La demolizione e ricostruzione

Demolizione e ricostruzione secondo legge

Qualcuno dice che ristrutturare il proprio appartamento costituisca uno dei momenti più stressanti della vita. Effettivamente occuparsi di tutte le fasi che riguardano il rinnovamento di un immobile non è facile. A questo si aggiunga che la normativa sull'argomento è molto attenta, e quindi è necessario adottare tutte le cautele necessarie affinché venga rispettata la legge. Il Testo Unico dell'Edilizia, nel regolamentare la materia, infatti, si occupa proprio di indicare cosa quali siano le lavorazioni che rientrano nella definizione di ristrutturazione edilizia, facendovi rientrare anche la demolizione e ricostruzione successiva. In passato la ricostruzione doveva riprodurre fedelmente quanto in precedenza era stato demolito. Attualmente grazie ad interventi successivi della legge, della giurisprudenza e anche a seguito di circolari del Ministero delle Infrastrutture, sul punto vi è stata un'evoluzione.
Una fase della ristrutturazione

Carrello portatile pieghevole, ROYI 70Kg / 155lbs Carrello di utilità di costruzione 4 ruote compatto e leggero per bagagli, personal, viaggi, auto, spostamento e uso Ufficio - Trolley pieghevole - Nero

Prezzo: in offerta su Amazon a: 27,99€
(Risparmi 39€)


Demolizione e ricostruzione nel Testo Unico Edilizio

Materiale di risulta Il concetto principale su cui la normativa si soffermava in passato, nel caso di demolizione e ricostruzione, era la fedeltà, intesa come riproduzione di tutte le caratteristiche fondamentali dell'edificio precedente. Dovevano essere riprodotti quindi gli stessi volumi, la stessa sagoma, le stesse caratteristiche dei materiali e la stessa area di sedime. Solo gli eventuali miglioramenti che potevano concernere gli adeguamenti antisismici di una struttura, erano accolte come eccezioni valide dal Testo Unico. In seguito all''evoluzione normativa e giurisprudenziale, oggi il concetto di ristrutturazione è stato esteso, fino a considerare ammissibile una ricostruzione diversa, qualora questa avvenga ripristinando o sostituendo alcuni parti dell'edificio, o magari modificando o inserendo impianti o elementi nuovi.

  • Esempio di abusi edilizi Gli abusi edilizi riguardano la realizzazione di un edificio senza dichiarare al comune competente per territorio l'inizio dell'attività del cantiere oppure senza avere assolutamente il permesso di co...
  • Demolizione di una casa con l'ausilio di mezzi meccanici Le motivazioni che normalmente inducono il proprietario di un edificio ad effettuare un intervento di demolizione e ricostruzione sono sommariamente collegate all'esigenza di modificare, ammodernare, ...
  • Piastrelle in travertino Le piastrelle sono caratterizzate da uno spessore compreso in linea di massima fra i 4 e i 15 mm e possono avere le forme più disparate: dal quadrato all'esagono, dal rombo al rettangolo. Talvolta può...

Casa acqua opera casa acqua macchina 24 L pompa, MHI1300 1300 W giardino pompa a getto

Prezzo: in offerta su Amazon a: 249€


Lo smaltimento dei materiali della demolizione

Pannelli in cartongesso Un altro problema legato al momento della demolizione durante una ristrutturazione è quello relativo allosmaltimento dei rifiuti che inevitabilmente si creano. È un aspetto molto delicato, infatti, tanto da essere regolamentato da leggi ben precise. Il materiale di risulta si ritiene debba essere smaltito come rifiuto speciale da ditte di trasporto autorizzate e specializzate, previa analisi chimica. Cioè, per essere più precisi, prima, per capire e decidere come e dove smaltire i materiali di risulta, derivanti dalla demolizione, si deve estrarre un campione, che da analizzare presso un laboratorio. Al termine, sulla scorta del risultato delle analisi è possibile capire come e dove smaltire il tutto. Il trasportatore dovrà viaggiare con il documento che attesti il tipo di materiale che sta portando verso la discarica specializzata. La documentazione poi completa di tutte le regolari operazioni, dovrà essere consegnata presso gli enti locali, insieme a tutta gli altri documenti richiesti nelle ristrutturazioni.


La demolizione e ricostruzione: Le migliori tecniche

Pannelli rivestimenti Dopo la demolizione arriva il fatidico momento della ricostruzione. Esistono diversi materiali da costruzioni e tecniche ricostruttive. Tutto ovviamente è legato anche alla tipologia di ristrutturazione, se cioè si tratti di una piccola ristrutturazione o piuttosto di un progetto che rivoluzioni tutta la sagoma dell'immobile. In passato, venivano utilizzati mattoni forati e blocchi di cemento realizzati con il recupero di macerie. Oppure venivano utilizzati anche dei blocchi di gesso: questa tecnica oggi è stata abbandonata perché le pareti così tirate su non risultavano particolarmente stabili. Con il tempo si è andati verso delle tecniche ricostruttive che potessero facilitare sempre più le fasi successive di lavorazione, utilizzando quindi prodotti che potessero avere già di per sé una texture levigata. Per questo motivo oggi spesso vengono utilizzati dei blocchi di cemento cedulare, tipo pomice, che prendono il nome di siporex, o i blocchi di cemento e argilla espansa (prodotti da aziende tipo la Leca).



COMMENTI SULL' ARTICOLO