Velette in cartongesso

Velette in cartongesso fai da te

Per realizzare delle velette in cartongesso pratiche ed innovative è possibile rivolgersi ai professionisti del settore oppure si può sempre optare per il fai da te; infatti con una certa manualità diventerà facile ottenere un'elegante veletta che sarà pure economica. Quindi, con guide in legno o metallo, cartongesso, profili, angoli, tasselli e viti, trapano, stucco, cartavetrata, fissativo e pittura è possibile iniziare la costruzione di una veletta. Prendere le misure necessarie tra le pareti e il soffitto e fissare la guida con i tasselli. Creare successivamente tutta la struttura della veletta e solo dopo posare i pannelli in cartongesso usando le viti e inserendo per bene nei profili. Completare gli angoli con i paraspigoli e rifinire con lo stucco l'intera struttura, al fine di mascherare le viti ed eventuali imperfezioni. Aspettare l'asciugatura e passare la cartavetrata. Volendo o se necessario, praticare i fori per i faretti. Alla fine, dare il fissativo ed eseguire la verniciatura.
soffitto con velette in cartongesso

vidaXL Levigatrice Smerigliatrice Carteggiatrice per Muro Cartongesso Rosso 750 W

Prezzo: in offerta su Amazon a: 89,35€


Vari tipi di velette in cartongesso

Velette in cartongesso Le velette in cartongesso sono in pratica delle opere edili che consentono di spostare verso il basso il soffitto in qualunque stanza sia per esigenze funzionali che estetiche. Per esempio, in cucina una veletta in cartongesso potrebbe nascondere il tubo della cappa. Oppure, anche in tutta l'abitazione, potrebbe ospitare i collegamenti del sistema di condizionamento. Mentre esteticamente parlando, le velette in cartongesso vengono usate sui controsoffitti a diverse altezze per regalare un'effetto originale e sofisticato all'ambiente. Basti pensare ai faretti che le velette possono ospitare trasformando così tutta la casa. Alla fine, le velette in cartongesso possono essere di forme diverse, lineari, verticali, o curve; potrebbero anche avere spigoli arrotondati o acuti. Ma resta il fatto che il materiale migliore da usare per la creazione delle velette è proprio il cartongesso dato che si presenta facile da lavorare, oltre ad essere leggero, economico e versatile.

  • lampade a sospensione colorate Le lampade a sospensione sono davvero molto utili per illuminare un punto particolare all'interno della stanza. Proprio per questo sono particolarmente utilizzate in cucina e nella sala da pranzo, in ...
  • La verniciatura di casa La verniciatura di un ambiente di casa parte sempre dal soffitto: una volta che si è terminata questa superficie si prosegue con le pareti, in modo che non si verifichino sgocciolamenti antiestetici. ...
  • installazione pannelli radianti a soffitto I pannelli radianti a soffitto sono soluzioni di climatizzazione estiva e riscaldamento invernale molto diffuse e apprezzate in quanto necessitano di una superficie davvero minima necessaria. Si tratt...
  • Travi in poiuretano effetto legno Inventato negli anni '80 il poliuretano è una materia plastica oggi molto utilizzata in edilizia. Le sue proprietà lo rendono infatti perfetto per realizzare ambienti dotati di un ottimo isolamento te...

DREMEL 565 Kit da Taglio Universale

Prezzo: in offerta su Amazon a: 16,99€


Doppia veletta

finitura veletta in cartongesso Le velette in cartongesso si prestano a diverse lavorazioni, tra cui anche quella a scalettatura. Si tratta di un controsoffitto a scalettatura o doppia veletta. Per ottenere questo risultato sarà sufficiente montare il telaietto e poi posare il cartongesso come di consueto. Coprire tutto il soffitto con il cartongesso usufruendo anche dei pannelli laterali allo scopo di inserire dei punti a led o faretti, ma se si preferisce, si può anche evitare di aggiungere questi elementi di illuminazione. Ora applicare un tipo di profilo su di un altro profilo. Mentre, se si volesse appendere qualcosa al cartongesso è consigliato vivamente preferire oggetti non pesanti. Infatti, nel caso di grandi lampadari è bene creare un supporto autonomo che rimanga indipendente dal cartongesso, come per esempio un gancio fissato al solaio. Al limite, se proprio non si può fare diversamente, per appendere dei pesi al cartongesso bisogna agganciarli alla struttura metallica interna avendo cura di rafforzarla dove il peso verrà posizionato.




COMMENTI SULL' ARTICOLO