Il soppalco

Il soppalco e le varie caratteristiche della struttura

Quando l'altezza di una stanza è abbastanza considerevole, è possibile installare il soppalco: si tratta di una soluzione salvaspazio che consente di ottimizzare la distribuzione degli ambienti. In questo modo si può creare una stanza in più (spesso uno studio, una camera da letto o una zona relax) oppure si impiega il nuovo spazio come ripostiglio. Per mettere a punto il soppalco è necessario consultare innanzitutto i regolamenti edilizi emessi dal Comune competente per territorio e le norme di igiene dell'ASLlocale. Infatti i requisiti riguardanti la superficie da soppalcare in termini di percentuali, le altezze che la struttura deve avere sia sopra che sotto e i rapporti aeroilluminanti variano da Comune a Comune. Inoltre a volte si richiede la DIA oppure un vero e proprio Permesso di Costruire per procedere. In genere il soppalco deve avere un'altezza nella parte inferiore e superiore di almeno 270 cm per essere dichiarato abitabile.
Soppalco con piccola camera da letto

Self-My Plafoniere Il Nordic Industrial Minimalista Soppalco Con Letto Matrimoniale Den Cafe Bar Blu Scuro Lungo Testa + Blu Scuro 35  Lampadari

Prezzo: in offerta su Amazon a: 117€


Il soppalco: la struttura e i costi dell'installazione

Soppalco in legno con libreria Se il soppalco ha una struttura che non si classifica come arredo fisso e se non aumenta la superficie calpestabile dell'abitazione, in genere si può procedere anche senza avere un titolo autorizzativo. In questa eventualità si può realizzare anche una soluzione fai da te: si hanno varie opzioni a disposizione, che prevedono l'uso di kit appositi oppure il montaggio da soli di materiali acquistati in precedenza. Nella maggior parte dei casi si utilizza il legno, perché più economico e facile da lavorare. Il solo acquisto dei materiali per mettere a punto il soppalco si aggirano sui 100 euro al metro quadro, tuttavia vi sono anche soluzioni low cost e più semplici. Di conseguenza i costi dei materiali possono scendere a 70 euro al metro quadro circa. Bisogna poi considerare a parte le spese relative all'illuminazione, alle rifiniture, all'arredo e alla manutenzione della struttura stessa.

    Bioecoshop Scala Da Appoggio In Legno Di Faggio Massello A 10 Gradini Con Kit Per Montaggio Bioeco DF UP Mis 44 x 8 Cm Altezza 250 Cm Tinta Naturale Made In Italy

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 277€


    Come realizzare un soppalco in legno

    Cucina con soppalco in legno La struttura di un soppalco molto semplice e realizzabile con il fai da te può essere in legno lamellare, impregnato con prodotti ad acqua specifici per questo materiale: in questo modo la costruzione resiste a lungo. Vi sono pilastri e altri elementi verticali portanti, oltre a quelli orizzontali: questi sono rappresentati da arcarecci, travi e doghe spesse almeno 2 cm. Vengono applicate in due strati su correnti in legno, così da avere un risultato finale molto resistente, leggero e dotato di una buona coibentazione. Anche il livello di isolamento acustico è decisamente buono grazie alle caratteristiche del materiale ligneo. Quindi si installano le luci nette, il cui costo non supera i 70 euro al metro quadrato. Bisogna tenere a mente che è possibile realizzare il soppalco anche in acciaio: questa struttura, infatti, si caratterizza per essere molto versatile e adattabile a tanti contesti. Ad esempio si può installare in un ufficio, nei garage, all'interno di un negozio, negli stand oppure nei depositi e nei magazzini.


    Il soppalco ripostiglio: le caratteristiche della soluzione

    Soppalco che ospita uno studio-ripostiglio Il soppalco ripostiglio è una struttura che viene spesso installata nelle abitazioni per diverse ragioni. Innanzitutto il soppalco ripostiglio permette di avere volume e spazio in più in casa senza dover modificare la disposizione degli ambienti. Infatti il problema della mancanza di superficie utilizzabile riguarda molti appartamenti e case moderne, soprattutto nelle città. Al tempo stesso il soppalco ripostiglio prevede requisiti meno stringenti per quanto riguarda la sua installazione. Anche se i punti da rispettare cambiano da Comune a Comune, in genere si richiede che lo spazio sopra e sotto il soppalco abbia un'altezza minima di 240 cm. Infatti in questo caso la struttura non è abitabile, ma viene destinata a un semplice deposito. Inoltre non è necessario realizzare finiture eleganti, in quanto lo spazio viene usato soltanto per stipare e riporre attrezzi e molti altri oggetti.


    Le scale da soppalco: cosa c'è da sapere

    Le scale da soppalco collegano due ambienti posti a quote differenti, sono a vista e personalizzano lo spazio. Sono fondamentali elementi d'arredo, che possono avere un ingombro più o meno notevole. La forma deve essere scelta in base allo spazio a disposizione: si può optare per una struttura lineare, a chiocciola, a L oppure a C. Inoltre bisogna tenere a mente che le scale da soppalco si possono realizzare in situ oppure essere prefabbricate. Nel primo caso si possono realizzare le scale impiegando i materiali più apprezzati dall'utente e progettando una struttura apposita per lo spazio. Anche i dettagli sono personalizzati. Se invece si opta per scale da soppalco prefabbricate, vi sono tanti modelli tra cui poter scegliere, messi in commercio da tante aziende produttrici. Anche in questo caso è possibile personalizzare l'elemento a seconda delle proprie esigenze e dei propri gusti.


    Arredare il soppalco: le soluzioni a disposizione

    Il soppalco permette di sfruttare tutto lo spazio di una stanza: in questo modo si crea un ambiente su misura e lo si destina a ospitare il locale che si preferisce. Di conseguenza si riesce ad arredare il soppalco come si desidera. In genere negli appartamenti di ridotta metratura si destina questo ambiente alla zona notte, tuttavia nelle grandi case grandi lo si utilizza come area relax oppure studio. In ogni caso è necessario che il soppalco abbia una ringhiera in ferro, in legno oppure in lastre di vetro. Per arredare il soppalco destinato alla zona notte si impiegano letti bassi o privi di struttura. Se invece si rivela uno spazio extra, lo si arreda a seconda delle proprie esigenze. Ad esempio può ospitare un divanetto, una poltrona, una libreria e un tavolino basso. In alternativa si può creare una stanza giochi, una cucina di design oppure un giardino d'inverno.




    COMMENTI SULL' ARTICOLO