ecodesign

Che cos’è l’ecodesign

L’ecodesign, più conosciuto come design sostenibile, è un innovativo stile di progettazione e arredamento della struttura abitativa, che pensa e organizza una casa in modo da considerare non solo il comfort, l’estetica, lo stile originale, ma anche la sostenibilità per l’ambiente. In un tempo come il nostro, sempre più sensibile alla salvaguardia ambientale, la scelta di un arredamento green sta riscuotendo un grande successo e sono sempre più gli interior designers che propongono soluzioni ecologiche all’avanguardia e personalizzabili. Uno dei grandi punti di forza dell’ecodesign è proprio la vasta gamma di prodotti e proposte tra cui scegliere, per crearci uno spazio confortevole e capace di dire qualcosa di noi; dal momento che anche il riciclo è un aspetto importante della green economy, in molti casi non è nemmeno necessario rivolgersi a specialisti, in quanto è sufficiente usare la fantasia e riutilizzare vecchie cianfrusaglie per ottenere inediti pezzi d’arredamento, oppure procurarsi materiale ecosostenibile e andare poi ad assemblarlo o utilizzarlo a proprio piacimento, per trovare le composizioni più impensabili.
Un esempio di abitazione green

Aspirapolvere Henry HVR200, 12 sacchetti da 9 L, EcoDesign

Prezzo: in offerta su Amazon a: 227,5€


Materiali utili per l’ecodesign

La bellezza dell’ecodesign è che l’unico imperativo è la sostenibilità ambientale dei materiali impiegati, non importa come essi vengono impiegati, chiunque può inventarsi designer. Sicuramente, per chi sceglie di progettare la propria abitazione rispettando l’ambiente, è necessario consultare inizialmente qualche specialista, almeno per interventi strutturali; tuttavia, arrivati alla fase di arredamento, chiunque può scegliere o addirittura creare il proprio arredamento, magari ispirandosi alle ultime tendenze, sempre all’avanguardia e in grado di soddisfare ogni esigenza. Innanzitutto, bisogna assicurarsi di usare prodotti e vernici a base non tossica, per evitare l’emissione di particelle chimiche nell’aria; le vernici atossiche sono la soluzione migliore, in quanto proteggono anche la pelle da irritazioni o altri problemi. Se non si ha voglia di verniciare le pareti, si può optare per le più diverse tipologie di carta da parati, stando ben attenti alla composizione con inchiostri ad acqua, cotone 100% biologico e senza PVC. Se si riutilizzano vecchi pezzi d’arredamento, bisogna assicurarsi che anche questi siano ecosostenibili e rispettino le restrizioni appena elencate.

  • Ecodesign L'ecodesign è un aspetto che interessa sempre più spesso la vita di tutti noi. Con questo termine rende l'idea di qualcosa di particolare e "glamour". Fondamentalmente questa disciplina si è sviluppat...
  • Cucina moderna In cucina si trascorrono molti momenti della giornata: la famiglia si riunisce per mangiare e condividere esperienze e impressioni; questo ambiente della casa può inoltre diventare allegro punto di in...
  • cameretta in mansarda La mansarda è un ambiente davvero caratteristico e se a prima vista può sembrare ostico da arredare, in realtà basta mettersi d'impegno e riserverà grandi soddisfazioni. Oltretutto, l'atmosfera è così...
  • Mobili per cucine a isola I mobili cucine sono davvero infiniti. Basta avventurarsi in un negozio o nelle catene che si occupano di vendita di arredamento per sentirsi quasi persi di fronte alla moltitudine di proposte a dispo...

sacchetti aspirapolvere dorsalen rsv200 A1 polvere 9L ecodesign lampadina alogena

Prezzo: in offerta su Amazon a: 513,5€


Prodotti principali per l’ecodesign

Interno che segue l'ecodesign La scelta dei prodotti per l’ecodesign è molto importante: molti oggetti utilizzano il legno, il vetro, la ceramica riciclati. Per le pavimentazioni e i mobili, sono spesso utilizzate varietà particolari, come bambù e sughero, l’importante è che il legname abbia certificazione FSC con verniciatura non tossica, per evitare emissioni di formaldeide: la sigla FSC sta per Forest Stewardship Council, un’ONG internazionale che ha creato un sistema di certificazione forestale per la tutela e la garanzia della corretta gestione forestale e la tracciabilità del materiale impiegato.

Per ridurre gli sprechi di corrente è bene acquistare elettrodomestici efficienti, verificandone sempre le caratteristiche principali e il ridotto consumo energetico. Per quanto riguarda l’illuminazione, si può provare a sfruttare al massimo la luce naturale e utilizzando tonalità che valorizzino la luminosità dell’ambiente; la corrente elettrica può essere sostituita dai pannelli solari, con lampadine ecologiche che si ricaricano proprio grazie a questa fonte di energia rinnovabile.


I Living Walls Kits

Living Walls Kits Per gli amanti dell’ecodesign una fonte d’ispirazione può essere certamente i Living Walls Kits, una collezione di complementi d’arredo che ripensa le piante da interno, con sistemi che permettono di coltivare dei giardini verticali dentro la propria casa, dando un aspetto veramente green a tutte le stanze dell’abitazione. I Living Walls Kits sono composti da pannelli in legno di cedro trattato, con una griglia particolare, pensata apposta per coltivare al meglio le varie piantine: nascoste nella struttura del pannello, ci sono delle tasche, in cui inserire il terriccio e far germogliare le radici; alla fine si ottiene un quadro colorato da piante e fiori, che si può appendere alla parete o si può posizionare verticalmente su una qualsiasi superficie. Per coltivare e far crescere le piantine è stato disposto un innovativo sistema che distribuisce efficientemente l’acqua, con tanto di vassoio per evitarne la fuoriuscita sui muri o su altre superfici.




COMMENTI SULL' ARTICOLO