Scale a chiocciola

Scale a chiocciola per tutti i gusti e per tutte le tasche

A chi non è capitato di dover installare una scala a chiocciola per collegare la camera a uno studiolo soppalcato o il soggiorno a una romantica mansarda con affaccio panoramico? Oggi il mercato propone un'ampissima gamma di scale a chiocciola su misura, prefabbricate o in kit per il montaggio 'fai da te'. Vediamo, in dettaglio, partendo dalle tradizionali scale in chiocciola in legno o ferro battuto per approdare alle proposte di ultima generazione, autentiche sculture in grado di conferire un tocco artistico anche all'ambiente più spartano. Anche i costi variano da tipo a tipo, orientativamente oscillano fra 900 euro per i modelli più semplici e automontabili a 1500 euro per le scale più lavorate, ma si può salire di prezzo nel caso si voglia impreziosire la propria casa con scale esclusive che rappresentano dei veri e propri complementi d'arte e d'arredo.
scala a chiocciola genius

Mister Step Gamia Wood scala a chiocciola per interni in legno e acciaio (diametro 160 cm., naturale - grigio argento)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 1899€


Come scegliere la scala giusta

Scala a chiocciola Lamina Rintal Per scegliere la scala a chiocciola che fa al caso nostro, occorre valutare 'a priori' alcuni parametri, innanzitutto lo spazio disponibile. A volte, infatti, si dispone di ambienti ristretti dove è possibile montare solo scale a ingombro ridotto. Niente paura, le tipologie di scale a chiocciola in commercio sono molteplici e, fra queste, è possibile trovare 'mini-scale' senza rinunciare alla funzionalità e all'eleganza. La tipologia a chiocciola si presta benissimo per sfruttare proprio i micro-spazi partendo da un diametro base di 120 cm con pedata minima di 30 cm e alzata da 16-18 cm, come previsto dalla normativa vigente, misure precluse per altri tipi di scale decisamente più ingombranti. Anche il peso varia a seconda dell'altezza e dei materiali di cui è composta la scala, mediamente una scala a chiocciola di diametro minimo e altezza di 300 cm può pesare dai 190 ai 230 kg.

  • Scala modulare a giorno Le scale modulari a giorno sono la scelta perfetta per tutti quelli che hanno spazi ridotti ma che allo stesso tempo non vogliono rinunciare all'estetica di una scala che ricorda quelle normali, seppu...
  • Sscala chiocciola elicoidale Le scale a chiocciola elicoidali sono degli elementi decorativi e di design di grande impatto e rappresentano una soluzione funzionale ed elegante per costruire una scala sfruttando uno spazio minimo....
  • Scala a chiocciola quadrata La scelta delle scale non può essere affatto un'operazione banale, in quanto è necessario mettere in atto uno studio attento dell'ambiente dove si inseriscono queste soluzioni progettuali. Bisogna sem...
  • Scala a sbalzo con gradini in legno Appartamenti e ville su due piani, ambienti con soppalco o mansarda, in tutti questi casi si pone la scelta della scala, per predisporre il giusto collegamento. Le scale interne prefabbricate sono una...

Mister Step Exterior Zink scala a chiocciola da esterno, 13 gradini, altezza totale 273 - 299 cm. (160 cm.)

Prezzo: in offerta su Amazon a: 1870€


La scala a chiocciola più trendy è a colori

Scala a chiocciola a colori Clip Fontanot Come ogni complemento d'arredo che si rispetti, anche la scala a chiocciola dev'essere in grado di abbinare la comodità alla bellezza. Il trend del momento la vuole a colori, meglio se in kit "fai da te", facile da montare e con ottimi risultati di tenuta e intonazione cromatica in linea con il mobilio, i tessuti e i tendaggi. Ad esempio "Clip", ultima nata di Fontanot, azienda leader nella produzione di scale, è un'innovativa "chiocciola" minimal facilmente componibile grazie al sistema del montaggio a morsa, che si distingue per l'assortita tavolozza di vernici a secco che la rendono particolarmente fresca e brillante, in grado di "ringiovanire" ogni tipo di ambiente. La gamma cromatica disponibile sul mercato spazia fra verde, blu, bianco, viola e arancio, tutte tonalità adatte anche alle camerette dei più piccoli.


Firme d'autore per le scale a chiocciola elicoidali

Scala a chiocciola elicoidale Rizzi Se non ci si accontenta di una scala a chiocciola qualunque, quella elicoidale può fare la differenza, per raffinatezza e design. Particolarmente scenografici e dalla struttura architettonica di forte impatto visivo gli ultimi modelli firmati "Rizzi" presentati al Salone internazionale dell'arredamento Index Dubai 2016 in tre varianti: in cemento, in legno e in acciaio. Volumi sinuosi, a spirale, sagome di moderna progettualità per queste creazioni d'arredo che chiamare scale è riduttivo, meglio dire sculture in grado di esaltare ampie hall, zone giorno o notte. La particolarità delle scale elicoidali Rizzi sta nella pulizia formale data dal profilo sottilissimo del gradino e dalla possibilità di personalizzarle con diverse finiture materiche. Tutte le scale vengono prima pre-montate in azienda e poi spedite al cliente finale.


Scale in kit

Se si decide per la scala a chiocciola "fai da te", il mercato propone una miriade di kit per chi ha il pallino dell'hobbistica senza voler (o poter) spendere una fortuna. Il problema è la posa in opera che può creare qualche problemino ai meno avvezzi anche in presenza di istruzioni, ma niente paura, cercheremo di illustrare gli step per un montaggio a regola d'arte. Innanzitutto, occorre munirsi di un filo a piombo per tratteggiare correttamente la linea su cui far combaciare il gradino di sbarco. Una volta posizionato il piede della scala, va fissato con i tasselli in dotazione dopo aver praticato i fori con una punta da 12 mm. Si applica, poi, la borchia copri-piede collegando le colonnine ai gradini, fatto ciò si passa a regolare il distanziatore a seconda dell'altezza voluta, inserendo la base telescopica del gradino sul piede saldato a terra. A questo punto, si può ruotare il gradino e spingerlo in basso, fino a bloccare il distanziatore, quindi avvitare i bulloni e ripetere l'operazione per tutti i gradini. Una volta inserito lo sbarco si fissa al solaio con i bulloni in dotazione e si procede con l'inserimento della colonna terminale.


Scale in senso orario nei castelli

scala a chiocciola in ferro Vi siete mai chiesti perché le scale dei castelli, quasi tutte a chiocciola, salgono in senso orario? C'è una ragione che affonda le radici nei secoli, quando nei periodi di aspri conflitti per l'egemonia sul territorio, i castelli erano bersaglio di attacchi da parte dei nemici e si trasformavano, quindi, molto spesso in teatri di guerra. Il fatto di costruire all'interno delle torri degli antichi manieri delle scale a chiocciola con andamento ascensionale destrorso non è affatto casuale, ma frutto di studi scientifici messi in atto da oculati architetti. Il perché è presto detto: l'obiettivo era quello di adottare una precisa strategia difensiva per avere la meglio sul nemico. Infatti, gli invasori si sarebbero trovati ad impugnare la spada dalla parte del pilone o della ringhiera con conseguenti difficoltà a gestire il duello, a meno che non fossero mancini, questo spiega come mai fossero particolarmente apprezzati e ricercati proprio gli spadaccini in grado di maneggiare la spada con la sinistra.




COMMENTI SULL' ARTICOLO