Viti per legno

Che cosa sono le viti per legno

Una vite ha lo scopo di fissare tra loro due elementi o più dopo essere state avvitate in senso orario. Le viti per legno sono in metallo e filettate, così da aderire in maniera migliore all'elemento in cui vengono inserite: in ogni caso questo genere di prodotti può essere usato solo per materiali teneri. Per questo non è necessario effettuare un preforo con un trapano. Sul mercato esistono vari modelli di viti, ognuno dei quali si caratterizza per fili e teste diversi. Di conseguenza è necessario scegliere con attenzione la vite per legno che si utilizza: infatti se si opta per un modello sbagliato, la tenuta dell'elemento viene compromessa notevolmente. Fondamentale è che le viti per legno abbiano una lunghezza uguale allo spessore totale della struttura da unire: infatti la vite deve penetrare nel primo elemento completamente e nel secondo per almeno 3/4. Se è troppo corta, i pezzi non sono uniti saldamente; se è troppo lunga, sporge.
Esempio di vite per legno

Connex DP8500084 - Set viti per pannello truciolare, attacco Pozidriv PZ, a testa svasata, 900 pezzi, colore: Giallo zincato

Prezzo: in offerta su Amazon a: 13,99€


Le caratteristiche delle vite per legno

Esemplari di viti per legno Le viti per legno una volta erano a sezione conica: di conseguenza, penetrando nel legno, creavano un cono filettato. Tuttavia ci si è resi conto che in una struttura del genere la sezione era più piccola proprio nel punto in cui la vite entrava in contatto con il legno: in questo modo non si aveva la massima resistenza all'estrazione. Invece con le viti per legno a sezione cilindrica, quelle usate al giorno d'oggi, la resistenza rimane alta anche quando si torna indietro a strappo. Anche se questa caratteristica è stata modificata, le viti odierne mantengono la lunghezza, il diametro e la forma della testa precedenti. In più il diametro della testa sarà sempre doppio rispetto a quello del filo. Al giorno d'oggi le ditte maggiormente presenti sul mercato sono la Torx e la Pozidriv: i modelli di entrambe le linee possono essere avvitate sia in maniera manuale che in automatico senza che si slabbri la testa.

  • Viti metriche nere Le viti metriche con profilo triangolare sono le più utilizzate nel fai da te: il profilo base, ovvero quello che si ottiene sezionando la vite con un piano che passa attraverso l'asse longitudinale, ...
  • Esempio di viti Torx. Le viti Torx sono state sviluppate nel 1967 dalla Camcar LLC di Acument Global Technologies e hanno rappresentato una novità assoluta per quel periodo, in quanto non esistevano ancora modelli di viti ...
  • Un modello di vite per cartongesso Le viti per cartongesso sono strumenti di ancoraggio che hanno delle particolari caratteristiche che li rendono adatti anche a pareti piuttosto fragili come, appunto, il cartongesso. Nello specifico, ...
  • esempi di viti Le viti essenzialmente sono degli organi che vengono utilizzate quasi quotidianamente nella vita comune.La loro forma è cilindrica, con gli spessori e dimensioni più vari possibili per rispondere a qu...

Connex DP8500020 - Set viti per truciolato Pozidriv, testa piatta, con zincatura gialla, 295 pz

Prezzo: in offerta su Amazon a: 10,99€


Come montare le viti per legno

Viti per legno con rondelle Per avvitare le viti per legno si deve rapportarne il diametro allo spessore del materiale: infatti i prodotti possono avere una lunghezza che va da uno fino a 20 centimetri. Ad esempio, una vite lunga 20 centimetri ha un diametro di 0,38 centimetri, mentre una lunga 1 centimetro ha un diametro di 0,06 centimetri. Per elementi di medio spessore vanno bene viti lunghe 4-6 centimetri. Lo strumento più adatto per avvitare la vite dipende dal tipo di testa: se vi è una scanalatura unica, si usa un cacciavite piatto, mentre se è presente una tacca a forma di croce è più adatto un trapano elettrico. Si consiglia di optare per viti per legno in acciaio molto duro colorate in maniera tale da abbinarsi al manufatto: sul mercato sono presenti i colori nero, bronzo, ottone e argento. Una versione più recente è in acciaio inox, che è meno resistente ma non si ossida.


Viti per legno: Le viti per legno lamellare: le caratteristiche

Vite per legno avvitata Soprattutto per quanto riguarda le viti per legno lamellare è necessario valutare con molta attenzione il modello scelto. Infatti per materiali a bassa densità o con uno spessore minimo (ad esempio legni molto teneri, compensati, truciolare e appunto pannelli lamellari) è bene usare prodotti appositi: in questo modo si evita il rischio di spanare durante la fase di avvitamento, cioè la vite superi la sua tenuta massima e che il materiale ceda. Di conseguenza la tenuta della vite non è più accettabile. In più si deve fare attenzione a scegliere il tipo di testa in base alla finitura che si vuole ottenere. Le tipologie più diffuse sono quella ovale, quella rotonda e quella piatta: le prime due si rassomigliano, anche se quelle ovali non sporgono dalla superficie del legno. Invece le viti piatte hanno una testina liscia e sono usate soprattutto per i lavori di precisione e per quelli a filo. In ogni caso le viti per legno lamellare migliori sono in acciaio inox.


Guarda il Video

COMMENTI SULL' ARTICOLO