Intonaco per esterno

Funzione dell'intonaco per esterno

Per molto tempo, l'intonaco per esterno è stato considerato un materiale di consumo alla stregua degli altri materiali per l'edilizia. Ma con il costo sempre maggiore della manodopera edilizia si pone molta attenzione alla scelta dell'intonaco per esterno per avere una sua durata nel tempo. Questo materiale assicura la protezione dai diversi agenti atmosferici quali pioggia, vento, sole e gelate. La composizione tipica dell'intonaco per esterno è per circa il 60% a base di un materiale inerte come la sabbia cui sia aggiunge, per la resta percentuale, un legante come la calce, il gesso o la calce idraulica. La sua applicazione alle pareti assicura che la stessa possa traspirare e quindi che l'atto di imbiancare casa abbia una maggiore durata, proprio grazie alla capacità di resisstere agli agenti atmosferici.
Strato di intonaco per esterno

BTicino S4140CAB Luna Premont Kit Presa Standard Tedesco/Bipasso, Bianco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 7,9€


Diverse tipologie di intonaco per esterno

Posa di intonaco per esterno La principale distinzione tra i vari tipi di intonaco per esterno è in base alla composizione ed alla preparazione. Nella prima categoria rientra l'intonaco per esterno preparato con i diversi tipi di legante. Quello realizzato con calce idraulica, ad esempio, assicura sia una perfetta aderenza alla parete cui è applicato nonchè una resistenza elevata ai diversi agenti atmosferici. Si definisce intonaco per esterno premiscelato, quello realizzato con materiali inerti e leganti che assicurano una facilità e rapidità nella preparazione, altrimenti avremo un intonaco per esterno che bisogna preparare integralmente. Per imbiancare casa, si consiglia di utilizzare un intonaco per esterno premiscelato e di colore bianco per assicurare una tenuta ottimale nel tempo e semplificare la posa della vernice.

  • Parete esterna con intonaco fonoassorbente Gli intonaci fonoassorbenti sono costituiti da leganti idraulici, con un elevato potere di isolamento acustico.Affinché l'intonaco fonoassorbente sia efficace è necessario che riesca ad assorbire alme...
  • Applicazione di intonaco macroporoso Gli intonaci macroporosi permettono di ridurre il livello di umidità a cui è soggetta una muratura. Sono costituiti da uno o più strati di particolari malte la cui porosità favorisce l'evaporazione de...
  • Intonaco rustico L'intonaco è il rivestimento esterno delle pareti di una casa, sia nella parte posta all'aperto, sia nella parte interna gli ambienti. Le tipologie di intonaco oggi più usate sono numerose, le cui pec...
  • Intonaco isolante In commercio oggi esistono diverse marche e varianti di intonaco isolante. Si tratta di solito di prodotti premiscelati, che si possono applicare a mano o a macchina, in modo del tutto simile a quello...

Tesa 05225-00014-02 Nastro Adesivo Copri Crepe

Prezzo: in offerta su Amazon a: 8,99€


Intonaco per esterno: Come preparare e posare l'intonaco per esterno

Intonaco per esterno a spruzzo Per avere un intonaco per esterno preparato in maniera ottimale, bisogna assicurare nella miscela, il rapporto tra leganti e materiali inerti di 1 a 2-3. La preparazione, in base ovviamente alla quantità della quale si necessita, potrà avvenire in secchio, con la betoniera o a mano. La parete sulla quale dovrà essere applicato l'intonaco per esterno deve essere ruvida e pulita per assicurare la perfetta aderenza. Un'applicazione perfetta dell'intonaco prevede la posa di almeno tre strati successivi di intonaco. Il primo per assicurare l'aderenza dell'intonaco alla parete, il secondo per fare in modo che ci crei un adeguato spessore di intonaco, il terzo permetterà di rifinire la parete. Nel momento in cui l'intonaco sarà asciutto e rifinito si potrà procedere ad imbiancare casa con il colore prescelto.



COMMENTI SULL' ARTICOLO