Vetro temperato

Cosa sono le lastre in vetro temperato

Le lastre in vetro temperato sono molto diffuse e apprezzate, tanto da avere un gran numero di destinazioni d'uso: infatti la sua particolare robustezza consente di utilizzare questo materiale per realizzare elementi vari privi della struttura portante. Il vetro temperato viene chiamato anche vetro di sicurezza proprio per le sue caratteristiche tecniche specifiche. Per questo motivo molto spesso viene impiegato per realizzare i finestrini delle automobili, in quanto non provocherebbe danni ai passeggeri neppure in caso di rottura. Questa tipologia di vetro, infatti, si caratterizza per il fatto di frantumarsi in piccoli pezzi rotondi non taglienti. Il processo di fabbricazione prevede di riscaldare il materiale a 700°C e di raffreddarlo rapidamente per assicurare lo stato di compressione delle parti esterne e la tensione di quelle esterne. Non possono esserci lavorazioni successive per non indebolire il vetro. Questa tipologia di lastre viene utilizzata sia per invetriature di sicurezza che per quelle normali.
Pareti in vetro temperato

Tesa 05432 Thermo Cover Pellicola isolante trasparente e non adesiva per finestre con vetro singolo, 4 x 1.5 m

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,26€
(Risparmi 3,63€)


Quali sono le caratteristiche del vetro temperato

Riconoscere il vetro temperato Quando si ha a che fare con le lastre di vetro temperato, bisogna tenere a mente che non è semplice distinguerle da quelle normali. In base alla normativa vigente, ogni lastra che appartiene a questa particolare categoria deve avere un marchio oppure un'etichetta d'identificazione incisa sulla superficie con il laser, in maniera tale che non possa essere rimossa. In genere il marchio d'identificazione apposto dal fabbricante si trova su uno dei quattro angoli della lastra, quindi è necessario controllare con attenzione. L'etichetta riporta dati sul fabbricante del vetro temperato e il codice di sicurezza. Un'altra caratteristica che distingue queste lastre da quelle in vetro standard è lo spessore, fattore che ne garantisce la resistenza e la robustezza. L'altezza della lastra può anche essere cinque volte quella di un vetro normale.

  • Vetro vasca da bagno in stile minimal La vasca da bagno è da sempre considerata simbolo di relax, anche se negli ultimi anni è stata messa in secondo piano dalla rivale doccia. Questo è avvenuto principalmente perché la vita è diventata t...
  • Finestra per mansarda in vetro temperato Il vetro temperato è il vetro che si ottiene sottoponendo il normale vetro a una speciale "cottura" con temperatura sui 700°. La lastra viene poi raffreddata ad alta velocità dando vita a una variazio...
  • Differenti tipologie di piante in bottiglia Le piante in bottiglia non sono così difficili da realizzare come potrebbe sembrare in un primo momento. Si possono scegliere differenti contenitori riciclando in maniera intelligente quelli che già s...
  • Vasetti di vetro con caramelle I vasetti in vetro vengono sfruttati dalle industrie per conservare a lungo i cibi sottovuoto. Il vetro è infatti un materiale ecologico, naturale e nel corso degli anni non si altera. Chi fa marmella...

G.F. Lavabottiglie Idraulico

Prezzo: in offerta su Amazon a: 53,37€


Come distinguere una lastra in vetro temperato

Lastre in vetro temperato Distinguere una lastra in vetro temperato non è un'operazione semplice e occorre molto spirito di osservazione. In primo luogo bisogna tenere a mente che in questo caso non sono presenti spigoli vivi, ma soltanto angoli particolarmente smussati. Inoltre, a differenza delle lastre standard, il vetro temperato provoca una leggera distorsione delle immagini riflesse quando viene colpito dalla luce. Infatti, quando la superficie viene riscaldata, il calore provoca lievi deformazioni del materiale, molto facili da identificare. Per capire se una lastra è in vetro temperato è sufficiente posizionarla in orizzontale e osservarla con grande attenzione, da diverse angolazioni e da vicino. In questo modo si individua anche l'eventuale presenza di imperfezioni all'interno. Ad esempio ondulazioni lievi della superficie oppure piccole striature biancastre possono essere causate durante la fabbricazione dai rulli.


Vetro temperato: La prova degli occhiali polarizzati e il test del calore

Portafinestra in vetro temperato Per rilevare al meglio le imperfezioni all'interno delle lastre in vetro temperato è possibile utilizzare il cosiddetto sistema degli occhiali con lenti polarizzate. Questi strumenti sono molto utili per individuare delle striature bluastre, di colore quasi nero, sulla superficie. Si tratta di striature che si originano quando il vetro temperato viene sottoposto al riscaldamento e che risultano molto più nitide agli angoli della lastra. Un altro sistema per identificare immediatamente queste lastre è la cosiddetta prova del calore: è sufficiente sottoporre il vetro a un’alta temperatura per capire se si ha a che fare con la tipologia standard oppure con quella temperata. In quest'ultimo caso, infatti, la lastra dimostra una grande tolleranza al calore e una resistenza davvero superiore rispetto a quelle normali.



COMMENTI SULL' ARTICOLO