Raspa

Attrezzature utensili e macchinari power: la raspa

La raspa sia manuale che power (elettrica) tra le tipologie di attrezzature, utensili e macchine per i lavori artigianali è l'arnese indispensabile nelle operazioni di preparazione delle superfici quali: sgrossatura, scrostatura e infine anche limatura grossolana di qualsiasi tipo di materiale. Dal legno, al marmo fino alla lavorazione di tutte le materie compatte, la raspa manuale è l'utensile per le attività artigianali più basilari, così come per i lavori di restauro di porte o finestre e in generale per la manutenzione domestica. La raspa che è formata da due elementi, il manico e la barra d'acciaio, può essere di varie dimensioni, sia per lunghezza che per larghezza. Il manico è studiato appositamente per rendere l'attrezzo maneggevole ed ha l'impugnatura in legno o resina, mentre la barra d'acciaio è caratterizzata da una doppia faccia sulla quale sono predisposte due tipi di dentature. La dentatura più grossa e rada permette di sgrossare ed eliminare più velocemente il materiale da trattare, mentre quella più sottile, grazie a denti piccoli e fitti, consente di realizzare le operazioni di finitura.
Raspa manuale

Hilka Pro Craft 69800113 200 mm impugnatura morbida legno Raspa Set – argento (3 pezzi)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,96€


Bricolage, attrezzature, utensili e macchinari: la raspa

Tipologia di raspa a denti incrociati In grado di spianare velocemente sporgenze, crepe o asperità causate da danni, fratture o usura, la raspa, tra attrezzature, utensili e macchinari power, è l'attrezzo principe nei lavori domestici. Dal restauro al rifacimento di qualsiasi tipo di superficie più o meno compatta, il ruolo principale della raspa è quello di riuscire ad eliminare in poco tempo qualsiasi tipo di materiale da trattare, grazie alla sua barra in acciaio a doppia dentatura. Lo sfregamento vigoroso che consente l'attrezzo, pur essendo un lavoro poco preciso, permette di eseguire velocemente le operazioni di sgrossatura di legni, marmi e perfino la scrostatura di metalli, prima di essere preparati all'antiruggine e alla verniciatura. Rivolto a tutti i neofiti del bricolage e del fai da te, la raspa è l'utensile indispensabile per i lavori artigianali di manutenzione domestica.

  • Maison de verre Parigi Il vetrocemento detto anche vetromattone, a voler indicare il singolo elemento, nasce nei primi anni del novecento come materiale il cui utilizzo è destinato a costruzioni di carattere industriale. Fu...
  • Vialetto in cemento stampato Il cemento stampato è diventato molto popolare tra la fine degli anni '70 e i primi degli anni'80, quando la scelta era piuttosto limitata per stili e colori, disegni semplici e tinte monocromatiche. ...
  • Ringhiera scala interna verniciata Le vernici per ferro prevengono e limitano i danni da ossidazione, calore e ruggine. Trasparenti, lucide, semi-lucide o colorate sono disponibili anche sotto forma di spray oppure smalti. Molto resist...
  • Pannelli fotovoltaici trasparenti I pannelli fotovoltaici trasparenti rappresentano uno dei moderni orizzonti di realizzazione di un impianto fotovoltaico. Rispetto ai tradizionali pannelli fotovoltaici, pur se realizzati con l'impieg...

TILY 5 x 180 MM mini Assorted Hand file legno raspa set con impugnatura in gomma ( pezzi) (5x180mm)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,99€


