Tubi neon a led

L'evoluzione dei neon a led

La tecnologia avanza sempre velocemente, ed ecco che i tubi neon comuni nell'illuminazione di uffici, garage e scuole lasciano il posto ai nuovi neon a led. I tubi neon a led esistono già da qualche anno, ma la tecnologia ha avuto bisogno di qualche tempo per sviluppare appieno le potenzialità di questo prodotto. Dapprima venivano prodotti neon a led con corpo in alluminio e la copertura frontale in plastica trasparente o opale, in modo da avere un prodotto resistente e performante. Questa estetica però si scostava molto da quella degli antenati fluorescenti. Le aziende produttrici si sono quindi adeguate alle richieste di mercato per produrre dei tubi neon a led più simili a quelli tradizionali, arrivando a produrli con corpo interamente plastico. In questo caso però si andava ad inficiare la robustezza meccanica del prodotto, rischiando che sulle misure più lunghe il tubo potesse flettere, ed ecco quindi che si arriva alla produzione dei più recenti neon a led con corpo completamente in vetro. Con questo accorgimento si hanno prodotti robusti ed esteticamente validi.
Tubi neon a led

KKmoon Portatile palmare Neon tubo lampada fluorescente LED Tester

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,99€


Perché scegliere i neon a led

Stazione metropolitana illuminata con neon a led I motivi per scegliere i neon a led sono molti, analizziamo di seguito i principali partendo dalla scelta dovuta alla praticità del prodotto. Con l'avvento dei led molti corpi illuminanti sono stati ridisegnati completamente per sfruttare al meglio le caratteristiche di questa nuova sorgente luminosa, permettendo una riduzione notevole degli ingombri. In alcuni casi, però, la sostituzione dell'intero corpo può essere dispendiosa, ed ecco quindi che la sostituzione della sola sorgente luminosa, diventa la scelta ottimale. Il secondo motivo che può portare alla scelta di utilizzare i tubi neon a led è sicuramente il risparmio energetico e di conseguenza economico. Il consumo dei neon a led è meno della metà dei tubi tradizionali, pur mantenendo le stesse caratteristiche di illuminamento o addirittura aumentandole. Questo fa sì che nel giro di pochissimo tempo l'utente riesca ad ammortizzare il costo dell'acquisto dei neon a led e a iniziare a risparmiare sulla spesa della corrente elettrica.

  • Arredare cameretta del neonato Quando in famiglia vi è l'arrivo imminente di un neonato, uno dei primi pensieri dei futuri genitori riguarda l'arredamento della cameretta del nuovo arrivato. E' importante che venga, tutto ciò che s...
  • Luci al neon Per illuminare la propria abitazione o qualunque altro tipo di edificio si possono scegliere diverse alternative. Ci sono infatti tante tipologie di luci che si diversificano fra loro in base all'effi...
  • Scarpine all'uncinetto per l'inverno Prima di iniziare la realizzazione delle scarpine uncinetto è importante acquistare tutto l'occorrente: un gomitolo di lana grossa o sottile lavorata doppia, uncinetto da 9 mm, ago da lana, nastro di ...
  • Lampada a led Il led è un dispositivo opto-elettronico che, per mezzo di un processo di emissione spontanea, produce luce quando viene attraversato da corrente elettrica. La dispersione di calore è minima e la luc...

Beghelli RegLED Eco 14W Apparecchio Reglette LED, Protezione Internazionale IP40, 1050lm, 3000K, 14 W, Multicolore

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12€


Tubi neon a led: Come scegliere i neon a led

La scelta delle caratteristiche dei neon a led da richiedere dipende dalle singole esigenze di utilizzo. Per rispondere al meglio alle richieste di mercato, le aziende produttrici propongono i neon a led in tutte le misure in cui venivano prodotti i neon tradizionali; si trovano infatti comunemente in commercio sia i neon a led con diametro piccolo (attacco T5), che quelli con diametro grosso (attacco T8). I neon a led con attacco T5 vengono spesso proposti completi di plafoniera per rendere ancora più pratica la sostituzione completa del corpo. Per ogni misura e versione, é possibile scegliere il colore di luce bianco caldo, naturale o freddo. La luce calda è spesso consigliata per le abitazioni o l'illuminazione di aree di relax e di attesa, dove quindi l'utente non deve compiere compiti visivi complessi. Le tonalità bianco naturale o freddo sono invece più indicate nelle zone di lavoro, perché aumentano la visione e permettono anche una migliore identificazione dei colori degli oggetti.



COMMENTI SULL' ARTICOLO