premiata da una detrazione sul reddito Irpef pari al 65% delle spese effettivamente sostenute. A stabilirlo è stata la Legge di Stabilità approvata per il 2016 dal Parlamento, mentre dal primo giorno del nuovo anno l'agevolazione dovrebbe tornare al 36%. Va comunque rilevato come all'interno dell'esecutivo si stia vagliando l'ipotesi di stabilizzare sugli attuali livelli tutti i bonus relativi alle ristrutturazioni edilizie, quindi anche la detrazione per l'efficienza energetica. La cifra spesa viene in pratica rimborsata per la percentuale prevista nel corso del decennio successivo, in dieci rate di eguale importo. Fonte foto: a.alicdn.com


Cosa occorre fare per installare il mini eolico

permessi mini eolico Al fine di poter impiantare il mini eolico, occorre naturalmente rispettare una serie di procedure burocratiche, tese a ottenere le autorizzazioni necessarie all'adozione di un sistema la cui potenza si attesti sotto la soglia dei 60 kW. Il primo passo in tal senso è la richiesta di un preventivo per la connessione all'Enel, cui farà seguito la presentazione del progetto allo sportello competente del comune in cui è ubicato l'immobile servito dall'impianto. Il progetto deve a sua volta essere corredato di un parere fornito dalla Asl o dall'Arpa (Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente), tale da attestarne la compatibilità urbanistica. Una volta che sia decorso il termine di trenta giorni, a meno di un parere negativo, si può dare inizio alla realizzazione dell'impianto. Ai passaggi descritti occorre aggiungere l'autorizzazione sismica, per la quale diventa necessario coinvolgere il Genio Civile. In questo caso le procedure sono diverse da regione a regione e occorre quindi informarsi al meglio. Fonte foto: cloudfront.net


Mini eolico conviene?

La domanda che ci si deve porre prima di adottare il mini eolico è se esso convenga realmente. In tal senso la principale variabile che occorre valutare con estrema attenzione è proprio l'intensità del vento nel luogo ove si prevede di installare l'mpianto. In particolare occorre cercare di capire se il giardino o il tetto che dovrebbe ospitare il mini eolico sia oggetto di correnti ventose in grado di permettere un adeguato ritorno in termini di energia elettrica prodotta. Per poterlo fare occorre che la ventosità sia abbastanza forte.

Lo si può comunque fare abbastanza facilmente e in totale autonomia, ricorrendo ad una risorsa che si può reperire online senza spendere nulla, ovvero l’Atlante Eolico d’Italia. Da un suo rapido esame si può constatare come il nostro Paese sia attraversato da correnti di vento intense soltanto in corrispondenza di zone poste lungo la costa o sulle dorsali montane. Al contrario, la gran parte del territorio peninsulare, e in particolare i grandi centri urbani, godono di una velocità media del vento sotto i 5 metri al secondo, un livello quindi del tutto insufficiente.


Mini eolico orizzontale o verticale?

pala per impianto mini eolico Per quanto riguarda la tecnologia, il mini eolico può essere di due tipi: ad asse orizzontale o verticale. Nel primo caso, che è anche quello più diffuso, l’asse di rotazione delegato al supporto delle pale è appunto orizzontale obbligando le seconde a ruotare lungo un piano verticale. La sua forma ricorda quella di un comune ventilatore domestico e alla sua composizione concorrono un aerogeneratore, pale le cui dimensioni arrivano ad un massimo di tre metri e un timone posteriore chiamato a gestire i cambiamenti di direzione delle correnti.

Il mini eolico verticale può rappresentare la soluzione ottimale nel caso di turbolenze atmosferiche o quando le correnti diano vita a repentini cambi di direzione. Anche in questo caso l'impianto di base è formato dall’aerogeneratore e da un supporto verticale, ma timone e pale sono sostituiti da strutture alternative. Il vero punto di forza di questa soluzione è rappresentato dalla capacità di gestire senza eccessivi problemi le correnti ventose. Inoltre si può limitare l’altezza rispetto al terreno ad appena tre metri, senza alcuna conseguenza dal punto di vista della redditività.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO