Lavori in cartongesso in stile classico

Quali sono le proprietà e i vantaggi del cartongesso? La diffusione di questo materiale è dovuta alla particolare economicità, adattabilità e leggerezza. I pannelli di cartongesso sono composti da due lastre molto resistenti di cartone, che contengono, al loro interno, gesso di cava ben pressato, per questo sono conosciuti anche col nome di pannelli sandwich. Il prodotto finale è un materiale versatile che ben si presta ad essere adattato alla maggior parte delle superfici. Il suo spessore varia in base all'applicazione richiesta; in Italia, lo spessore più diffuso, è di 12,5mm, corrispondente a mezzo pollice.

Effettuare lavori in cartongesso significa rendere l’ambiente più sano ed ecologico, grazie alla presenza di elementi naturali dotati di proprietà antimuffa; essi sono inoltre rivestiti da materiale impenetrabile, per renderli inattaccabili anche in caso di elevata umidità. Il cartongesso rende inoltre l’ambiente più confortevole dal punto di vista termo acustico; questo effetto è dovuto al particolare riempimento interno che può contenere poliuretano, ... continua


Articoli su : Lavori in cartongesso


prosegui ... , lana di roccia o sughero. I pannelli hanno anche un elevato potere ignifugo, non a caso si trovano di frequente nei rivestimenti dei camini ed in ambienti dove la resistenza al fuoco è indispensabile. In questo caso le intercapedini dei pannelli sono riempite con gesso parzialmente disidratato, rafforzato con fibre di vetro, perlite e vermiculite

I pannelli in cartongesso hanno una lunga durata sebbene, superficialmente, possa sembrare il contrario, non inferiore a quella delle pareti in muratura tradizionale.

I benefici dovuti a questo insieme di caratteristiche hanno segnato fortemente l’ampia diffusione del cartongesso, collocandolo ai primi posti tra i materiali edili.

Maggiori campi di applicazione

Esistono diverse tipologie di cartongesso, adattabili alle caratteristiche tecniche, all’uso ed alla destinazione. La tipologia standard è quella impiegata nell’edilizia leggera.

I lavori in cartongesso vengo effettuati molto spesso per costruire pareti divisorie, realizzare controsoffitti o insonorizzare una stanza. Le pareti divisorie mostrano le stesse caratteristiche di quelle tradizionali in mattoni e possono essere dipinte o rivestite con carta da parati, smalti o piastrelle. Il cartongesso è una superficie già di per se liscia, non ha bisogno, quindi, di essere intonacata e si presta perfettamente ad essere tinteggiata.

I pannelli di cartongesso svolgono, spessissimo, la funzione di maschere per impianti, macchinari ed apparati vari. Un esempio molto diffuso è quello dei controsoffitti in cartongesso realizzati apposta per coprire gli impianti di riscaldamento o per nascondere una tubazione, celata sotto una finta trave. Con i lavori in cartongesso si possono realizzare strutture eleganti e dagli effetti spettacolari, come i controsoffitti "ad onda", che si servono di speciali lastre sagomate e curvate, applicate su orditure anch’esse ondulate; per non parlare delle creazioni di volte originali, velette ed altre innumerevoli, fantasiose, soluzioni architettoniche. Nonostante il materiale in cartongesso sia così sottile, esso presenta una grande resistenza alla flessione, per questo si adatta con facilità anche alle superfici curve, come le volte e le cupole.

Il cartongesso è invece poco affidabile se utilizzato per delimitare i perimetri esterni di una stanza o di un ambiente.

Durante l’esecuzione dei lavori è necessario seguire alcuni accorgimenti.

Uno dei rari inconvenienti, che si riscontrano durante la messa in posa dei pannelli, è collegato all’applicazione dei tasselli. Quando si cerca di forare il cartongesso per inserire un tassello si incontra subito qualche profilo metallico, della struttura di supporto, che impedisce l’avanzamento della punta; in questi casi è necessario sostituire la punta da muro con una da ferro.

Si deve inoltre tener conto che per fissare qualunque oggetto sono necessari dei tasselli particolari. I cosiddetti tasselli ad ombrello, chiamati così perché si aprono nella parte interna del cartongesso per bloccare l’uscita, sono ideali per appendere lampadari, tende o quant’altro al soffitto. Altri tasselli speciali consentono di fissare sulle pareti le staffe per reggere mensole, quadri ed altri oggetti. Il materiale dei pannelli in cartongesso, essendo molto sottile, non è adatto all’utilizzo di viti e chiodi.

Guarda il Video


sitemap %>