I garofani

Che cosa sono le piante di garofani

I garofani sono piante da fiore molto belle e colorate che appartengono al genere Dianthus: piante erbacee, perenni e veramente ornamentali. Possiedono infatti regolari fiori pentameri con corolla a petali liberi; anche il calice è formato da cinque elementi, liberi o saldati. Invece gli stami in genere sono dieci. Hanno foglie opposte e intere, inserite ai nodi. I garofani sono presenti in natura in tante specie e varietà. Sono diffuse ovunque ma in prevalenza sono caratteristici delle zone temperato-fredde. Inoltre alcune specie sono tipiche della flora alpina. Qualunque sia la varietà scelta, i garofani necessitano di annaffiature saltuarie durante il periodo di fioritura. Invece, durante il riposo vegetativo, bisogna sospendere completamente gli apporti d'acqua per evitare la formazione di pericolosi ristagni idrici.
Esempio di fiore di garofano

3 I Garofani 2803C7-Forbici Cucito Catalana 3C Pulg 7

Prezzo: in offerta su Amazon a: 20,93€
(Risparmi 0,87€)


I garofani: quali sono le varietà più diffuse

Fiore variegato di garofano In Italia si trovano alcune specie di garofani allo stato spontaneo. Caratteristico della flora locale è Dianthus caryophyllus che cresce naturalmente dalla regione submontana fino al mare. Se è ibridato con Dianthus sinensis, produce fiori eleganti e assai profumati, con corolla sia semplice che doppia. Per lo più questi garofani sono di colore rosso violetto. Il fiore è sempre solitario e fornito di squame basali; ha calice gamosepalo tubuloso e striato e corolla a petali dentati. Altre specie spontanee sono Dianthus carthusianorum (caratteristico dei luoghi erbosi e boschivi) e Dianthus superbus, diffuso nei pascoli montani. Invece Dianthus alpinus e Dianthus glacialis sono specie d’alta montagna. Qualunque sia la specie coltivata, i garofani hanno bisogno di un clima mite e di luoghi soleggiati per potersi sviluppare al meglio. Tuttavia alcune specie sopportano temperature molto rigide senza subire danni.

  •  piantine di Lithops Le piante grasse da appartamento sono amate da moltissime persone per un motivo molto semplice. Di solito non richiedono cure particolari e hanno bisogno di pochissima acqua; per questo, in genere, so...
  • Peonia in piena fioritura Le peonie sono piante per giardino appartenenti alla famiglia delle Peoniacee. Le specie di questo genere si dividono in due grandi gruppi: peonie erbacee e peonie arbustive (o legnose). Le peonie erb...
  • Margherita in piena fioritura Le margherite sono piante erbacee appartenenti alla famiglia delle Asteraceae. Molto diffuse nelle zone d'Europa a clima temperato e in particolare nelle regioni mediterranee, sono caratterizzate da u...
  • Giardino fiorito con lago naturale Per rendere il proprio ambiente esterno elegante ed interessante da ammirare e da far ammirare è necessario sapere e riconoscere quali possono essere le migliori piante da giardino utilizzabili. Ogni ...

3 I Garofani 2803C4-Forbici Cucito Catalana 3C, Pulg 4

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,82€
(Risparmi 0,02€)


Come coltivare e curare le piante di garofano

Pianta di garofani rosa I garofani coltivati vengono ottenuti incrociando Dianthus caryophyllus in modo particolare. In Italia la coltivazione di questi fiori riveste un ruolo molto importante nel settore della floricoltura. Nello specifico le Regioni più interessate sono la Liguria, la Toscana, il Lazio, la Campania e in parte la Sicilia. Coltivato e noto è anche Dianthus chinensis, originario della Cina e tipico per i grandi fiori dai petali vellutati e variamente colorati. Inoltre i garofani vengono coltivati molto frequentemente nei giardini e in vaso per abbellire gli spazi interni ed esterni oppure per creare aiuole di grande impatto estetico. Queste piante prediligono terreni sciolti, ben drenati e ricchi di sostanze nutritive. Per facilitare la fioritura e avere corolle più belle e dai colori più intensi è bene concimare gli esemplari durante il periodo vegetativo. Vanno somministrati prodotti specifici per piante da fiori a lento rilascio e arricchiti di potassio.


Cosa tenere a mente

Pianta garofani Quando si coltivano i garofani in vaso è bene tenere a mente che si deve procedere periodicamente al rinvaso degli esemplari quando le radici fuoriescono dai fori attraverso cui defluisce l'acqua in eccesso. Il rinvaso in un contenitore di diametro maggiore viene effettuato agli inizi della primavera. Per riempire il vaso si può usare tranquillamente del terriccio universale. Anche se sono specie abbastanza resistenti, i garofani possono essere colpiti da alcune malattie e parassiti. In particolare sono sensibili agli attacchi della ruggine, della muffa grigia e dell'oidio. Inoltre il loro sviluppo risente della presenza di erbe infestanti. Si consiglia di mettere a punto un trattamento preventivo, proteggendo le piante con prodotti anticrittogamici in tarda primavera. La moltiplicazione dei garofani può essere effettuata con varie tecniche e, a seconda della soluzione scelta, cambia anche il periodo di intervento. Ad esempio la semina avviene agli inizi della primavera, la preparazione delle talee in estate e la divisione dei cespi in autunno.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO