Restauro e risanamento conservativo

Cos'è il restauro e risanamento conservativo

Mobili antichi, o semplicemente vecchi mobili ed oggetti, sono spesso abbandonati a loro stessi e diventano preda di tarli. Se non curati regolarmente, presentano presto i segni del tempo che passa, poiché il legno è un materiale vivo che va curato e "nutrito". Il restauro è un'arte antica, oggi purtroppo praticata da pochi amatori. Le botteghe di questi artigiani si trovano soprattutto nei piccoli paesi o nei centri storici delle città.Il risanamento è un intervento indispensabile quando un mobile è indebolito e reso fragile dai tarli o dagli anni trascorsi tra polvere e umidità. Un tempo il consolidamento era fatto con sostanze naturali come la cera d'api, la colla animale o le resine vegetali. Adesso, pur rimanendo questi dei buoni rimedi, ci sono in commercio sostanze più specifiche e, in certi casi, più efficaci. Queste sostanze possono essere spennellate, iniettate o passate con cura sulla superficie da trattare e restituiscono consistenza e vigore al legno.
Mobile prima e dopo il restauro

Yazi Gloss glitter Peel and Stick film Wallpaper Décor vinyl Kitchen Cupboard cover Wall Contact Paper roll, blu, 45 cm da 5 m

Prezzo: in offerta su Amazon a: 21,02€


Restauro e risanamento conservativo: Come si effettua il restauro e risanamento conservativo

attrezzi bottega di restauro I mobili da restaurare e risanare vanno sempre attentamente osservati, meglio se da un occhio esperto.Come prima cosa, bisogna decidere se il legno ha bisogno o meno di essere sverniciato. Questa è un'operazione piuttosto complessa e delicata e viene effettuata solo se davvero necessaria. Per la sua importanza, è consigliabile che sia fatta da esperti.Se questa fase non è indispensabile, si passa ad una pulitura attenta, che si effettua con aspirapolvere e pennelli di varia durezza. Per restaurare il pezzo senza sverniciarlo e conservare quindi la patina che lo impreziosisce, bisogna agire con la stessa sostanza con la quale è stato trattato all'origine. Se si tratta di cera va pulito con essenza di trementina; se era verniciato con gommalacca va trattato con trementina, alcool e olio paglierino. In fase di restauro si tratta il legno con sostanze antitarlo, si provvede al consolidamento e a rimediare ad eventuali deformazioni, se ci sono. Ultima fase del restauro è la lucidatura.

  • Una fase del restauro di un mobile I mobili antichi hanno un gran valore sia economico che, spesso, affettivo. Il restauro può salvarli o rovinarli definitivamente perché un mobile antico deve mantenere intatte alcune caratteristiche p...
  • Legno tarlo Il tarlo è un insetto della famiglia dei coleotteri che si nutre della cellulosa contenuta nel legno dei mobili in cui nidifica e compie il suo ciclo vitale con relative trasformazioni: uova, larva, i...
  • Restauro legno Il restauro legno viene fatto per preservare le funzionalità del mobile o della struttura, riportando il materiale alle esatte condizioni originali. L'operazione di restauro è diversa dal montaggio di...
  • Mobile prima e dopo il restauro Il legno è un materiale naturale tra i più utilizzati fin dall'antichità. Bello e versatile, si presta ad essere lavorato per creare infissi, mobili ed oggetti. Purtroppo, soprattutto se non curato co...

Fartools REX 120 B - Levigatrice, ideale per il restauro di prodotti da esterno, 1300 W, colore nero

Prezzo: in offerta su Amazon a: 110,76€



COMMENTI SULL' ARTICOLO