Piante grasse rampicanti

La semina delle piante grasse rampicanti

La semina delle piante grasse rampicanti deve essere fatta alla fine dell'inverno, quando le temperature diventano più miti. La crescita è molto lenta, infatti si dovrà aspettare la fine dell'estate per vedere spuntare il primo germoglio. In alternativa si può comprare una piantina già sviluppata e piantarla in un terreno ben drenato, composto da torba, sabbia e ghiaia in parti uguali. Le piante grasse rampicanti non hanno un apparato radicale esteso per cui è possibile scegliere come luogo di impianto un vaso di medie dimensioni, capace di accogliere anche due esemplari. In alternativa si può scegliere di piantare le piantine in aperto terreno, avendo cura di scegliere un posto al riparo dalle correnti e dal sole diretto.
Esemplare di Sudum, pianta grassa rampicante

12PZ GESAL CONCIME PIANTE VERDI LIQUIDO LT.1

Prezzo: in offerta su Amazon a: 66,86€


Piante grasse rampicanti: Come irrigare le piante grasse rampicanti

Carpobrotus la pianta grassa rampicante con fiori rossi e rosa Le piante grasse rampicanti non hanno bisogno di un'eccessiva irrigazione. È sufficiente apportare l'acqua sufficiente a bagnare il terreno. Per capire la quantità di acqua di cui la pianta ha bisogno, è necessario osservare il terreno, quando quest'ultimo riesce ad assorbire tutta la quantità versata, tanto da non rimanere nessun residuo nel sottovaso, allora si avrà annaffiato a sufficienza. Le piante grasse rampicanti amano la regolarità, quindi scegliere di irrigare a giorni alterni, prediligendo le ore più calde, in modo da consentire alle radice un rapido assorbimento. Preferire acqua piovana priva di calcare, piuttosto che quella dell'impianto idrico.

    12PZ GESAL FUNGICIDA PER PIANTE E FIORI ML.500

    Prezzo: in offerta su Amazon a: 81,82€


    Guarda il Video

    COMMENTI SULL' ARTICOLO