Lavori di ristrutturazione

Primi passi per valutare una ristrutturazione

La prima cosa da fare è organizzarsi, sembra scontato, ma tante persone sottovalutano questo passaggio. Stabilite il budget e poi munitevi di carta e penna ed iniziate ad annotarvi tutti i lavori che dovrete affrontare, passo per passo, calcolando anche solo approssimativamente un'idea di quella che sarà la spesa. Questo vi aiuterà a capire l'entità della vostra ristrutturazione, cioè se la casa è solo da riordinare o interamente da ristrutturare. Specifichiamo che la spesa di ristrutturazione di una casa molto vecchia sarà più onerosa. In quanto per adeguare le fondazioni e gli impianti alle norme più recenti è richiesta una spesa maggiore. Se si tratta di ristrutturare un appartamento per poi affittarlo o semplicemente per ammodernizzarlo, alcuni lavori potrete eseguirli voi risparmiando anche qualche soldo (ad esempio imbiancare le pareti), anche perchè non dovreste intervenire sulla struttura portante. Ovviamente se c'è da intervenire in modo drastico è necessario rivolgersi a tecnici esperti in grado di preparare la pratica da inoltrare al comune di residenza.
ristrutturare casa

FEIN 72294262000 FMM 350Q MultiMaster QuickStart Sistema Universale per Lavori di Ristrutturazione e Rinnovo

Prezzo: in offerta su Amazon a: 247,84€
(Risparmi 47,4€)


Ristrutturazione ordinaria e straordinaria

Lavori di ristrutturazione I tipi di lavoro di ristrutturazione si suddividono in lavori di ristrutturazione ordinaria o straordinaria. Per lavori di ristrutturazione ordinaria si intendono tutti quei lavori di abbellimento dell'appartamento che non vanno ad intaccare la struttura. Ad esempio: cambiare i pavimenti, le piastrelle, i sanitari o tinteggiare, l'unica cosa da fare è avvisare l'amministratore di condominio ed i vicini. Smaltite materiali di scarto e macerie secondo le leggi previste. Per lavori di ristrutturazione straordinaria si intende l'abbattimento di muri interni, costruzione di scale o ristrutturazione di solai. Inutile sottolineare che in questo caso il fai da te non è consentito. Dovrete affidarvi ad un tecnico ed a un'impresa per svolgere i lavori secondo la prassi prevista dalla legge, con tanto di presentazione in comune di documenti e disegni di ciò che si andrà a realizzare.

  • ristrutturare casa Quando si decide di mettere a posto il proprio spazio abitativo bisogna informarsi sui costi che si dovranno sostenere per la ristrutturazione dell'appartamento: opere che vengono considerate necessar...
  • Ristrutturare una casa Ogni proprietario di immobili sa che periodicamente è necessario effettuare interventi di manutenzione, sia ordinaria che straordinaria, così che la proprietà rimanga in buono stato. Infatti questi la...
  • rinnovare casa Per decidere quando è indispensabile una ristrutturazione della casa occorre prendere nota innanzitutto dello stato in cui versano le strutture principali: le fondamenta, i muri o i pilastri di sosteg...
  • crepa su parete I cedimenti delle fondazioni sono dovute a molteplici fattori che minano la stabilità di un edificio. Tra questi il più comune è una struttura che non tiene conto della natura del terreno e di quella ...

REV Ritter – Portalampada per lavori di ristrutturazione, e 27 – consegna gratuita

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,73€


Passaggi da seguire per la ristrutturazione

Passaggi della ristrutturazione Come primo passo è utile valutare le condizioni della struttura, degli impianti e del tetto. Nel caso dovreste affrontare questo tipo di lavori, ricordate che sono i più onerosi. Se dovete intervenire sulla copertura (tetto), ricordate che un tetto in legno è più leggero, quindi graverebbe meno sulla struttura portante. Controllate lo stato dei mobili, quelli da cambiare e quelli da tenere. Nel caso dovreste liberarvene, informatevi su eventuali costi di smaltimento, oppure recatevi presso le isole ecologiche del vostro comune perchè dovrebbe essere gratuito. Alcuni oggeti di arredamento potrebbero avere anche solo bisogno di un piccolo restauro fai da te per dargli nuova vita (mensole, porte, mobili, tavoli). Se vi trovate a dover cambiare anche qualche elettrodomestico, puntate su quelli a basso consumo facendo attenzione alla classe energetica.


Detrazioni ed incentivi per la ristrutturazione

Detrazioni ristrutturazione Grazie alla legge di stabilità, anche per il 2016, attraverso la dichiarazione dei redditi potrete detrarre parte delle spese sostenute per lavori di ristrutturazione. Le norme prevedono una detrazione pari al 50% degli interventi in 10 anni. Ovvero, se la vostra spesa sarà di 20 mila euro, beneficerete di 10 mila euro in 10 anni. Di conseguenza pagherete 1000 euro di IRPEF in meno all'anno. Ovviamente non tutti possono benificiarne. Per capire cosa è detraibile, è importante stabilire che tipo di intervento si andrà ad eseguire alla casa. Anche per l’anno in corso è stato mantenuto il bonus Energia. Ovvero uno sconto che viene riservato a famiglie numerose o con basso reddito. Informatevi presso il centro di assistenza fiscale del vostro comune per saperne di più. Inoltre è stato prorogato anche il bonus arredi al 50% con estensione anche per le giovani coppie che hanno intenzione di uscire di casa e andare ad abitare insieme.


Consigli generali per lavori di ristrutturazione

Importante è anche valutare lo stato del bagno, a volte qualche piccola variazione nelle dimensioni del box doccia potrebbe farvi guadagnare più spazio.

Se non amate la vasca, oppure vi è indifferente, sostituirla con la doccia vi porterà fantastici benefici nei termini di spazio. Considerate che è un'operazione che non richiede neanche tantissimo tempo, si calcolano circa due o tre giorni di lavoro.

Per la scelta di elettrodomestici o altro, appoggiatevi anche ad internet, perchè si possono trovare gli stessi articoli che cercate ad un prezzo maggiormente scontato, facendo sempre attenzione e controllando che siano siti web fidati.

Se la ristrutturazione è drastica (interventi strutturali con demolizione di pareti) si richiede l'intervento di tecnici specializzati, contattate diverse imprese così da poter confrontare i preventivi.

Così facendo potrete scegliere il più vantaggioso scoprendo magari anche eventuali furbetti.


Lavori di ristrutturazione: Calcolare costi di ristrutturazione

ristrutturazione Quando avrete ben chiaro che tipo di lavori di ristrutturazione avete intenzione di intraprendere, potrete recarvi sul web e scoprire che ci sono disponibili alcuni software che vi aiutano a calcolare i costi da affrontare.

Ad esempio, si tratta di inserire alcuni parametri come: se si tratta di casa singola o appartamento, la superficie totale del locale, se si trova al piano primo o a piani sopraelevati, la zona dove è ubicata, categorie di lavori e tipo di qualità delle finiture.

Ovviamente non si avrà un calcolo precisissimo al centesimo, ma siccome hanno un'attendibilità pari al 90% almeno riuscirete ad avere un'idea di cosa vi aspetta e se riuscirete a rispettare il budget che vi siete prefissati ad inizio pianificazione.

A parità di tipologia di intervento di ristrutturazione, si è calcolato che i costi sono leggermente più bassi al sud Italia rispetto al nord Italia.



COMMENTI SULL' ARTICOLO