Resine per rivestimenti

Definizione e utilizzi

Le resine per rivestimenti sono prodotti polimerici sintetici; sono formate da una base e da un componente indurente. Possiedono le caratteristiche di altri materiali, ad esempio la solidità del legno e la lucentezza del vetro, ma in più sono dotate di maggiore resistenza e malleabilità. Sono numerosi i loro utilizzi: le cosiddette resine autolivellanti sono ottime per i pavimenti, mentre quelle sotto forma di pasta sono altamente consigliate per le pareti. Questo particolare materiale è perfetto per proteggere qualsiasi superficie del proprio appartamento, anche quelle costantemente a contatto con l'acqua: per questo motivo è adoperato di frequente nelle stanze da bagno per rivestire non soltanto i muri e la pavimentazione, ma anche il lavabo, la doccia e qualsiasi altro elemento dell'ambiente.
Pavimento resina

RESINA EPOSSIDICA TRASPARENTE GR 320 BICOMPONENTE A+B - SUPER TRASPARENTE EFFETTO ACQUA per creazioni trasparente - RESINA per gioielli - resina per creazioni stampi - BESTSELLER da RESIN PRO

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,9€


Come si applicano le resine per rivestimenti

Rivestimento bauletto legno Un'operazione preliminare da svolgere è la completa pulizia della superficie da ricoprire: è indispensabile rimuovere qualsiasi residuo di sporco per lasciar aderire perfettamente la resina. In seguito è necessario effettuare una passata con della carta vetrata, in modo da eliminare dal pavimento o dalla parete tutte le eventuali imperfezioni. Le resine per rivestimenti, per di più, hanno una presa maggiore sulle superfici leggermente ruvide. Questo straordinario e versatile materiale deve essere steso tramite una spatola o un simile attrezzo; naturalmente è essenziale che sia spalmato in maniera uniforme e che si evitino fastidiosi dislivelli. La resina consente anche eccellenti risultati estetici: è possibile amalgamarla con pigmenti, con ossidi e con minerali per ottenere variegati effetti.

  • Esempio di pavimenti in ceramica I rivestimenti ceramici sono le superfici più diffuse nel settore dell'interior design e consentono di rendere ancora più bella e funzionale la propria casa. Possono essere applicati a parete oppure a...
  • Piastrelle in travertino Le piastrelle sono caratterizzate da uno spessore compreso in linea di massima fra i 4 e i 15 mm e possono avere le forme più disparate: dal quadrato all'esagono, dal rombo al rettangolo. Talvolta può...
  • Esempio di piastrelle a mosaico Le piastrelle a mosaico sono uno dei rivestimenti più usati in Italia perché possono essere realizzate in qualunque materiale e si possono adottare in tutti gli ambienti interni ed esterni. Si caratte...
  • Esempio di pavimento in graniglia I pavimenti in graniglia sono stati adottati a partire dalla fine dell'Ottocento in abitazioni di grande pregio: infatti sono soluzioni di arredo eleganti e ricercate, adatte sia agli ambienti interni...

RESINA EPOSSIDICA TRASPARENTE GR 800 BICOMPONENTE A+B - SUPER TRASPARENTE EFFETTO ACQUA per creazioni trasparente - RESINA per gioielli - resina per creazioni stampi - BESTSELLER da RESIN PRO (800 GR)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 18,9€


Resine per rivestimenti: I numerosi vantaggi

Piano cucina marmo I vantaggi delle resine per rivestimenti sono sia estetici sia pratici. Per quanto riguarda i primi, questi materiali garantiscono un piacevole effetto lucido e possono essere decorati da ciascuno a seconda delle proprie esigenze; con le corrette aggiunte possono risultare somiglianti al vetro, al marmo o alla plastica. Le resine sono inoltre malleabili, facili da applicare, uniformi nell'aspetto. Un notevole vantaggio pratico è rappresentato dalla loro atossicità, il che le rende opportune per tutti gli ambienti; in più, esse sono idrorepellenti e pertanto ottime per le stanze da bagno. Se non bastassero tutte queste eccelse qualità, tali materiali sono estremamente semplici da pulire e la loro manutenzione è rapida ed economica: si raccomanda di utilizzare sempre detergenti non aggressivi.



COMMENTI SULL' ARTICOLO