La puntatrice

Utilizzi della puntatrice elettrica e la sua utilità in casa

Per i meno esperti, la puntatrice è un utensile molto simile ad una saldatrice elettrica, infatti per contatto con un'altra superficie (usando le due pinzette apposite) si genera calore; l'unica differenza è che questa esegue una saldatura a resistenza. Questo attrezzo viene particolarmente consigliato per lavori di piccola entità e soprattutto per oggetti domestici, quali tavoli, sedie, letti e così via. Inoltre, il vantaggio principale di questo utensile è quello di far anche da sostegno per la saldatura stessa, in modo tale che si possano svolgere lavori accurati anche quando non c'è qualcuno che ci aiuti per creare un sostegno temporaneo per effettuare correttamente la saldatura. Le puntatrici elettriche esistono di diverse dimensioni e forme, lasciano quindi al cliente molta scelta per ogni esigenza.
Rappresentazione di una puntatrice elettrica

Valex PUNTATRICE PNEUMATICA 8016

Prezzo: in offerta su Amazon a: 40,37€


Utilizzo della puntatrice elettrica

Funzionamento della puntatrice elettrica Il procedimento per saldare un metallo tramite la puntatrice elettrica non è un lavoretto da sottovalutare, necessita infatti di una certa manualità; tutti sanno saldare due metalli in un singolo punto, ma saldare due metalli su linea continua è tutt'altro che facile. Per prima cosa dobbiamo pulire per bene i metalli da sporcizia ed impurità; un metallo sporco può provocare problemi di resistenza e quindi spezzarsi facilmente dopo la saldatura. Bisogna poi prendere i due pezzi di metallo da saldare e posizionarli vicini tra loro, in modo preciso senza sovrapporli (se ci sono difficoltà si possono usare delle pinzette alle estremità per tenere meglio attaccati i metalli). Fatto ciò, bisogna, con una velocità costante, procedere con la saldatura per evitare punti più saldati rispetto ad altri.

  • Viti autofilettanti per calcestruzzo Le viti per calcestruzzo rappresentano un prodotto innovativo ed utile, adatto non solo per cemento armato, ma anche per materiali come pietre calcaree e naturali, arenarie, marmo ed altro ancora: mat...
  • Esempio di viti Torx. Le viti Torx sono state sviluppate nel 1967 dalla Camcar LLC di Acument Global Technologies e hanno rappresentato una novità assoluta per quel periodo, in quanto non esistevano ancora modelli di viti ...
  • Potatura degli alberi La potatura degli alberi ad alto fusto è necessaria perché la loro crescita avvenga in modo armonico e perché sviluppino una chioma folta e tondeggiante. In genere lo sviluppo delle piante avviene in ...
  • Rastrello con pettine in metallo Il rastrello nasce come strumento indispensabile al lavoro contadino. Esso serviva per raccogliere il fieno nei campi in modo abbastanza veloce. È costituito da due parti: il manico ed il pettine. Il ...

STANLEY - 6-TR350 Graffatrice FatMax

Prezzo: in offerta su Amazon a: 36,73€
(Risparmi 5,07€)


Costruire una sedia pieghevole mediante una puntatrice - parte I

Saldature in continuo di alcuni pezzi di metallo Lo scopo delle sedie pieghevoli è quello di essere chiudibili e maneggevoli, quindi l'utilizzo della puntatrice elettrica diventa di vitale importanza per costruire giunture snodabili. Il sistema del fissaggio è abbastanza semplice, dopo aver scelto la caratteristica estetica della sedia ed il materiale utilizzato (metallo oppure alluminio) della sedia pieghevole, bisogna creare due placche che si possono fissare tra loro, lasciando però libero lo spazio tra le giunture, in modo da rendere attuabile la fase di apertura e la fase di chiusura della sedia pieghevole. Inoltre, a propria scelta, grazie alla puntatrice elettrica, è possibile saldare più accessori sulla sedia pieghevole, come ad esempio braccioli oppure i piedi (che poi andranno però rinforzati con una normale saldatrice elettrica).


La puntatrice: Costruire una sedia pieghevole mediante una puntatrice - parte II

Sedie pieghevoli costruite con la saldatrice Nei punti delle giunture bisogna saldare, inoltre, alcuni bossoletti di metallo per far avvenire una corretta rotazione dei perni e quindi un'apertura ed una chiusura della sedia pieghevole senza intoppi; questa è un'operazione un po' delicata. La sedia è così costruita e conclusa, anche se esteticamente sembrerà ancora un po' brutta; per questo motivo si può decorarla in diversi modi, sia attaccando adesivi che utilizzando ago e filo per cucirci sopra. Questo procedimento può, ovviamente, essere ripetuto più volte, e sicuramente più si va avanti e si tenta e più si diventa precisi, quindi l'esito finale migliorerà costantemente. Con questo metodo si possono costruire tutte le sedie che ci servono con un basso costo, totalmente personalizzabili ed evitare allo stesso tempo l'ingombro delle comuni sedie.



COMMENTI SULL' ARTICOLO