Pareti in cartongesso

Usare il cartongesso, pratico meteriale per pareti

Il cartongesso è un materiale molto utilizzato nei sistemi di costruzione a secco: infatti si tratta di un materiale molto pratico e versatile per realizzare pareti divisorie al posto del calcestruzzo e dei laterizi comunemente impiegati. Usare pareti in cartongesso consente di dividere gli ambienti interni in differenti locali e aree funzionali in modo semplice, veloce e pulito: per questo è molto impiegato nelle nuove unità immobiliari e soprattutto nelle ristrutturazioni. Con questo materiale si potranno ridisegnare facilmente gli spazi e inoltre la progettazione non è vincolante (come invece accade con le pareti divisorie tradizionali): se le esigenze abitative cambiassero, sarà semplice e poco dispendioso effettuare i cambiamenti necessari. Infine bisogna ricordare che il cartongesso è molto pratico anche per realizzare velette, controsoffitti piani o personalizzati e muretti che rispondono a gusti ed esigenze particolari.
Parete attrezzata in cartongesso

Controtelaio per pareti in cartongesso Doorkit Doortech by Scrigno - Dimensione: Da 60 a 80 cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 140,65€


Quali sono le migliori caratteristiche delle pareti in cartongesso

Parete-libreria in cartongesso Le pareti in cartongesso vengono definite in edilizia "pareti leggere" dato che questo materiale a secco pesa dalle quattro alle sei volte in meno della classica muratura. Oltre ad essere molto più leggero, il cartongesso è molto più economico, perché il suo utilizzo costa dal 20 al 30% in meno rispetto alle pareti normali. Ciò si spiega con la praticità della costruzione e con la facilità con cui vengono inseriti i cavi dell'impiantistica: infatti, realizzare le pareti in cartongesso non comporta polveri né macerie, anche se si applicano faretti, punti luce oppure prese e interruttori. Bisogna anche ricordare che questo materiale permette soluzioni progettuali personalizzate, applicando tasselli appositi che diventeranno ripiani, mensole, sostegni e scaffali. Tra l'altro, la planimetria così creata non è vincolante: gli spazi delle abitazioni, degli uffici e dei negozi possono essere facilmente ridisegnati in maniera pratica e funzionale; inoltre possono essere decorati in vario modo per risultati sempre creativi ed originali.

  • Montanti per cartongesso I montanti per cartongesso costituiscono la struttura portante principale che deve necessariamente essere inserita nelle pareti di cartongesso. Sono un sistema veloce e leggero per creare ambienti sep...
  • Pareti divisorie Le pareti divisorie sono elementi fondamentali all'interno di una casa perché consentono di suddividere gli spazi in vari ambienti con una differente destinazione d'uso. Il loro compito, infatti, è di...
  • Esempio di realizzazione in cartongesso fai da te Il cartongesso fai da te permette la realizzazione di un gran numero di soluzioni innovative, originali e personalizzate. Si tratta dell'intervento di bricolage per la casa e la costruzione di interni...
  • Costruzione parete divisoria in cartongesso Le pareti divisorie in cartongesso rappresentano il modo più veloce e pulito per realizzare nuovi spazi all'interno dell'abitazione o dell'ufficio. Basti pensare alle nuove stanze che si possono crear...

Yato Molly rivetto pistola pinze da 60 pezzi, per pareti in cartongesso Molly, Tool 7 – 9 mm (yt-51451)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 30,99€


