Il trasloco

Il trasloco

Cambiare casa e traslocare in un altro quartiere, o in un'altra città, non è così semplice come sembra; se non ci si organizza per tempo gli ultimi giorni possono diventare un vero e proprio incubo, visto che le cose da fare sono moltissime. Il primo problema che si presenta riguarda il fatto che è difficile comprendere quanti oggetti, arredi e suppellettili si possiedono, quindi è complesso organizzare un trasloco rapido ed efficiente, soprattutto se non ci si rivolge a dei professionisti. In linea generale per il trasloco è sempre consigliabile contattare un'azienda che si occupi di questo tipo di operazioni, soprattutto se si possiedono mobili di grandi dimensioni, o oggetti di valore che si desidera spostare in modo rapido e senza alcun tipo di danno. Le ditte di traslochi disponibili sono molte e propongono ai loro clienti diverse tipologie di contratto: si può infatti decidere di far spostare da dei professionisti solo gli oggetti ingombranti o pesanti, oppure scegliere una proposta che comprenda anche l'inscatolamento e lo spostamento di tutto ciò che contiene la casa.
Trasloco

Kit 6 Nastri Adesivi Trasloco Casa. Separa ed ordina le scatole durante il trasloco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,95€


Organizzare il trasloco

Preparare il trasloco La regola numero uno da tenere sempre presente per fare in modo che il trasloco sia poco traumatico e facile da svolgere riguarda l'organizzazione delle operazioni: conviene prepararsi per tempo, cercando di spalmare sul calendario tutte le attività da svolgere per il trasferimento, anticipando quanto più possibile tutto ciò che si può fare con largo anticipo. La prima cosa da fare consiste nel valutare se sia necessario l'aiuto di un'azienda di traslochi, nel qual caso conviene contattarne alcune, in modo da avere il tempo di valutare il preventivo più vantaggioso, o la ditta che propone qualche bonus aggiuntivo, come ad esempio un'assicurazione sugli oggetti più preziosi o fragili. Alcune aziende di traslochi aiutano i loro clienti anche nei giorni precedenti al trasloco, fornendo loro suggerimenti su come preparare le scatole e anche il materiale per farlo.

  • Sarà necessaria una selezione Un trasloco può costituire anche un'occasione per fare una cernita tra le cose che ci occorrono veramente. Ci si potrà liberare di vestiti dimenticati, giocattoli non più usati, regali finiti nel dime...

Nakya Nastro per Imballaggio Marrone (6 Rotoli) - Adesivo Resistente per Traslochi, Confezioni, Colli e Scatoloni - Chiusura Ermetica - Resistente agli UV ed all'Umidità

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,99€
(Risparmi 9€)


Preparare le scatole per il trasloco

Le scatole per il trasloco Il metodo migliore per trasportare le suppellettili presenti in casa consiste nel confezionarle in scatole. Nonostante sembri un'attività scarsamente impegnativa e molto semplice, in effetti preparare le scatole per il trasloco è una cosa da fare con cura, e che comporta un grande investimento in fatto di tempo. Conviene per questo preparare alcune scatole in anticipo, confezionando tutti gli oggetti della casa che non hanno un vero e proprio utilizzo pratico, come ad esempio i soprammobili. Anche alcuni vestiti ed oggetti utili possono essere inscatolati con grande anticipo, come ad esempio gli abiti che si indossano solo in alcune stagioni o l'attrezzatura per gli sport che si praticano occasionalmente. Conviene individuare una zona della casa che possa essere occupata dagli scatoloni, per riporveli man mano si preparano, in modo da poterli lasciare "parcheggiati" anche per lungo tempo, senza che intralcino le comuni attività quotidiane.


La scatola perfetta

scatole cartone Quando si trasloca conviene utilizzare scatole di dimensioni contenute, robuste e resistenti; alcune aziende di traslochi forniscono le scatole, il nastro adesivo e i pennarelli necessari per le operazioni di confezionamento delle suppellettili, se così non fosse è necessario acquistare questo materiale, in grandi quantità. È bene ricordare di non riempire le scatole con oggetti eccessivamente pesanti: contenitori che pesano più di 8-10 kg diventano difficili da spostare e possono anche rompersi durante il trasloco, disperdendo il loro contenuto. Oggetti come libri, piatti e pentolame sono molto pesanti, conviene posizionarli in scatole piccole. Tutti gli oggetti fragili devono essere rivestiti con materiale che assorba gli urti, come ad esempio il pluriball. Sarebbe anche opportuno scrivere su ogni singola scatola il contenuto, o la stanza in cui andrà posizionata al termine del trasloco, in modo da riuscire a trovare ogni oggetto confezionato senza grandi difficoltà. Conviene ricordare di conservare alcuni oggetti a portata di mano, come ad esempio uno o due cambi di vestiti e di biancheria.


L'assicurazione sul trasloco

Quando si contatta un'azienda che si occupa di traslochi sicuramente ci viene proposta la possibilità di assicurare i beni che si devono trasportare; questa opzione si può valutare anche nel caso in cui si decida di trasportare tutto da soli, richiedendo questo tipo di assicurazione all'agente di fiducia. Molte persone ritengono che questo tipo di polizza sia del tutto superflua, ma così non è: in casa tutti possiedono oggetti molto preziosi, perché hanno un elevato valore commerciale, o perché sono un ricordo di famiglia. Non sempre ricevere del denaro ripaga totalmente per la perdita di un oggetto cui si tiene molto, ma sicuramente è molto meglio che perderlo senza ottenere alcun vantaggio in cambio. Può anche capitare che durante il trasporto gli sbalzi, lo stesso spostamento, causino dei guasti negli elettrodomestici, o in alcuni mobili della casa. In questi casi è utile avere una polizza assicurativa che copra qualsiasi danno accidentale, per poter sostituire qualsiasi oggetto che si sia rotto irreparabilmente, o anche semplicemente rovinato, durante il trasloco.


Traslocare le piante

Molte persone possiedono delle piante, in casa o in giardino. Quando si trasloca in molti casi conviene portare con sè anche tutte le piante, in modo da averle già a disposizione all'arrivo nella nuova casa. Le piante in vaso comportano il minore impegno, anche se è consigliabile evitare di annaffiarle per almeno un paio di giorni prima del trasloco, per fare in modo che non disperdano acqua ovunque. I vasi andranno coperti con del materiale plastico, in modo da non rovesciarne la terra. Se i vasi sono pochi è possibile spostarli con la macchina di proprietà, senza richiedere l'aiuto di un camion per i traslochi; è bene però ricordare che le piante non possono sopportare un lungo viaggio in condizioni di elevato calore, o con freddo intenso. Anche per pochi vasi quindi può essere consigliabile contattare la ditta di traslochi, che provvederà a spostarli con furgoni climatizzati, in modo da non causare alcun danno alle piante. Le ditte che propongono questo tipo di servizio sono in grado di trasportare anche arbusti e alberi in zolla, prelevati dal giardino di casa. conviene però contattare il giardiniere, in modo che prepari le piante qualche giorno prima del trasloco.




COMMENTI SULL' ARTICOLO