Le orchidee in casa

Come irrigare le orchidee in casa

L'irrigazione delle orchidee in casa deve avvenire con una certa costanza durante tutte le stagione. Queste piante hanno bisogno di essere bagnate periodicamente ed è bene evitare che il terreno si secchi troppo prima di procedere con un'uteriore irrigazione. E' fondamentale procedere controllando attentamente il terreno. Qualora dovesse risultare ancora umido dalla bagnatura precedente, non c'è bisogno di irrigare nuovamente la pianta. In caso contrario si rischia di generare dei ristagni idrici che portano l'orchidea anche alla formazione del marciume radicale, una delle cause principali di morte. E' consigliato anche nebulizzare dell'acqua attorno alle foglie perchè questo tipo di piante ha bisogno del mantenimento di un determinato livello di umidità ambientale che possa richiamare i climi nativi della pianta.
Orchidea in casa

Ipae 9693810 Panchina, Resina, 145 x 49 x 74, Bianco

Prezzo: in offerta su Amazon a: 25,9€
(Risparmi 10,6€)


Esposizione delle orchidee in casa

Tipologia di orchidea Le orchidee in casa devono essere esposte in una maniera ben precisa. Queste piante sono piuttosto delicate e hanno bisogno che vengano rispettati determinati parametri per crescere in buona salute. Innanzitutto, le orchidee in casa non vanno esposte direttamente ai raggi solari. Per questa ragione è possibile optare per dei punti parzialmente ombreggiati o comunque non soleggiati per tutta la durata della giornata. Un luogo strategico potrebbe essere una finestra munita di una tenda. E' consigliato evitare anche di porre la pianta in punti della casa esposti a delle correnti sia calde che fredde. Per questa ragione sono sconsigliati luoghi in prossimità di porte o finestre oppure anche nei pressi di un termosifone. Questi sbalzi di ventilazione potrebbero causare uno shock all'orchidea che potrebbe risentirne durante il periodo di fioritura.

  • Esempio di serra per orchidee Le serre per orchidee sono ambienti protetti destinati a far crescere esemplari delle specie esotiche nelle migliori condizioni possibili: in questo modo non vengono danneggiate dalle basse temperatur...
  • Orchidea Le orchidee sono bellissime, ma molto delicate. Bisogna curare questi fiori nel miglior modo possibile, perchè è molto facile che si ammalino o deperiscano per fattori esterni o per l'incuria. Innanzi...
  • Esemplare orchidea Le Orchidee sono delle piante molto delicate. Bisogna trattarle con molta cura ed in generale meno si interviene su di esse, meglio è, onde evitare inutili stress alle piante. Tuttavia a volte si rend...
  • Esemplari di orchidee Cymbidium Le orchidee Cymbidium formano un gruppo specifico che comprende circa 50 specie terrestri ed epifite. Tutte quelle adatte per la coltivazione in casa sono epifite, cioè sono prive di radici e si svilu...

Set completo salotto in vimini bambù giunco e rattan Orchidea divano poltrone e tavolo per esterno interno casa giardino

Prezzo: in offerta su Amazon a: 229,01€


Terreno e concimazione delle orchidee in casa

Orchidea Anche per quanto riguarda il terreno, le orchidee in casa hanno requisiti particolari. Per quanto riguarda la composizione del substrato, è necessario che esso sia composto di sabbia, pezzetti di corteccia e un terriccio misto. Qualora l'orchidea scelta fosse epifita, sarà necessario creare un substrato in grado di lasciar circolare molta aria nella zona delle radici. Per quanto concerne la concimazione delle orchidee, è consigliato l'utilizzo di un fertilizzante che contenga gli elementi nutritivi fondamentali come: azoto, fosforo e potassio. Queste sostanze devono essere presenti in concentrazioni equivalenti in maniera tale che tutte le sostanze nutritive vengano fornite nella giusta quantità. La pianta deve essere concimata a cadenze regolari durante il periodo di attività vegetativa e non durante il periodo di riposo.


Le orchidee in casa: Malattie e rimedi

Esemplare orchidea Le orchidee in casa sono molto sensibili come quelle esposte all'aria aperta. La maggior parte delle malattie che questa pianta può sviluppare dipendono prevalentemente da cattivi metodi di coltivazione. Ad esempio è molto facile che la pianta vada incontro ai ristagni idrici in caso di eccessive bagnature. I ristagni idrici sono una delle cause primarie del marciume radicale che può portare l'orchidea anche alla morte diretta. Inoltre quando la pianta è esposta eccessivamente alla luce del sole è possibile che sviluppi una scarsa fioritura oppure un ingiallimento dei fiori prodotti in precedenza. Per quanto concerne i parassiti che possono attaccare l'orchidea troviamo ad esempio la cocciniglia, riconoscibile perché si manifesta sotto forma di macchie brune che possono essere rimosse manualmente dalla pianta.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO