Il vetro temperato

vetro temperato

Il vetro temperato è il vetro che si ottiene sottoponendo il normale vetro a una speciale "cottura" con temperatura sui 700°. La lastra viene poi raffreddata ad alta velocità dando vita a una variazione più resistente di questo materiale. All'apparenza il vetro temperato si presenta uguale al vetro normale, ma per via delle tensioni interni riesce a resistere a shock superiori rispetto a quelli sopportati dal vetro normale. Questa sua caratteristica resistenza lo rende un vetro sicuro, poiché in caso di rottura andrà a rompersi in microparticelle che non provocano ferite profonde. Per questo motivo il vetro temperato è parte degli standard europei in materia edilizia. Vista la sua particolare resistenza e sicurezza è ideale per essere utilizzato in casa per la realizzazione di diversi progetti, grazie anche al diverso spessore con cui si possono produrre le lastre.
Finestra per mansarda in vetro temperato

Nero lucido 6 mm di vetro temperato mensola angolare 150 mm (15,2 cm circa) bagno camera cucina

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,98€


A cosa serve il vetro temperato

Una mensola in vetro temperato Il vetro temperato ha diversi impieghi nel mondo dell'edilizia e dell'arredamento. L'uso che se ne può fare dipende dallo spessore delle lastre ed è prescritto per legge. Generalmente anche le lastre più sottili (4mm) sono considerate particolarmente sicure: grazie alla temperatura, in caso di rottura, il vetro non produce effetti particolarmente gravi sulla pelle. Con il vetro temperato dunque si possono creare piani di rivestimento per tavoli, schienali per le sedie, rivestimenti di pareti, box doccia, mensole e ripiani. Nella scelta del vetro per le finestre, il temperato acquista importanza per le sue caratteristiche di sicurezza. Con il vetro temperato si realizzano anche speciali pellicole di sicurezza da applicare agli schermi, come ad esempio cellulari e tablet, per proteggerli da eventuali e frequenti urti.

  • Pareti in vetro temperato Le lastre in vetro temperato sono molto diffuse e apprezzate, tanto da avere un gran numero di destinazioni d'uso: infatti la sua particolare robustezza consente di utilizzare questo materiale per rea...
  • Vetro vasca da bagno in stile minimal La vasca da bagno è da sempre considerata simbolo di relax, anche se negli ultimi anni è stata messa in secondo piano dalla rivale doccia. Questo è avvenuto principalmente perché la vita è diventata t...

Mensola angolare con supporti, in vetro temperato, per bagno / camera / ufficio, con finitura cromata, 150 mm, 6 mm spessore

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13€


Come si ottiene il vetro temperato

Frammenti di vetro temperato Le lastre di vetro che dovranno essere sottoposte al surriscaldamento sono solitamente di dimensioni 600x321 cm, ma vengono ridimensionate in base alle richieste del fruitore. Dopo il lavoro di taglio, è necessario intervenire sui bordi che presentano delle irregolarità, eliminandole. Queste infatti, con le alte temperature comprese tra i 600° e i 700° della temperatura, potrebbero dare origine a crepe e quindi della rottura del vetro. Il vetro viene dunque pulito e inserito nei macchinari per la temperatura, come in un forno. All'interno del forno il vetro si ammorbidisce e dovrà rimanere in "cottura" circa 1 minuto per ogni millimetro di spessore della lastra. Infine la lastra viene estratta dal macchinario e raffreddata velocemente. Questo tipo di trattamento rende il vetro più resistente agli shock termici e agli urti. In caso di rottura si disperdono microframmenti poco pericolosi.


Il vetro temperato: Consigli

Un tavolo con piano in vetro Il vetro temperato è riconosciuto, a livello normativo, come vetro sicuro. In ogni caso, al fine di evitare probabili incidenti, è consigliabile utilizzarlo in modo appropriato. Le lastre con spessore minore sono ideale per rivestimenti di grandi superfici come ad esemprio un muro, ma non è possibile realizzare con esse delle strutture portanti. Gli oggetti che si prestano meglio a essere rivestiti con lastre sottili sono quelli che già presentano una struttura. Uno spessore medio è ideale per creare oggetti, anche piccole strutture, completamente in vetro. Un esempio può essere il tavolo da salotto. Lo spessore maggiore consente di realizzare strutture più grandi: un tavolo da pranzo, la parete del box doccia, il vetro della finestra. Non è possibile effettuare incisioni su questo tipo di vetro.



COMMENTI SULL' ARTICOLO