Le piastrelle di ceramica

Le piastrelle di ceramica, vantaggi e svantaggi

La ceramica è uno dei materiali più adatti a qualsiasi tipo di rivestimento. Fino a qualche tempo fa, quasi tutti gli edifici avevano pavimenti con piastrelle di ceramica. Ci sono due tipi di piastrelle di ceramica: quelle per i pavimenti e quelle per i rivestimenti. I vantaggi delle piastrelle di ceramica è che sono composte da una presenza abbondante di argilla. Sono leggere, compatte, impermeabili, resistenti all'usura, facili e veloci da posare e da pulire. Si possono posare sia su un pavimento già esistente che su una soletta di cemento. Hanno anche il vantaggio di essere offerte in molte tipologie di colore, dimensione e forma, per soddisfare ogni tipo di esigenza. Presentano l'unico svantaggio di essere meno durature e meno "prestigiose", rispetto al marmo, al legno o alle pietre naturali.
Ceramica

Kit di 15pz Sega a Tazza Punte Per Trapano di Sonda Coperto Core Foro Utensili Estrattore per Superfici in Vetro, Piastrelle, Ceramica e Marmo, 6-50 mm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,99€
(Risparmi 5€)


Piastrelle di ceramica, caratteristiche e tipologie

Piastrelle di ceramica Le piastrelle di ceramica possono essere smaltate o meno. Lo smalto rende la piastrella meno sensibile all'assorbimento delle macchie. Le caratteristiche tecniche delle piastrelle di ceramica dipendono dalla temperatura e dal tempo di cottura. La cottura può avvenire in una volta sola (monocottura) o in più passaggi (bicottura). Con la monocottura, avviene la cottura dell'intera piastrella in un passaggio unico, rendendo le piastrelle molto resistenti e quindi adatte sia per i pavimenti che per i rivestimenti interni ed esterni. Con la bicottura invece, il primo passaggio cuoce il supporto, il secondo invece fissa lo smalto, creando una piastrella più pregiata, ma meno resistente, adatta ai rivestimenti. La piastrella di ceramica è quella usata più frequentemente, in diversi tipi di edifici.

  • Cucina con piastrelle di ceramica I piani di cucina rivestiti con piastrelle sono sempre attuali. Sarà per la consistenza del materiale con cui sono realizzati, per il tocco di colore che donano alla cucina o per la praticità con la q...
  • Piastrelle di tipo marmo reale nero Se volete sostituire il vostro vecchio pavimento o state pensando a ristrutturare un ambiente, dovreste prendere in considerazione l'acquisto di un pavimento in ceramica. Di questa famiglia fanno part...

KIT SET RIPARA PAVIMENTO PIASTRELLE MATTONI CERAMICA PIETRE MARMO CEMENTO

Prezzo: in offerta su Amazon a: 31,65€


Piastrelle di ceramica, alcuni consigli

Rivestimento di ceramica Per scegliere in modo corretto le piastrelle di ceramica, bisogna sapere che si dividono in due gruppi: quelle più resistenti, destinate ai pavimenti e quelle più estetiche, destinate invece ai rivestimenti. La scelta della misura e del colore delle mattonelle, va fatta in base all'ambiente, al colore delle pareti, degli infissi e dell'arredamento. I prezzi delle piastrelle di ceramica variano in base al design, alla qualità, al colore e alla dimensione. Una piastrella economica, di piccolo formato costa circa 7-8 euro al mq. Mentre per una piastrella di prima scelta il prezzo varia dai 20 ai 30 euro al mq. Le mattonelle si possono acquistare presso i rivenditori di materiali edili e anche su internet. Lo svantaggio dell'acquisto online è quello di non poter toccare con mano il prodotto.


Realizzazione di un pavimento

Pavimento di ceramica Le piastrelle di ceramica, rispetto alle altre mattonelle per pavimenti, sono più pratiche, meno pesanti e sono più facili da pulire. Hanno il vantaggio di poter essere applicate ad un pavimento già esistente. Le piastrelle di ceramica si possono trovare in diverse tonalità di colore, forma e dimensione. Per posare le piastrelle bisogna preparare e pulire il sottofondo. Con una cazzuola ed una spatola dentata si stende la colla (per 5 o 10 piastrelle), e si posano le piastrelle una vicino all'altra, battendole con il martello di gomma e distanziandole con le crocette, fino a lasciare lo spazio per gli spezzoni per completare il perimetro. Asciugata la colla si tolgono le crocette e si riempiono le fughe tra una piastrella e l'altra. Infine pulire lo stucco in eccesso con una spugnetta umida.



Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO