Seghetto da traforo

Il seghetto da traforo e la sega a telaio

Il seghetto da traforo permette di compiere tagli decorativi di vario tipo su pannelli non molto spessi e di vari materiali non ferrosi, come il legno e la plastica. E' possibile trovare in commercio più tipologie di seghetto da traforo che si distinguono in base alle caratteristiche degli elementi compositivi dell'attrezzo. Uno dei più usati è la sega a telaio, conosciuta anche come sega del falegname in quanto è utilizzata soprattutto per lavorare su superfici di legno. La sega a telaio è formata, come si può dedurre dal nome, da un telaio di legno in cui è fissata la lama che consente il taglio. Il telaio è composto due montanti e una traversa che danno alla struttura della sega una caratteristica forma ad "H". Ad uno dei due lati si trova una corda di canapa che serve per tendere o allentare la lama. Uno dei due montanti costituisce anche l'impugnatura della sega. La lama è in acciaio temperato e di solito ha una lunghezza che si aggira intorno ai 70 cm. Una lama stretta permette di effettuare lavori più accurati e tagli circolari; una lama larga invece è più adeguata per tagli lunghi e dritti che richiedono grande precisione.
Un seghetto da traforo

Pebaro 935 - Set seghetto da traforo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 15,84€


La sega a dorso

Una sega a dorso classica La sega a dorso è un tipo di seghetto da traforo manuale molto consigliato per compiere lavori di estrema precisione. E' composta da una lama rettangolare o trapezoidale dai denti piccolissimi e da un'impugnatura di legno o di plastica, che può essere a forma di pistola ma anche dritta. La caratteristica principale è la rigidità che permette all'attrezzo di resistere alla flessione durante il taglio. Proprio per questa sua peculiarità la sega a dorso può essere utilizzata per lavori che richiedono tagli diritti e precisi, ma poco lunghi e profondi, ad esempio la costruzione degli incastri o il taglio di cornici. Gli aspetti principali che condizionano la scelta di quest'attrezzo da lavoro sono: tipologia, lunghezza della lama e spessore. In base al tipo di lama scelto, il prezzo di una segna a dorso può variare dai 10 ai 40 euro circa, se si tratta di lame autoaffilanti d'acciaio speciale; se a ciò si aggiunge un'impugnatura in legno pregiato, il prezzo può lievitare anche intorno ai 100 euro.

  • Fresa cilindrica La fresa cilindrica è un accessorio in grado di realizzare sagomature su legno e metallo, con una azione simile a quella del trapano. Quest'ultimo si differenzia dalla fresa cilindrica per il punto di...
  • Cucina legno Il legno di faggio possiede numerosi vantaggi di carattere pratico ed estetico. È un materiale semplice da lavorare per la sua notevole duttilità: si presta in maniera ottimale ad essere tagliato, pia...
  • Pialla a spessore La pialla a spessore è un genere di pialla a motore che consente di rifinire sia lo spessore dei listelli che le superfici. Si presenta con una struttura analoga alla pialla a filo con la sola differe...
  • Esempio di parquet sbiancato Il parquet sbiancato è quasi sempre in rovere, ma può adottare anche altre essenze. Si predilige il rovere perché consente di avere una pavimentazione resistente, versatile, che si adatta con ottimi r...

Einhell Traforo Oscillante TC-SS 405 E

Prezzo: in offerta su Amazon a: 87,29€
(Risparmi 18,04€)


Seghetto da traforo: Il modello alternativo

Seghetto a mano Oltre alle seghe a mano, molto numerose, si possono trovare sul mercato anche seghe elettriche, che si distinguono in: seghetto alternativo, sega circolare e sega a nastro. Tra i più utilizzati, il seghetto alternativo riprende un po' la funzione e le modalità di lavoro del seghetto da traforo classico. Deve infatti il suo nome al moto alternato della lama che lavora spostandosi su e giù sul pannello da tagliare. La velocità si regola elettronicamente e, a differenza dei seghetti manuali, permette di tagliare superfici di vario spessore e materiali, come legno e plastica, ma anche metalli. Il seghetto alternativo è composto da un'impugnatura ergonomica, un vano motore, una lama e un piede d'appoggio inclinabile fino a 45°. All'attrezzo si possono aggiungere anche altri accessori che facilitano un taglio dritto e preciso e altri che consentono tagli curvi. L'uso del seghetto alternativo non richiede l'impiego di molta potenza, ma un'impugnatura ferma e decisa, oltre ad una particolare attenzione durante l'operazione in modo da non perdere mai di vista la linea guida del taglio che si va ad effettuare.



COMMENTI SULL' ARTICOLO