I vari tipi di cartongesso che si trovano sul mercato

Esempio di pareti in cartongesso Il cartongesso è un materiale che può essere commercializzato in numerose varianti, consentendo quindi la realizzazione di soluzioni progettuali particolari che vanno a rispondere a specifiche esigenze. Ad esempio, le pareti in cartongesso possono integrare al loro interno materiali fonoassorbenti oppure lastre insonorizzanti: di conseguenza, si ottiene un buon risultato acustico, molto apprezzato quando si ha a che fare con ambienti particolarmente rumorosi. Un'altra variante molto importante nell'edilizia è il cartongesso ignifugo, che si caratterizza per un'elevata resistenza al fuoco. In questo caso, i pannelli impiegano il gesso enidrato, un materiale che resiste ad elevate temperature ed agli effetti di un incendio. Infine, troviamo il cartongesso idrorepellente: consiste in pannelli rivestiti da materiali che li rendono impermeabili. A causa del colore del rivestimento sono chiamate lastre verdi. Queste particolari pareti in cartongesso sono impiegate negli ambienti con un alto tasso di umidità, come i bagni e le cucine.


Come si fa a costruire una parete in cartongesso con le tecniche del fai da te

Stanza con parete in cartongesso Data la semplicità e la facilità della messa in posa le pareti in cartongesso possono essere realizzate anche con il fai da te. In genere vengono usate come divisori economici e veloci per suddividere ambienti molto spaziosi in più aree funzionali. Tutti i materiali e le attrezzature occorrenti sono facilmente reperibili presso negozi per il fai da te e bricolage (oppure di materiali edili), a cominciare dai pannelli in cartongesso. Per sapere quanti ne occorrono bisogna dividere le dimensioni della parete per quelle del pannello: il risultato dovrà essere moltiplicato per due, dato che il divisorio è composto da due lati. Si consiglia di aumentare il numero dei pannelli necessari del 10% per ogni eventualità. Occorrono anche due binari a U per la struttura portante, viti autofilettanti, un cutter, stucco, una spatola, una sega per metalli, carta vetrata, un recipiente, un avvitatore, del fissativo e del nastro a rete. Sono importanti il filo a piombo e una livella per accertarsi che la struttura sia perfettamente perpendicolare.


Come fare la messa in posa delle pareti in cartongesso

Innanzitutto si devono tracciare con un gessetto le linee su cui si andrà a realizzare la parete in cartongesso, sul soffitto, sul pavimento e sui muri adiacenti utilizzando il filo a piombo. Quindi si deve creare la struttura portante, posizionando sul soffitto e sul pavimento i profili metallici appositamente tagliati. Ricordatevi sempre di predisporre il vano porta e che al posto degli elementi in metallo si possono usare anche quelli di legno. Una volta finito di montare i profili con tasselli e viti autofilettanti (si consiglia di inserirle ogni 60 centimetri) si devono inserire i montanti verticali: dovranno essere distanti tra loro 40-60 centimetri ed essere assolutamente perpendicolari. A questo punto si possono fissare alla struttura portante i pannelli di cartongesso: è preferibile la posa orizzontale al posto di quella verticale, perché consente di risparmiare sulla quantità di materiale impiegato a parità di risultati.


Pareti in cartongesso: La rifinitura: il fissaggio dei pannelli e la pittura della parete

pareti in cartongesso I pannelli che si trovano in commercio sono differenti sia per dimensioni (1,2x3 metri o 1,2x2 metri) e per spessore (18, 12,5 oppure 9 mm). In ogni caso il montaggio e il fissaggio delle lastre segue la stessa procedura. Innanzitutto, si devono coprire i giunti e le viti con il nastro adesivo a rete per poi passarvi sopra una mano di stucco. Si devono stuccare anche tutti gli eventuali avvallamenti presenti sulla parete in cartongesso, così da avere una superficie completamente liscia e uniforme da pitturare. Anche per questo è necessario rifinire con la cartavetro i punti dove si è applicato lo stucco per eliminare eventuali irregolarità. Una volta terminata la rasatura si può pitturare la parete, stendendo una mano di fissativo e lasciandolo asciugare bene. In alternativa, per garantire l'ancoraggio del colore al tramezzo di cartongesso si può usare una pittura isolante. Perché il risultato finale sia migliore si consiglia di dare tre mani di pittura invece che due soltanto.



COMMENTI SULL' ARTICOLO