Mattoni refrattari

Mattoni refrattari

I mattoni refrattari sono materiali edili che hanno la particolarità di resistere notevolmente al calore, rimanendo inalterati anche ad una temperatura di circa 530°C. Sono formati con ossido d'alluminio ed ossido di silicio. L'impasto viene immesso in determinati stampi e poi fatto asciugare al sole. Le percentuali dei componenti per realizzare i mattoni refrattari possono essere diverse in modo da ottenere materiali con differenti caratteristiche: si va da mattoni di argilla a quelli di bauxite, da mattoni di magnesite fino ad arrivare a quelli di cromite. Tali elementi si usano spesso vicino alle canne fumarie, ai barbecue ed ai forni a legna, ma anche in ambienti industriali, come rivestimenti di forni dove si producono cemento e calce. I mattoni refrattari possono avere configurazioni diverse. In commercio, ad esempio, si trovano materiali a forma di listello, di cilindro o ancora di parallelepipedo.
Mattoni refrattari nel camino

Fermit, Malta refrattaria, 3 kg in un secchio

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,95€


I mattoni autobloccanti

Mattoni autobloccanti I mattoni autobloccanti sono un altro tipo di materiale di costruzione. Sono formati da blocchi che possono essere sia di calcestruzzo, che di argilla e di pietra naturale. Questi elementi hanno notevoli caratteristiche positive: sono estremamente solidi, resistenti contro gli agenti atmosferici ed in più hanno una forma regolare. Proprio per la loro configurazione questi mattoni autobloccanti vengono utilizzati per dare vita a muri e pavimenti di spazi esterni. La loro posa in opera è abbastanza semplice, in quanto, avviene seguendo una tecnica a secco. Tali mattoni vengono compattati a mano evitando accuratamente che rimangano buchi tra un elemento ed un altro. Questa specifica tecnica non ha bisogno di alcun collante, perciò si rivela pure sostenibile e rispettosa della natura circostante.

  • Elegante vialetto  in autobloccanti tipo cotto Le mattonelle autobloccanti per esterno sono prodotte in calcestruzzo e sono disponibili in varie forme. La loro caratteristica è che vengono posate su un fondo di materiale sabbioso a secco. Le matto...
  • Masselli autobloccanti multicolor I masselli autobloccanti sono dei mattoni in calcestruzzo che vengono utilizzati per pavimentare grandi aree esterne come parcheggi, vialetti, piazze e giardini. È un'ottima alternativa alle classiche...
  • Pareti in mattoni E' scoppiata da alcuni anni la mania delle pareti in mattoni a vista per decorare non solamente il soggiorno di casa, ma soprattutto la cucina. Si dice, infatti, che questa soluzione sia particolarmen...
  • Tegole in plastica indiane Le tegole in plastica sono molto adoperate per dare vita a coperture discontinue sia di strutture industriali che per uso abitativo. Tali elementi si adoperano principalmente per i tetti che hanno un'...

Fischer 50 Tasselli Duopower con Vite, 6 x 30 mm, per Muro pieno, Mattone Forato, Cartongesso, 544016

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,2€
(Risparmi 6,34€)


I mattoni ecologici

Mattoni ecologici naturali I mattoni ecologici in questi ultimi dieci anni sono molto utilizzati. La bioedilizia, che si fonda proprio su principi di costruzione ecologici, li adopera per realizzare edifici sia pubblici che privati con l'intento di combattere l'inquinamento atmosferico sempre più presente. Tra i materiali ecologici figura innanzitutto il legno. Quest'ultimo è un materiale resistente, flessibile, facile da lavorare e soprattutto atossico. Molto sfruttate sono anche l'argilla cruda, la paglia, la canapa ed il bambù. Tutti questi elementi essendo, tra le altre cose, anche ottimi isolanti termici, contribuiscono ad ottenere un importante risparmio energetico andando, in questo modo, a tagliare drasticamente le bollette. I materiali ecologici trovandosi in natura sono anche meno costosi rispetto a quelli tradizionali.


Posa in opera

Mattoni refrattari nei forni a legna La posa in opera dei mattoni refrattari ha bisogno di malte specifiche che vengono già lavorate in azienda per poi essere adoperate semplicemente con l'aggiunta di acqua. Si tratta, dunque, di malte definite premiscelate, che, in realtà, sono formate da ossido d'alluminio ed ossido di silicio e cioè dagli stessi ingredienti che vengono utilizzati per dare vita ai mattoni refrattari. È importante, prima di mettere in posa tali materiali, bagnarli per bene onde evitare di far seccare la malta che viene aggiunta. Se il montaggio dei mattoni refrattari è abbastanza semplice per gli usi domestici, lo è un po' meno negli ambienti industriali, dove sono presenti anche altri elementi chimici. Il costo dei mattoni refrattari non è eccessivo. In commercio, infatti, un elemento standard può avere un prezzo di circa 1€.




COMMENTI SULL' ARTICOLO