Le orchidee Vanda

Corretto innaffiamento e irrorazione delle Orchidee Vanda

Queste piante di natura epifita provengono specificamente dai continenti asiatico e oceanico e risultano classificate nel gruppo familiare delle Orchidaceae. Si distinguono per il brillante fogliame, dalle forme sottili o cilindriche, e per le loro radici aeree che tendono a svilupparsi in altezza fuori dal terreno. Vengono spesso sistemate in ceste sospese oppure in recipienti di vetro all'interno delle abitazioni, tuttavia possono trovare collocazione all'aperto durante la stagione calda.Le Orchidee Vanda andranno bagnate con generosità nel corso della stagione primaverile e estiva, a frequenza anche giornaliera, mentre le irrorazioni saranno moderate per il resto dell'anno. Per assicurare la necessaria umidità, sarà, inoltre, opportuno nebulizzare periodicamente il fogliame e il sistema radicale.
Le Orchidee Vanda

Orchidea vanda eden bianca h80cm

Prezzo: in offerta su Amazon a: 14,89€


Regole di corretta coltura delle Orchidee Vanda

Le Orchidee Vanda nel vaso Di crescita rapida e continua, alcuni esemplari di Orchidee Vanda possono toccare dimensioni di oltre un metro, anche se normalmente la loro lunghezza è di circa 25 -30 cm. Qualunque sia il posizionamento prescelto, sarà preferibile dotarle di un substrato poroso e perfettamente drenato, composto in genere da elementi torbosi, sfagno, corteccia di abete e fogliame di latifoglie. Il rinvaso di queste piante non è in genere consigliabile e dovrà essere compiuto soltanto quando il terreno si è notevolmente impoverito o deteriorato, ovvero quando si notano appassimenti e lesioni alla base dei fusti. Qualora l'opera risulti necessaria, peraltro, occorrerà ammorbidire le robuste radici dei sempreverdi in acqua calda per qualche minuto, prima di staccarle e rimuoverle con grande attenzione e accortezza.

  • Orchidee Vanda blu Le piante di Orchidee Vanda sono molto apprezzate per la produzione floreale e richiedono irrigazioni regolari e costanti durante l'arco di tutte stagioni. É consigliabile somministrare sempre acqua n...
  • Esemplare orchidea Le Orchidee sono delle piante molto delicate. Bisogna trattarle con molta cura ed in generale meno si interviene su di esse, meglio è, onde evitare inutili stress alle piante. Tuttavia a volte si rend...
  • Orchidee acqua Le orchidee selvatiche (anche chiamate "orchidee spontanee") sono fiori originari delle regioni tropicali del mondo, ma al giorno d'oggi sono comunque diffuse in tutti e cinque i continenti, essendo p...
  • Le Orchidee Cymbidium Queste magnifiche piante provengono dai continenti asiatico, africano e oceanico e vengono annoverate nel vasto e specifico gruppo familiare delle Orchidaceae. Sono di norma piante epifite, ovvero con...

1x Vanda Pachara Delight Sander T - Orchidea - - Orchidee L12

Prezzo: in offerta su Amazon a: 53,89€


Fertilizzazione delle Orchidee Vanda

Le Orchidee Vanda in fiore Per quanto riguarda l'assunzione dei dovuti nutrienti, le piante ornamentali mostrano rilevanti esigenze di essere concimate. La fertilizzazione dovrà eseguirsi principalmente nella fase di maggior sviluppo di questi sempreverdi, con cadenza in media settimanale, laddove nel periodo autunnale e invernale risulterà sufficiente somministrare il concime ogni 20 giorni all'incirca. Potrà impiegarsi di regola un fertilizzante in formato liquido, adeguatamente disciolto nell'acqua di irrigazione, che sia specifico per le Orchidee Vanda o, quantomeno, indicato per la tipologia di pianta. Il concime dovrà contenere in lieve prevalenza le componenti fosfatiche e potassiche, utili al rigoglioso fiorire, rispetto alla restante macrocomponente azotata ed il corredo di tutti gli importanti micronutrienti, tra cui si evidenziano per importanza il ferro e il boro.


Le orchidee Vanda: Collocamento e patologie ravvisabili

Orchidee habitat Le piante esotiche andranno posizionate in un habitat umido e molto illuminato, con diretta esposizione agli irraggiamenti del sole soltanto per qualche ora del giorno. Per vederle crescere e fiorire copiosamente, inoltre, occorrerà garantire condizioni termiche particolarmente calde e miti, in media dai 15°C ai 25°C circa nel corso dell'anno. Temperature al di sotto dei 10°C, viceversa, potranno danneggiare anche gravemente la salute e lo sviluppo dei sempreverdi. Le Orchidee Vanda, infine, sono soggette ad alcune patologie crittogamiche, dovute di norma ad errori nella coltura, e possono venire colpite da nocivi insetti e parassiti, quali ad esempio le cocciniglie. Nell'ultimo caso, il contrasto avviene con l'impiego di detergenti naturali oppure di un idoneo insetticida sistemico.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO