Piante grasse cactus

Cura delle piante grasse cactus

Coltivare piante grasse in appartamento è davvero semplice anche per quanti non hanno grande esperienza, ma è importante seguire alcune semplici regole. Si tratta di piante succulente, capaci di incamerare nei loro tessuti una grossa riserva d'acqua per resistere a lunghi periodi di siccità. Le innaffiature devono essere contenute: una volta ogni 15 gg nelle stagioni calde e nel periodo vegetativo, ogni 4-5 settimane durante l'inverno e solo quando il terreno risulta asciutto. In natura crescono spontanee in zone soleggiate e terreni aridi, sassosi, semi-desertici: per riprodurre condizioni simili si consiglia di porle in vasi di terracotta, più traspiranti, e di utilizzare terriccio povero composto da torba, pomice e mattoni triturati, per un buon drenaggio dell'acqua. Il marciume radicale, infatti, è il peggior nemico delle piante grasse cactus. Le Cactaceae amano la luce del sole e devono essere posizionate in modo che ne ricevano sempre, ma lontano da fonti di calore come i termosifoni, ad una temperatura compresa tra 5°C e 25° C. Il concime, meglio se povero di azoto, va somministrato insieme alle annaffiature durante il periodo vegetativo, dalla primavera all'inizio dell'estate
Melocactus curvispinus

Test per Terreno, OLLIVAN 4-in-1 Smart Pianta Monitor, Pianta Nutrizione / Temperatura del Suolo / Umidità / Illuminazione Tester Con APP Application per Giardino, agricole, Prato, interni ed esterni

Prezzo: in offerta su Amazon a: 23,98€
(Risparmi 3,01€)


I cactus giganti

Cactus gigante Alla numerosissima famiglia delle Cactaceae appartengono alcune specie dalle dimensioni formidabili: i cactus giganti. Sono piante originarie dell'America Latina e degli Stati Uniti Sud-Orientali che possono raggiungere un'altezza di 15 m; presentano fusti ramificati e coste evidenti, punteggiate ai margini da areole di spine: il risultato di un ingegnoso adattamento ambientale che ha trasformato le foglie in aculei, in modo da ridurre al minimo la superficie esposta alla dispersione d'acqua. I cactus giganti hanno una crescita molto lenta, tanto che occorrono, talvolta, diversi anni prima che arrivino a fiorire. La Carnegiea gigantea, meglio nota come cactus saguaro, con le sue ramificazioni simili a braccia e i rossi fiori globosi e commestibili fa da sfondo a molti film western; può vivere fino a 150 anni ed inizia a fiorire intorno ai 40 anni. Più semplici da coltivare, in casa o in giardino, sono il Cereus Jamacaru e il Cereus Peruvianus che, posti in vaso, crescono mediamente fino a 1,5-2 m di altezza. Necessitano di un soleggiamento molto intenso, di un clima mite, di un ambiente ben areato e di annaffiature assai sporadiche nel periodo invernale.

  •  piantine di Lithops Le piante grasse da appartamento sono amate da moltissime persone per un motivo molto semplice. Di solito non richiedono cure particolari e hanno bisogno di pochissima acqua; per questo, in genere, so...
  • Piante grasse Praticamente quasi tutte le piante producono fiori e semi (tranne soltanto i muschi e le conifere). Questo vale anche per le piante grasse che, nonostante l'aspetto a volte poco "dolce", molto spesso ...
  • lithops Quasi tutte le varietà di piante grasse senza spine sono di origine asiatica o sudamericana. In queste specie le foglie effettuano la fotosintesi clorofilliana mentre tale compito è riservato al tronc...
  • Pianta grassa con tante radici Le piante danno sempre segnali di benessere o, al contrario, di qualcosa che non va. Uno sguardo dato con un po' di attenzione e si può capire quando il rinvaso delle piante grasse è necessario.Il pri...

01365 Adesivo murale Wall Art - Piante grasse - Misure 100x66 cm - nero - Decorazione parete, adesivi per muro, carta da parati

Prezzo: in offerta su Amazon a: 24,9€


Piante grasse cactus: Una specie un po' particolare

Cactus natale Tra le piante grasse cactus vi sono specie che, per le loro particolari caratteristiche, si prestano molto bene ad essere coltivate in appartamento: i cactus di Natale, classificati sotto il genere Schlumbergera. Il loro habitat naturale è la foresta tropicale americana e sono diffusi particolarmente in Brasile. In un ambiente molto umido in cui la luce scarseggia, queste piante si sono adattate a vivere sui tronchi di altre specie vegetali per raggiungere la necessaria quantità di raggi solari: sono, perciò, dette epifite. Alcuni esemplari, come la Schlumbergera Truncata, fioriscono in inverno, soprattutto a Dicembre, da cui il loro nome popolare di cactus di Natale. Presentano fusti corti, ramificati, carnosi ed appiattiti, spesso cadenti. I loro fiori tubolari sono molto belli: lunghi, con petali sparsi irregolarmente e fiori bianchi, rossi, rosa, gialli che non vivono a lungo ma sono molto frequenti, da ottobre a febbraio. I cactus di Natale necessitano di un microclima umido e mite e di innaffiature regolari, benché non abbondanti, per mantenere il terreno costantemente umido evitando, al contempo, il ristagno idrico che causa il marciume radicale.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO