Helleborus

Quando e quanto irrigare le piante del genere Helleborus

Le piante appartenenti al genere Helleborus provengono originariamente dall'Asia e dal continente europeo. Tutte le diverse specie e varietà prediligono delle irrigazioni regolari lungo tutto il periodo dell'anno. In inverno, possono bastare le piogge stagionali ma è importante che non manchi l'apporto idrico fondamentale, se si vuole ottenere una fioritura abbondante. Il terreno deve essere preferibilmente sempre un poco umido avendo cura di non inzupparlo, in quanto l'insorgere di ristagni idrici lederebbe l'apparato rizomatoso. In primavera e in estate le somministrazioni d'acqua divengono più costanti e regolari. Nelle zone settentrionali le annaffiature avvengono una/due volte a settimana, mentre nelle regioni meridionali può essere necessario innaffiare gli Helleborus anche una volta al giorno.
Fiore della pianta di Helleborus

RO.MA. PUNTI Per PRIMULA 12 BOX 1000

Prezzo: in offerta su Amazon a: 11,7€


Come prendersi cura delle piante di Helleborus

Fiore nero di Helloborus Le specie e le varietà di Helleborus, dette anche rose di Natale, sono molto resistenti alle condizioni climatiche invernali e sopportano le temperature inferiori ai 10 gradi sotto lo zero. Vanno riparate dalle forti correnti provenienti da nord che potrebbero bruciare il delicato fogliame. Possono adattarsi a diverse tipologie di terreno ma prediligono quelli calcarei. L'ideale è scegliere un substrato composto da terriccio da giardino e da sabbia grossolana, da mescolare a una buona dose di argilla espansa. Gli Helleborus si coltivano anche in vaso e il terreno va sostituito mediamente ogni due/tre anni, rinvasando in un contenitore più capiente. Inoltre, è possibile ottenere nuovi esemplari con la divisione del rizoma. L'operazione si effettua in primavera, utilizzando un coltello disinfettato.

  • Varietà arbustiva di Helleborus L'Helleborus è una pianta da fiore a fioritura invernale ed è presente in diverse varietà. Quella più diffusa e comune viene chiamata anche Rosa di Natale. Altre specie sono soprannominate cavolo di l...
  •  piantine di Lithops Le piante grasse da appartamento sono amate da moltissime persone per un motivo molto semplice. Di solito non richiedono cure particolari e hanno bisogno di pochissima acqua; per questo, in genere, so...
  • Peonia in piena fioritura Le peonie sono piante per giardino appartenenti alla famiglia delle Peoniacee. Le specie di questo genere si dividono in due grandi gruppi: peonie erbacee e peonie arbustive (o legnose). Le peonie erb...
  • Margherita in piena fioritura Le margherite sono piante erbacee appartenenti alla famiglia delle Asteraceae. Molto diffuse nelle zone d'Europa a clima temperato e in particolare nelle regioni mediterranee, sono caratterizzate da u...

SOLEDI Artificial Flowers 7 Heads Hand Drawn Artistic Roses For Wedding Home Bar Decor (Bianco)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 12,99€
(Risparmi 1,53€)


Quando e come concimare le piante del genere Helloborus

Fiore sbocciato di Helloborus Il genere Helleborus comprende piante da fiore che non richiedono concimazioni frequenti e regolari. Tuttavia, in alcuni periodi dell'anno è necessario dispensare del fertilizzante completo e ben bilanciato, per ottenere esemplari sani e fioriture copiose. É consigliabile scegliere una soluzione liquida da diluire nell'acqua delle irrigazioni. I trattamenti vanno somministrati all'incirca ogni due settimane, a partire dalla stagione autunnale. In alternativa, per mantenere sempre il substrato ricco e fertile, si può aggiungere del compost oppure dello stallatico ben maturo agli strati superficiali del terreno. L'operazione può essere ripetuta mediamente ogni due o tre mesi, in primavera e in autunno. Inoltre, ogni tanto può essere utile pacciamare il terreno circostante le piante di Helleborus.


Esposizione, malattie e possibili rimedi

Fiori colorati helloborus Nei territori settentrionali i vegetali del genere Helleborus richiedono un'esposizione luminosa, per alcune ore a diretto contatto con i raggi solari. Gli esemplari che invece sono coltivati nelle zone meridionali, temono l'eccessiva luce e vanno preferibilmente posizionati a mezz'ombra. Una delle malattie più frequenti per questa tipologia di erbacee perenni è la cosiddetta macchia nera, nota anche come ticchiolatura. Sulle foglie compaiono macchie scure e per intervenire efficacemente si devono effettuare dei trattamenti ciclici con specifici anticrittogamici. Anche il seccume nero può colpire l'Helleborus causando il totale deperimento della pianta, a questa patologia attualmente ancora non c'è rimedio. Infine, gli afidi possono infestare i boccioli, da eliminare attraverso l'uso di aficidi.




COMMENTI SULL' ARTICOLO