Pavimenti in porfido

Le caratteristiche dei pavimenti in porfido

I pavimenti in porfido, grazie alla loro notevole resistenza, sono adatti sia agli ambienti interni sia a quelli esterni. Il porfido è una particolare roccia vulcanica composta da una pasta vetrosa ricca di cristalli: i più abbondanti tra questi ultimi sono quelli di quarzo, ragion per cui il materiale in questione è denominato anche porfido quarzifero. I pavimenti fabbricati con questo tipo di roccia assumono una colorazione variabile in genere tra il marrone chiaro ed il grigiastro. I rivestimenti sono realizzati con piastrelle, con mattoni oppure con cubetti di porfido, elementi già ampiamente utilizzati all'epoca degli Etruschi e dei Romani. Simili pavimentazioni risultano piuttosto diffuse non soltanto nelle abitazioni, ma anche in ambienti come le banche, i musei e le biblioteche, nei giardini pubblici e nelle piazze cittadine.
Un pavimento in porfido

SALVATERRAZZA, Idrorepellente per Terrazzi ed Esterni ad Azione Consolidante e Anti Infiltrazione, 1L

Prezzo: in offerta su Amazon a: 30€


I vantaggi dei pavimenti in porfido

L'eleganza dei pavimenti in porfido I pavimenti in porfido, grazie al materiale con cui vengono costruiti, possiedono una notevole resistenza non soltanto al calpestio e alle collisioni, ma anche all'umidità, alle intemperie e agli agenti atmosferici: per questo sono particolarmente adatti ai bagni, alle cucine e agli ambienti esterni. Il prezzo di tali rivestimenti varia sulla base dello spessore dei singoli elementi, ma in ogni caso è davvero vantaggioso ed economico. Dopotutto, i pavimenti realizzati in porfido durano per moltissimo tempo e rappresentano un ottimo investimento. Essi, inoltre, possiedono un eccellente potenziale artistico, sono lisci, levigati e contraddistinti da sfumature e tonalità variabili. Il lato estetico non è messo in secondo piano rispetto a quello pratico: le pavimentazioni in questione possono valorizzare qualsiasi arredamento.

  • Pavimento in lastrame di porfido Il porfido è una pietra naturale di origine vulcanica di tipo vetroso con numerosi cristalli di quarzo al suo interno. È una roccia di notevole durezza, ha ottima resistenza meccanica e alle temperatu...
  • Pavimentazione di pietra naturale Le mattonelle da giardino sono destinate nella progettazione degli spazi esterni della casa. L'area che non viene adibita a prato, viene pavimentata per praticità e per ragioni estetiche. Le mattonell...
  • Esempio di parete in pietra Per rivestire le pareti interne di casa negli ultimi anni sono sempre stati di più gli interior designers e gli architetti che si sono rivolti a materiali tradizionali come il legno, la pietra e i mat...
  • Vialetto in pietra da giardino I vialetti in pietra possono essere realizzati adoperando diverse tipologie di materiali. Si possono sfruttare vecchie piastre spezzate recuperate dalla rimozione di piazze private oppure le pietre na...

etm Pavimento Antitrauma Protettivo - Pavimento Palestra | Pavimenti in Gomma Componibili per Esterno e Interno | Set da 4 Pezzi, 50x50 cm (1 m²) - Spessore 40 mm - Nero - Bianco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 69,99€


Consigli per la posa in opera

Pavimento in porfido a cubetti I pavimenti in porfido possono essere installati tramite il fai-da-te: bisogna, tuttavia, tracciare una differenza tra quelli formati da piastrelle o mattoni e quelli composti da cubetti. Nel primo caso, infatti, la posa in opera va effettuata su un sottofondo di malta oppure tramite apposite strisce adesive; nel secondo, invece, è necessario preparare un basamento di sabbia e cemento su cui i cubetti vanno semplicemente adagiati. Ovviamente, prima di eseguire tali operazioni, è essenziale rendere il substrato del tutto omogeneo, levigato, pulito e privo di qualunque imperfezione. Bisogna anche prendere con attenzione le misure della superficie da ricoprire, in modo da procurarsi il materiale necessario. Al termine dell'installazione si suggerisce di ripulire il rivestimento dai residui della lavorazione.


Pavimenti in porfido: La pulizia

Pavimento porfido Per la pulizia dei pavimenti in porfido è necessario utilizzare una scopa dalle setole morbide: tale strumento è finalizzato a rimuovere tutti i residui di sporco e di polvere che, con il passare del tempo, tendono ad accumularsi tra gli interstizi del rivestimento. Si suggerisce, inoltre, di adoperare un detergente non aggressivo, apposito per i pavimenti, che non formi schiume abrasive che potrebbero danneggiare la superficie del materiale. Il prodotto va diluito in acqua e distribuito con un panno morbido. Al termine di questa operazione si raccomanda di lasciar asciugare per bene la pavimentazione e di non passare la cera, la quale renderebbe il porfido scivoloso e quindi pericoloso. Può essere utile aggiungere all'acqua usata per le pulizie un po' di pietra pomice in polvere, la quale elimina anche lo sporco più complicato da raggiungere.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO