Formaldeide

Cosa è la formaldeide e quali sono gli effetti sull'uomo

La formaldeide, conosciuta anche con il nome formalina, è un composto volatile, si presenta come gas incolore e con un odore molto forte. Viene usato maggiormente in prodotti utilizzati nell'edilizia ad esempio colle, vernici, plastiche, coloranti, in prodotti utilizzati per la pulizia, negli imballaggi e nella produzione di mobili. E' presente anche nelle tappezzerie e alcune volte nell'abbigliamento. La Formaldeide è stata definita nel 2004, dall'Agenzia Internazionale sulla ricerca sul Cancro, un prodotto altamente cancerogeno, è una delle principali cause di asma e di numerosi altri sintomi. Causa irritazioni alla gola, al naso, arrossamenti agli occhi con conseguente congiuntivite, problemi alla pelle con conseguente dermatite, sonnolenza, emicrania, stanchezza, etc. In funzione della quantità assorbita, i sintomi e il malessere generale aumenta, creando seri problemi all'essere umano.
Reazione allergica alla formaldeide

Gudoqi portatile rivelatore di qualità dell' aria accurata test formaldeide (Hcho) Monitor professionale attrezzatura di prova con Tvoc test rilevatore di registrazione dati per auto Outdoor Detectio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 20,99€


Utilizzo della formaldeide nell'abbigliamento e nei detersivi

La formaldeide nell'abbigliamento Da tanti anni la formaldeide è adoperata nella produzione di capi di abbigliamento, infatti viene usata come antimuffa per la conservazione dei tessuti e dei vestiti. Alcune volte nella produzione di abbigliamento di largo consumo viene utilizzata come prodotto antipiega oltre che antimuffa. Da alcuni test a campione su vestiti e altri capi di abbigliamento sono emersi valori di formaldeide 800 volte superiori alla norma. Il consiglio importante da seguire è lavare assolutamente tutti i capi nuovi appena acquistati, facendo attenzione ai detersivi e all'ammorbidente, infatti la formaldeide viene impiegata anche per la produzione di detergenti per la casa e per il bucato. Dobbiamo far attenzione alle etichette e alle composizioni dei detersivi e detergenti anche se le quantità usate sono contenute, la prudenza non è mai troppa. I primi sintomi da tenere in considerazione sono nausee, tosse difficoltà respiratorie ed eventuali reazioni allergiche.

  • Produzione e trattamento dell'humus per substrato Il substrato è un elemento fondamentale per ottenere buoni risultati nei nostri giardini, aiuole e risulta particolarmente adatto nell'ipotesi di coltivazione in vaso. E’ infatti la base primaria da c...
  • Vasi da giardino decorati I vasi da giardino, ovvero i contenitori per la coltivazione di piante, fiori o anche ortaggi e verdure, sono disponibili in innumerevoli forme, colori, materiali e dimensioni. I motivi per cui si sce...
  • Esempio di prato inglese Il prato inglese è un tipo di manto erboso che deriva il suo nome dal fatto di essere stato adottato per la prima volta dai proprietari terrieri della Gran Bretagna nel Seicento. Durante i secoli le t...
  • Gardenia fiorita La gardenia è originaria della fascia tropicale africana e comprende circa 250 specie differenti. La più comune in Italia è la gardenia jasminoides, molto apprezzata per i suoi fiori particolarmente o...

IGERESS - Misuratore della qualità dell'aria, rilevatore di formaldeide (HCHO), PM2.5/PM10/TVOC , tester di precisione con visualizzazione dell'ora, per utilizzo in casa, auto, esterni

Prezzo: in offerta su Amazon a: 109,99€
(Risparmi 151€)


Consigli per limitare il contatto con la formaldeide

Lo smalto colorato contiene formaldeide La normativa Italiana è alquanto permissiva sull'uso della formaldeide a livello industriale, quindi è compito dei cittadini informarsi e stare attenti alle etichette e alle indicazioni riportate nei numerosi prodotti di largo consumo. Alcuni consigli da prendere in considerazione per evitare dei contatti con la formaldeide sono prima di tutto acquistare prodotti biologici o quanto meno più naturali possibile, ventilare la casa cosi da eliminare eventuali residui di formaldeide nell'aria, chiudere bene i flaconi dei prodotti utilizzati per le pulizie e collocarli in un mobile chiuso e ovviamente lontano dagli alimenti. Fare attenzione anche ai cosmetici come gli smalti, ai deodoranti per ambienti, la maggior parte di essi contengono una sostanza chiamata Terpeni che a contatto con l'aria produce formaldeide. Per chi soffre di asma e disturbi alle vie respiratorie si consiglia installare in casa i purificatori d'aria.


Formaldeide: Piante utili contro la formaldeide

Le piante come purificatori dell'aria Alcune piante sono in grado, più di altre, di pulire l'aria dalle tossine come la formaldeide e da muffe. Sono capaci di assorbire dal 50 al 80 % delle sostanze inquinanti presenti nell'aria. Si consigliano alcuni tipi di piante da appartamento: - L'Aloe ha la capacità di assorbire la formaldeide, monossido e diossido di carbonio, inoltre il succo della foglia e un ottimo rimedio per le scottature estive. - Il Fico di caucciù purifica l'aria dalla formaldeide, resiste in ambienti con poca luce. - Il Falagio posto in un ambiente di 200mq è capace di purificare l'intero ambiente dalla formaldeide e dal monossido di carbonio. - L'Edera non può mancare nelle case di tutti noi è capace infatti di rimuovere dall'aria il 60% delle tossine presenti quali la formaldeide, benzene e tricloroetilene. - Lo Spatafillo ha la stessa capacità dell'edera.



COMMENTI SULL' ARTICOLO