La malta bastarda

Cos'è la malta bastarda

Nel settore edilizio la malta bastarda è molto conosciuta come una sostanza definita pasta fluida. È solitamente composta da diversi materiali leganti che ne determinano la caratteristica viscosità e ne favoriscono l’efficacia di utilizzo nell’ambito delle costruzioni. A seconda dei prodotti usati come additivi si può modificare la composizione della malta stessa, andando a personalizzarne alcuni aspetti, come il tempo di indurimento, accelerare la presa o fluidificare la presa. Come si può immaginare, questo materiale ha conosciuto una rapida espansione e viene impiegata in maniera marcata da svariati anni, dal momento che per la costruzione di immobili si rivela essere adatta e facile da modificare in base agli scopi che si ha intenzione di soddisfare.
Applicazione malta bastarda

Sontuosamente decorata Mosaic giardino pozzolanico piede pietra, può essere appeso a parete, turchese, verde e viola Mosaic, 30 x 17 x 3 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 28,06€


Composizione della malta bastarda

Carriola contenente la malta bastarda La malta bastarda è principalmente composta da diversi ingredienti che sono acqua, sabbia, calce e cemento. Per ottenere un materiale di qualità rilevante e alta è necessario che tutti i componenti del composto siano di grande qualità, in modo da non inficiarne l’efficacia una volta che si inizia ad utilizzarla. Il ministero che amministra i lavori pubblici, mediante una serie di normative, sancisce come debba essere prodotta la malta bastarda e le dosi che devono essere utilizzate. Secondo i dettami rilasciati dal ministero l’acqua impiegata per amalgamare i restanti ingredienti deve essere assolutamente pura e limpida, quindi priva di ogni sostanza grassa o organica. Ma non solo, devono anche essere totalmente assenti i cloruri e i nitrati all’interno dell’acqua. Inoltre la sabbia che andrà usata deve essere necessariamente pulita e quindi totalmente libera da argilla, terra o altri oggetti. Il parametro riguardante la granulometria deve essere su un livello che va da 0,1 a 3,15 millimetri.

  • Polveri di cemento Le malte sono fondamentali materiali utilizzati per la costruzione di edifici. Si tratta di un composto preparato mescolando sabbia e legante (in genere cemento o calce), utilizzando dell'acqua. Le ma...
  • Calce idrata La calce è uno dei materiali più antichi che ancora oggi viene adoperato nell'edilizia. Basti pensare che questo materiale è stato rinvenuto come legante in una pavimentazione risalente al 7000 a.C. u...
  • Esempio di muro a sacco I muri a sacco sono sistemi murari che si vedono spesso negli edifici storici: il loro nome deriva dalle caratteristiche della messa in opera. Infatti sono costituiti da due muri paralleli in mattoni ...

Wolfcraft 1708000 - Miscelatore per malte e colle Ø 85 mm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,2€


Preparazione della malta bastarda

Muro costruito con la malta bastarda Da come si evince dalla composizione, la malta bastarda è molto semplice da preparare. Innanzitutto è necessario precisare che per piccole quantità è possibile procedere con la produzione a mano, mentre per quantitativi che vanno a superare il quintale è bene munirsi di una betoniera, che faciliterà sicuramente l’operazione di mescolamento degli ingredienti. Quindi per poter ottenere la malta bastarda è necessario munirsi di cemento, calce idraulica, acqua e un buon quantitativo di sabbia. A questo punto non si dovrà fare altro che mescolare gli ingredienti gradualmente, andando a inserire un po’ d’acqua di tanto in tanto per aumentare la viscosità del prodotto in questione. Per ottenere un risultato ottimale però è generalmente consigliato evitare sbalzi termici o la produzione in luoghi a temperature elevate, che possono accelerare il processo di indurimento.


La malta bastarda: Costo e tipologie

Costruzione muro Il costo della malta bastarda è molto variabile e viene determinato da numerosi fattori. Se ad esempio scegliamo di utilizzare la malta predosata (viene così chiamata quella particolare tipologia di malta già pronta per essere utilizzata) avremo un costo diverso rispetto a quello che potrebbe scaturire dall'acquisto dei singoli ingredienti che andranno a formare il composto desiderato. Per quanto riguarda la prima tipologia si può dire che il costo medio si aggiri intorno ai 2€-3€ circa per ogni sacco avente un peso di 25Kg. Per quanto concerne la seconda tipologia invece, bisogna andare a considerare il costo di ogni singolo ingrediente. Questo tende a mutare notevolmente a seconda del fornitore dal quale acquistiamo il prodotto in questione.



COMMENTI SULL' ARTICOLO