Fai da te, come utilizzare la raspa e quale scegliere

Raspa antigoccia a denti fini La raspa è un attrezzo molto antico che da sempre viene usato per vari scopi, volti a velocizzare e a facilitare le operazioni di sgrossatura e scrostatura di legno, marmo, pietra, metallo e perfino di opere in muratura.Tra attrezzature, utensili e macchinari power, utilizzati per occuparsi della manutenzione delle rifiniture nelle abitazioni, la raspa è uno degli arnesi che seppur semplice, resta tra i più importanti. Determinante per la lavorazione delle materie dure ha una capacità di rimozione più elevata. Inoltre la raspa è adatta a definire e spianare superfici o scolpire forme, come nessun'altro attrezzo manuale o elettrico riesce a fare. Per questo motivo a seconda del lavoro che ci si appresta a realizzare esistono diverse tipologie di raspa. La raspa da legno ha una grande capacità sia di asportazione che di abrasione, grazie alla tipologia e al numero di denti incrociati posti sulle due facce della barra metallica, mentre le raspe da ferro in commercio, per la lavorazione dei materiali più duri, hanno denti differentemente inclinati in grado di garantire, grazie allo sfregamento, la rimozione dei materiali più resistenti.


Tipologie di raspe per lavori artigianali

Raspa a sezione triangolare Trovare la raspa giusta per ottenere il risultato desiderato, significa scegliere tra una gamma molto vasta di attrezzature, utensili e macchinari power. I criteri per fare la scelta giusta si basano sulla tipologia di materiale da trattare sulla base del quale scegliere la forma e la dimensione della raspa. Le più comuni sono le raspe piatte con lama abrasiva doppia di media dimensione, oppure a sezione ovale per lavorare superfici arrotondate, infine triangolari con tre tipologie di dentatura. Le diverse predisposizioni dei denti fitti o radi incrociati e la loro stessa forma, più o meno appuntita, permettono di rimuovere con facilità tutte le tipologie di superficie a seconda di compattezza e durezza. Per i materiali morbidi come legno e plastica, l'azione della raspa adeguata, consente di entrare nelle fibre ed asportare senza troppa violenza, mentre per lavori di carpenteria, di finitura delle tegole o per il trattamento dei ferri da cavallo, i denti vengono tagliati in modo da essere correttamente incisivi, così come una capacità specifica di rimozione, viene studiata per le raspe da utilizzare per il cuoio e per le materie che tendono a sfilacciare.


Raspa per maniscalchi

Le raspe per mascalcia fanno parte delle attrezzature, utensili e macchinari power, dei maniscalchi, sia per il pareggio e la rifinitura dello zoccolo che per la manutenzione della ferratura del cavallo.

Formate da manico e puntale, le raspe da maniscalco più innovative hanno il manico ergonomico, intercambiabile e ad incastro, per non affaticare le mani e per poter essere adattate al puntale più appropriato.

La comodità della raspa intercambiabile, sta nel fatto che è possibile sostituire le diverse dentature, a seconda del tipo di lavorazione.

La dentatura che cambia nella grana da taglio, offre varie topologie di puntali, i più comuni hanno tagli mediamente fini e denti che tendono a sbriciolare le fibre, per trattare i materiali più duri con facilità.

La raspa per maniscalco può essere adatta sia per la finitura del ferro di cavallo che per la sua ribattitura, oppure esistono raspe specifiche per la finitura dello zoccolo dei cavalli da corsa.

In commercio ci sono versioni più economiche per entrambe le operazioni.


Come si usa la raspa

raspa modelli Per lavorare correttamente con la raspa è necessario afferrarla con forza e con entrambe le mani. Da una parte si impugna il manico con la mano che guida e dall'altra, con la mano appoggiata sulla parte esterna della barra dentata, si esercita la pressione corretta, in modo non troppo pesante. Tenendo presente che più si sta leggeri e meno ci si stanca.

Il movimento della raspa che va comunque guidato da entrambe le mani, deve essere impostato sollecitando la stessa compressione, sia in andata che al ritorno e per evitare rigature non omogenee, è necessario mantenere la corretta aderenza. Quando il lato della superficie si è appianato, si procede con quello successivo. Per eseguire il lavoro correttamente, è importante ogni tanto fermarsi a pulire la raspa che grazie all'apposita spazzola, viene liberata dai rimasugli di ferro che restano incastrati tra i denti in metallo. Per acquistare la raspa più adatta al tipo di materiale da trattare, basta rivolgersi ai negozi di attrezzature, utensili e macchinari power per artigiani.




COMMENTI SULL' ARTICOLO