Finto parquet

Le caratteristiche del finto parquet a listelli

Il finto parquet è un rivestimento in legno o in gres porcellanato per pavimenti che imitano in superficie l'aspetto delle varie essenze, pregiate come il noce oppure più comuni come l'abete. In ogni caso il costo finale del rivestimento non cambia. Il rivestimento a listelli è formato da tre strati, di cui l'ultimo è composto da materiali di scarto compressi. Lo strato intermedio, invece, è una sottile lamina di resina coperta da una lastra impressa con una stampa digitale. È la qualità della stampa a determinare quella del rivestimento: meglio è fatta, con tutti i dettagli e le venature riprodotte, e più è difficile distinguere un finto parquet da un pavimento in legno autentico. In genere lo strato superiore stampato è di una miscela di resina melaminica e di corindone, tuttavia negli ultimi anni sono stati introdotti anche nuovi materiali di sintesi.
Esempio di finto parquet

Pellicola adesivo venatura del legno in vinile plastica scura 346-0116 alkor Maron 45 cm x 2 m 380-0007

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,04€


I vantaggi del parquet finto rispetto al legno

Finto parquet in gres Il pavimento in legno è molto delicato, tanto che è facile graffiarlo o rovinarlo. Per questo molte persone decidono di adottare in casa un finto parquet in quanto molto più resistente ma comunque di sicuro effetto estetico. Infatti la spessa pellicola di resina superficiale consente una buona durata nel tempo. È difficile che si graffi e che si usuri; inoltre è completamente idrorepellente, di conseguenza il finto parquet può essere adottato anche in ambienti con alto tasso di umidità e dove possono verificarsi perdite d'acqua. Ad esempio, è perfetto per le cucine e per i bagni. Tra l'altro, la resistenza del finto parquet si vede anche dal fatto che non può essere rovinato dagli agenti chimici aggressivi e corrosivi. La sua messa in posa è molto facile e, una volta installato, non necessita di interventi particolari di pulizia e di manutenzione.

  • Posa in opera di un massetto Per realizzare un pavimento a regola d'arte non è sufficiente riuscire a mettere in posa con professionalità mattonelle, piastrelle o parquet. Il segreto per avere un pavimento uniforme e piano, già p...
  • La lucidatura del pavimento a parquet Tra i vari tipi di rivestimenti per pavimenti il parquet è quello più diffuso in Italia, tuttavia ne esistono diverse tipologie che impiegano numerose essenze diverse. Tra i legni più usati per i list...
  • Esempio di parquet flottante Il parquet flottante è un rivestimento per pavimento in legno in cui le tavole non sono applicate usando sistemi invasivi come i chiodi o le colle. La messa in posa, quindi, preserva in buono stato an...
  • Mattonelle in finto legno Le mattonelle in finto legno sono realizzate in gres porcellanato e permettono di avere un pavimento che riproduce l'effetto del parquet. Il gres è dotato di caratteristiche come resistenza all'abrasi...

PAVIMENTO IN LAMINATO COLORE ROVERE (MQ.2,39)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 53€


La messa in posa del finto parquet

Finto parquet in listelli Il finto parquet viene posato con la tecnica flottante, assolutamente non invasiva perché non prevede l'impiego di colle o di chiodi: i listelli, infatti, vengono tenuti a posto dal loro stesso peso. Si tratta di una tecnica per la messa in posa molto semplice, che può essere realizzata anche con il fai da te. Per prima cosa si deve pulire il pavimento, assicurandosi che non siano presenti avvallamenti. A questo punto si stende uno strato di materiale isolante (può essere anche un semplice foglio di nylon) e poi si inseriscono i listelli incastrandoli l’uno con l’altro con la posa maschio-femmina. Una volta che la messa in posa è terminata, si può rifinire il finto parquet in maniera elegante posando uno zoccolino battiscopa: per ottenere una soluzione di continuità si consiglia di sceglierlo nello stesso colore del finto legno.


Finto parquet: Come curare e scegliere il finto parquet

Finto parquet Un finto parquet richiede solo una manutenzione semplice, con un lavaggio non troppo frequente a base di acqua e detergente neutro. Si consiglia di usare un panno umido per pulirlo: sarà sempre lucente. La scelta dei listelli deve valutare soprattutto la parte bilanciante (quella inferiore) e quella con la stampa. La prima è quella che viene a contatto con il pavimento preesistente e con lo strato isolante, quindi non deve assorbire l'umidità e deve essere sufficientemente rigida per supportare gli altri due strati e il calpestio. D'altro canto, lo strato superiore è quello che determina il risultato finale e il costo del finto parquet: infatti il prezzo dei listelli partono da un minimo di otto euro al metro quadrato e possono arrivare anche a cinquanta euro al metro quadrato. Più la stampa riproduce fedelmente l’essenza e più il finto parquet avrà un costo elevato.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO