Lavorazione vetroresina

Cos'è la vetroresina e a cosa serve

La lavorazione vetroresina riscontra da anni numerosi consensi nel mercato. Si tratta di un materiale sintetico, un'unione sapiente di fibre di vetro, resina ed altri componenti che la rendono particolarmente versatile e resistente. Il catalizzatore, in forma liquida, riduce i tempi di asciugatura delle resine. Tuttavia, non bisogna abusarne perché potrebbe far solidificare eccessivamente il prodotto rendendolo vulnerabile ad abrasioni e crepe. L'alcol polivinilico impedisce che la vetroresina si attacchi allo stampo. Infine il gelcoat, ovvero una speciale vernice, conferisce forma e colore al prodotto finale. La vetroresina per la sua leggerezza e resistenza viene largamente impiegata nell'industria moderna per imbarcazioni, la costruzione di automobili e quad e piscine. Inoltre, viene utilizzata nell'agricoltura e nell'edilizia per particolari cisterne e contenitori di scarico.
Poscina in vetroresina

ADESIVO POLIURETANICO REATTIVO Z.PUR.O TAN ML 500 FRATELLI ZUCCHINI

Prezzo: in offerta su Amazon a: 9,9€


Tecniche di lavorazione vetroresina

lavorare vetroresina Le tecniche di lavorazione vetroresina sono diverse e dipendono strettamente dall'aspetto che si vuole conferire al manufatto. Più comunemente vengono impiegate la tecnica con gli stampi aperti e quella con gli stampi chiusi. Il primo metodo, più semplice ed economico, viene adottato per la realizzazione di carrozzerie per auto, accessori, scafi, imbarcazioni. Le fibre di vetro vengono depositate direttamente negli stampi aperti. Su di esse, vengono poi applicate le resine con un pennello. Il secondo metodo, invece, è un pò più complesso del precedente. Richiede due stampi identici, all'interno dei quali si forma il vuoto d'aria. La resina viene iniettata direttamente in questo spazio, originando un manufatto già ben formato e pronto all'uso. Esistono ulteriori lavorazioni ma meno note, come l'Infusione, la Pultrusione, il Filament Winding ed il Continuous Molding.

  • vetroresina per riparazioni Un kit vetroresina, normalmente acquistabile nei negozi di bricolage o di ricambi per automobili, comprende, innanzitutto, resina di poliestere e fibra di vetro, quest'ultima presentata sotto forma di...
  • Tavolo in vetroresina I pannelli vetroresina si prestano in maniera eccellente a numerosi lavori nel settore dell'edilizia. Presentano numerosi vantaggi, tra cui la notevole resistenza combinata ad una straordinaria legger...
  • Fogli di vetroresina I fogli di vetroresina, grazie alla vastità di utilizzo, sono una delle soluzioni migliori dal punto di vista economico per quanto riguarda l'interno e l'esterno delle mura domestiche. Questi fogli ve...
  • Posizionamento dello stucco Lo stucco per vetroresina si utilizza per porre rimedio ai danni che si possono presentare in elementi di vario genere, come ad esempio parti di carrozzeria di velivoli, camper e automobili, o anche p...

RESINA EPOSSIDICA C-SYSTEMS 10 10 CFS KG.4,5

Prezzo: in offerta su Amazon a: 143,08€


Lavorazione vetroresina fai da te

vetroresina fai da te In commercio è possibile reperire dei kit di lavorazione vetroresina fai da te, composti in genere da tessuti di fibre di vetro; resina liquida; pennello; barattolino per la miscelazione dei composti ed infine da un catalizzatore. Ogni kit, acquistabile in qualsiasi negozio di bricolage ad una modica cifra di 20 euro circa, contiene le istruzioni per la realizzazione di manufatti robusti, leggeri e resistenti agli urti, agli agenti atmosferici ed al fuoco. Essenzialmente si possono creare accessori per l'auto oppure il motorino, parafanghi e carene. Pertanto, si poggia il foglio di fibra di vetro sulla superficie da modellare (lo stampo). Si mischia il catalizzatore alla resina e si stende il composto sulla fibra di vetro. Quindi, si lascia asciugare per 12 ore circa. Infine, si passa la vernice ovvero il gelcoat oppure lo stucco.




COMMENTI SULL' ARTICOLO